A Tutto Vapore music festival: quattro giorni di musica a Monterotondo Marittimo

Riceviamo e pubblichiamo

Monterotondo_marittimoQuattro giorni di concerti e spettacoli per A Tutto Vapore music festival, la rassegna che dal 2 al 5 luglio animerà Monterotondo Marittimo. Gli spettacoli, tutti ad ingresso libero, si svolgeranno in piazza Cheli a partire dalle ore 21 ad eccezione della serata di sabato che si svolgerà nel suggestivo Parco delle Biancane in occasione della manifestazione Centrale Aperta, organizzata in collaborazione con Enel Green Power.

Ad aprire il festival, giovedì 2 luglio, sarà il celebre scrittore Andrea Vitali, accompagnato dai “Sulutumana”, ensemble lariana tra le più apprezzate della nuova scena cantautorale italiana. A seguire si esibiranno “I Matti delle Giuncaie”, popolare band Toscana.

Venerdì 3 luglio sarà protagonista lo stile unico di Bobo Rondelli, in una data ufficiale del suo tour estivo per promuovere l’ultimo disco “Come i carnevali”.

Sabato 4 luglio la serata sarà dedicata interamente alla manifestazione Centrale Aperta: a partire dalle 18 sarà possibile accedere alla centrale con visite guidate e alle 21, nel Parco delle Biancane, andrà in scena lo spettacolo “Tra le bolle in circo magico”, per la regia di Michelangelo Ricci, con la Compagnia Ribolle, l’acrobata aerea PinkMary e l’accompagnamento musicale della band grossetana Musica da Ripostiglio.

Il festival si chiuderà domenica 5 luglio con tre concerti: apriranno le danze i “Funky Donkey” con le loro sonorità soul, funky e rythm’n’blues; seguirà il cantautore Fabrizio Pocci e il suo Laboratorio; concluderanno i “Brothers Keeper” band statunitense capitanata da Jono Manson, musicista giramondo.

Accademia Tarquinia Musica, sabato il concerto di fine accademico “Giovani Interpreti”

Riceviamo e pubblichiamo

Gli-allievi-dell'Accademia-Tarquinia-MusicaConcerto di fine anno “Giovani Interpreti” per l’Accademia Tarquinia Musica. La prestigiosa istituzione musicale della città etrusca terrà sabato 4 luglio, alle ore 21, nella sala consiliare del palazzo comunale un imperdibile spettacolo (ingresso libero), patrocinato dal Comune e con il sostegno di Fondazione Carivit, Associazione Nazionale Marinai d’Italia (Sezione di Tarquinia), Eusepi Hotels, Ortopedia Giuliani, società Fait di Roma e società ACR srl di Roma.

Sarà un concerto d’insieme che concluderà un intenso anno didattico e concertistico, dove gli allievi potranno mettere in mostra il proprio talento e quello che hanno appreso durante le lezioni. Il programma spazierà tra Chopin, Schubert, Schumann, Donizetti e Mozart. «L’attività – afferma l’Accademia Tarquinia Musica – riprenderà alla fine di settembre con rinnovato slancio ed entusiasmo e sempre con la finalità di diffondere la cultura musicale e di dare una preparazione idonea per accedere ai corsi triennali e biennali dei conservatori». E proprio in questi giorni sono iniziati gli esami per gli studenti: domenica 28 giugno hanno svolto le prove scritte e orali delle materie culturali e della parte didattica strumentale; mentre, per la parte interpretativa, domenica 5 luglio, dalle ore 16, sosteranno “l’esame concerto”, aperto al pubblico, sempre nella sala consiliare del palazzo comunale di Tarquinia. I ragazzi sono esaminati dalla commissione composta da docenti dei conservatori di “Santa Cecilia” di Roma e “Alfredo Casella” dell’Aquila.

