“Rassegna di quartetti d’archi”, da febbraio quattro appuntamenti con la musica

Riceviamo e pubblichiamo

violino musica immagine immaginiino

La Fondazione Etruria Mater, confortata dal grandissimo successo delle prime due edizioni della “Rassegna di quartetti d’archi”, in cui sono stati proposti nove straordinari concerti eseguiti dai Quartetti Prometeo, delle Marche, Bernini, Pessoa, Arquà, di Cremona, di Torino e Noûs, ha deciso di proseguire questa felice esperienza ed offrire alla città la “IIIa Rassegna di Quartetti d’archi italiani”.

Quatttro prestigiosi Quartetti italiani (Guadagnini, Liskamm, di Roma e Maurice) hanno aderito al progetto, offrendo programmi di grande interesse con l’esecuzione di autori che coprono un lungo arco temporale: da F. J. Haydn (1732-1809) a S. Scodanibbio (1956-2012).

La Rassegna, realizzata in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, del Museo archeologico nazionale tarquiniense (presso la cui Loggia si svolgono i concerti) e del Comune di Tarquinia inizia domenica 8 febbraio 2015 alle ore 17.00 con il Concerto del Quartetto Guadagnini che eseguirà il seguente programma:

L. BOCCHERINI
Quartetto op. 2 n.6
I. Allegro con spirito
II. Largo assai
III. Tempo di minuetto
W. A. Mozart
Quartetto KV590 in fa maggiore
I. Allegro moderato
II. Andante
III: Menuetto: Allegretto-Trio
IV. Allegro
E. GRIEGG
Quartetto op. 27 in sol minore
I: Un poco andante – Allegro molto agitato
II. Romanze, Andantino
III. Intermezzo (Allegro molto marcato)
IV. Finale (lento, Presto al saltarello)
Le date dei prossimi concerti saranno: domenica 8 marzo il Quartetto Lyskamm, domenica 29 marzo il Quartetto di Roma, domenica 19 aprile il Quartetto Maurice.

IIS Cardarelli: la scuola canta De André

Riceviamo e pubblichiamo

de-andre1_0-jpg-crop_displayDebutto musicale e poetico per la neonata associazione “Amici del Cardarelli”, all’insegna della passione per Fabrizio De Andrè: sabato 31 gennaio 2015, alle ore 17:30, nella suggestiva cornice della Chiesa di Santa Maria in Castello, alcuni studenti dell’IISS “V. Cardarelli” accompagneranno il pubblico Sulla cattiva strada, in un suggestivo viaggio tra poesia, musica e letteratura, che ripercorrerà, attraverso una selezione di canzoni di De Andrè, l’intenso e fecondo rapporto tra il grande cantautore genovese e la letteratura italiana e internazionale. Gli studenti, molti dei quali allievi dell’Accademia Tarquinia Musica, esibiranno il proprio talento artistico, interpretando De Andrè con il canto e gli strumenti. La direzione musicale è affidata a Gabriele Ripa, ex studente del liceo classico del “Cardarelli” e ora studente in Pianoforte al Conservatorio Santa Cecilia di Roma.

A narrare l’itinerario poetico e letterario tra una canzone e l’altra sarà la professoressa Manuela Nardella, docente di Lettere dell’Istituto, che così commenta l’iniziativa: “Questa serata nasce con l’obiettivo di raccogliere fondi per il Primo Certame Nazionale Cardarelliano, che la nostra scuola ha istituito quest’anno e che si svolgerà dal 16 al 18 aprile. Fabrizio De Andrè, che peraltro è legato a Vincenzo Cardarelli da invisibili fili, i quali saranno svelati nel corso del nostro spettacolo, è un cantautore che, a quindici anni dalla sua scomparsa, continua ad emozionare e a costituire un importante riferimento culturale ed etico anche per le nuove generazioni. Da insegnante resto sempre sorpresa nello scoprire quanti miei studenti non solo conoscano a fondo, ma amino e apprezzino un artista anagraficamente e generazionalmente distante da loro, eppure così vivo e presente in loro con il suo universale messaggio di profonda umanità. Il titolo della serata, Sulla cattiva strada, preso in prestito da De Andrè, vuole provocatoriamente riportare l’attenzione sul cammino della poesia, su quella strada oggi apparentemente dimenticata e disconosciuta, ma di cui il mondo ha più che mai bisogno, e che, posso testimoniarlo col mio lavoro, sa ancora affascinare e nutrire l’animo dei giovani.”

“Tutti cantano Sanremo”: anche il tarquiniese Silvio Padovani

10437443_669216769836850_920912548048523134_n

Riceviamo e pubblichiamo

Da qualche giorno la manifestazione canora più famosa d’Italia “il Festival di Sanremo” ha cominciato a mandare in onda una serie di spot “Tutti cantano Sanremo” in cui gente comune si raccoglie per cantare pezzi che ormai fanno parte del nostro patrimonio musicale. L’Istituto San Benedetto con orgoglio ha accolto questa iniziativa, perché tra i giovani scelti come interpreti di questi brani storici, vede impegnato uno dei suoi studenti, Silvio Padovani con il coro “SAT&B” di cui fa parte ormai da due anni.

La canzone cantata da Silvio e dai suoi colleghi è la famosissima “Che sarà” dei Ricchi e Poveri. Chi ha avuto la possibilità di prendere parte al Concerto di Natale che l’Istituto ha organizzato prima delle vacanze natalizie, ha avuto la possibilità di ascoltare Silvio come voce solista della maggior parte delle canzoni cantate dagli studenti. Con l’occasione l’Istituto San Benedetto augura a questo promettente studente una meravigliosa carriera… anche canora!

TotoSanremo: i Dear Jack tra i favoriti dai bookmakers

10402942_1048067001877449_6832408850966782651_nImpazza sul web e non solo il toto Sanremo: tutti a caccia del pronostico sul vincitore del prossimo Festival. E nelle posizioni di testa, in ambito di previsioni, non potevano certo mancare i Dear Jack, uno dei fenomeni musicali del momento, attesissimi sul palco dell’Ariston.

Secondo i bookmakers ufficiali, però, il favorito è un altro “figlio” dei talent show: Lorenzo Fragola, vincitore dell’ottava edizione di X-Factor, quotato a 5,50. Prima di Alessio & co. anche Alex Britti, cantautore e chitarrista dalla fama nazionale ormai consolidata: una puntata su di lui restituisce 7 volte la somma.

I Dear Jack sono quotati a 9, esattamente come Malika Ayane, quindi pienamente in corsa, secondo gli scommettitori, per aggiudicarsi l’edizione 2015 del Festival. Molto più alta la quota della ex insegnante, ad Amici, dei ragazzi: la vittoria di Grazia Di Michele, che si presenta in coppia con Platinette, è data 1 a 33.

A “sponsorizzare”, però, i Dear Jack verso Sanremo è un’altra, loro vecchia conoscenza del talent show di Maria De Filippi: Miguel Bosè, infatti, si dice pronto a scommettere sulla vittoria dei ragazzi nella 65esima edizione della più nota kermesse canora italiana.

Nel frattempo, per i Dear Jack, continuano le tappe in Italia per incontrare i fan: gli aggiornamenti possono essere trovati sulla nuova versione del sito internet della band, www.dearjack.it .

Weekend d’emozione per i Dear Jack, tra Amici e Sanremo

Dear Jack orchestra SanremoWeekend di emozioni per i Dear Jack, a cavallo tra passato, presente e futuro. Oggi pomeriggio il ritorno, molto sentito, sulle scene di “Amici”, il talent show di Maria De Filippi che li ha lanciati, lo scorso anno, verso la clamorosa ribalta nazionale. “Il posto dove tutto è iniziato, dove è iniziata la nostra corsa”, avevano a tal proposito scritto i giorni scorsi i ragazzi sulla pagina Facebook. Ed in trasmissione l’affetto e gli applausi non sono mancati, con il consueto, grande gruppo da Tarquinia a dar manforte ai propri amici e beniamini.

“Insomma domani pomeriggio ci emozioneremo un po’ tutti insieme”, scrivevano appena ieri; ed emozione è stata. “Ho visto delle ragazze che piangevano”, ha commentato Maria De Filippi dopo l’esibizione di Alessio & co che – introdotti da un RVM che ha “raccontato” il loro percorso ad Amici – hanno cantato “La pioggia è uno stato d’animo” e “Domani è un altro film”.

Così come da brividi sono i pensieri verso un futuro ormai molto prossimo, quello legato al Festival di Sanremo. “Avrete contro Grazia Di Michele!”, ha ricordato la conduttrice in merito, ma i ragazzi paiono già pronti al palcoscenico più ambito e temuto della musica nazionale.

La band ha potuto provare con l’orchestra che li accompagnerà all’Ariston, e le sensazioni sono state subito ottime. “Ci siamo davvero emozionati a suonare e provare con l’orchestra del Festival di Sanremo “Il Mondo Esplode”. – hanno rivelato subito dopo – Energia pura e tutti i musicisti alla fine ci hanno accolto con un bell’applauso. Insomma ci siamo quasi ragazzi, non vediamo l’ora di farvi ascoltare la canzone!!!”.

“Le Riserve” alla ribalta europea: il rock della Tuscia al Lido di Berlino – VIDEO

10628156_402458939905511_6045124815381401800_n(s.t.) Da Monte Romano e Tarquinia… a Berlino, grazie alla musica. È la bella avventura della band “Le Riserve”, che il prossimo 31 gennaio si esibirà sul palco del Lido di Berlino grazie alla conquista della finale regionale nel concorso “Emergenza Festival”.

Guido Manglaviti (voce e chitarra), Adriano Batassa (voce), Lorenzo Passamonti (chitarra), Alessandro Passamonti (batteria) ed Alessandro Amicizia (basso) partiranno quindi a fine mese con al seguito un nutrito gruppo dei fan più accaniti, circa trenta, che andranno a sostenere i propri amici in questa splendida esperienza musicale, su un palco che ha ospitato band quali Baustelle, Black Flag, Train o Owl City.

“È stato un 2014 ricco di lavoro e soddisfazioni – spiegano – in cui abbiamo registrato nuove tracce e portato avanti tante iniziative, dalla realizzazione del video alla presentazione di un pezzo per tentare la partecipazione a Sanremo. Sino alla partecipazione alla finale regionale di “Emergenza Festival”, in cui abbiamo vinto questa tournée tedesca, con Alessandro Passamonti premiato come miglior batterista”.

Per la band, però, tutto questo è solo un punto di partenza: “Siamo al lavoro sul nuovo album – proseguono – il secondo autoprodotto: appena torniamo da Berlino ci rimetteremo subito all’opera per terminarne la realizzazione”. Non male, come risultati e determinazione, per una band giovanissima, costituitasi appena nel 2013 e subito dedicatasi ad un mix tra rock americano e cantautorato italiano, “in mezzo punk, funky e qualche storia di una provincia non così diversa dagli U.S.A.”

“Abbiamo scelto il nome le riserve sia per omaggiare il famoso film con Keanu Reeves – la spiegazione dei ragazzi – sia perché ci piace molto l’idea di chi non è la star di una squadra, ma spesso ha solo pochi minuti a disposizione, e proprio per questo è chiamato a dare sempre il massimo e lottare in ogni azione, per il gruppo e per sé stesso”. Un lavoro di gruppo evidente anche dal nuovo video, “Vagabondi”, interamente girato a Monte Romano, diretto e montato da Alessandro Passamonti, con il mix curato da Riccardo Studer & Alessio Cattaneo (Overload Studio) e pubblicato sul canale Youtube ufficiale della band, dove è possibile ascoltare anche le tracce del precedente lavoro.

Per ascoltarli dal vivo, l’appuntamento più immediato è venerdì 16 gennaio, quando Le Riserve di esibiranno all’Oasi Bar di Montalto Castro a partire dalle 22 e 30.

Immagine anteprima YouTube

Dear Jack, verso Sanremo a colpi di selfie! E sabato tornano ad “Amici”

Dear-Jack-Volo-Fragola-selfieÈ iniziata la lunga marcia dei Dear Jack verso Sanremo: tra servizi fotografici, anticipazioni e speranze, per i ragazzi la data del 10 febbraio – giorno di inizio della kermesse – si avvicina a colpi di selfie!

Come quello, subito apprezzatissimo dalle fan, scattato nel giorno in cui i futuri protagonisti del Festival si sono riuniti per il “tradizionale” servizio fotografico di TV – Sorrisi e Canzoni. Nell’occasione, infatti, oltre agli scatti “ufficiali”, ne sono stati realizzati altri che subito hanno attirato l’attenzione sui social: Il Volo, Lorenzo Fragola e – appunto – i Dear Jack impegnati in un selfie che ha riunito i volti più attesi del prossimo Sanremo. Altri scatti curiosi – come quello in cui Alessio “ritrova” la sua insegnante ad Amici, Grazia Di Michele – sono poi stati postati sulla pagina Facebook del gruppo.

Quello con Amici era e resta un rapporto molto forte per i Dear Jack, che sabato 17 gennaio torneranno sulla ribalta televisiva che li ha lanciati come ospiti.