Da Battiato a Manu Chao, passando per Mannarino: parata di stelle al Vulci Music Fest

Mannarino-al-Vulci-Festival-del-2014Riceviamo epubblichiamo

Battiato, Bluvertigo, Mannarino, Manu Chao: questi i nomi delle stelle della musica che calcheranno questa estate il palco del Vulci Music Fest. Quattro grandi concerti che dal 27 luglio al 7 agosto riempiranno la suggestiva location del parco archeologico e naturalistico di Vulci. Si parte lunedì 27 luglio con Battiato (Short Summer Tour); il 5 agosto i Bluvertigo, mentre il 7 agosto Mannarino ritorna con il suo nuovo tour “Corde 2015″. Quest’anno il Vulci Music Fest assume un carattere anche internazionale, con la presenza, il 31 luglio, di Manu Chao con il suo tour “La Ventura”.

«Migliaia di persone – afferma l’assessore al turismo Eleonora Sacconi – potranno gustare le peculiarità del nostro territorio che sicuramente, vista la grande scelta di artisti, beneficerà di un incremento sia economico che turistico.

Sono soddisfatta delle proposte artistiche fatte dal nostro cartellone a turisti e concittadini soprattutto perché potremo provare emozioni indimenticabili all’insegna della buona musica in una cornice suggestiva e particolare come il Parco di Vulci».

Gli eventi sono stati organizzati dall’assessorato al turismo del Comune di Montalto di Castro, con la collaborazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del turismo, della Regione Lazio, di Atcl (Associazione teatrale fra i Comuni del Lazio), Ventidieci e Imarts.

È possibile acquistare i biglietti su www.ticketone.it

Per info
0773 414521 – www.ventidieci.it
0766 870115 – Ufficio Cultura e Grandi Eventi Comune di Montalto di Castro

“Come passa il tempo”: Tarquinia si rituffa in musica negli anni ’60 e ’70

Riceviamo e pubblichiamo

01A Tarquinia ritornano i mitici anni ’60 e ’70. Quantomeno in musica. Dopo il grande successo dello spettacolo dello scorso anno, tenutosi dapprima nella Sala Consiliare, poi nella splendida cornice di Santa Maria in Castello, alcuni dei musicisti tarquiniesi di quegli anni, già provenienti da quelli che allora si chiamavano “complessi”, il 6 agosto, nella suggestione architettonica di Villa Falgari, daranno vita ad un concerto-omaggio dedicato alle più belle canzoni della musica italiana di quegli anni indimenticabili.

Da Battisti ai Rokes, dai Nomadi all’Equipe ’84, dai Camaleonti ai New Trolls, lo spettatore sarà catapultato in un viaggio a ritroso nel tempo, tra suoni e melodie che hanno segnato un’epoca.

Organizzato ed ideato da Giancarlo Capitani e Pietro Pacini, con il contributo del Comune di Tarquinia, nell’ambito delle manifestazioni dell’Estate Tarquiniese, “Come passa il tempo” – questo il titolo dello spettacolo – si preannuncia come uno degli eventi più attesi della stagione, visto lo straordinario successo di pubblico raccolto lo scorso anno con lo spettacolo “Ma che colpa abbiamo noi”. “Il nuovo format – dichiarano Giancarlo Capitani e Pietro Pacini – eredita dal precedente spettacolo lo spirito e la voglia di ricordare quel periodo, aggiungendo in più l’omaggio alla canzone italiana degli anni ‘60 e ’70, in una sorta di Hit Parade di Lelio Luttazzi, che trasporterà lo spettatore in un viaggio della memoria, con le canzoni di quegli anni a fare da colonna sonora”.

Musica è: spettacolo nella serata finale. A Tarquinia vince Cristiano Turrini – LE FOTO

Musica, talento, preparazione, speranza e sogni: questi gli ingredienti che hanno reso piacevole la serata di domenica 7 giugno presso la sala consigliare del Comune di Tarquinia, scenario della finale della quinta edizione del concorso canoro nazionale Musica è.

Tanti i ragazzi sul palco, pronti ad esibirsi davanti alle giurie per guadagnarsi la vittoria e l’accesso alle opportunità discografiche messe a disposizione dagli organizzatori, tra gli applausi del pubblico che ha gremito la sala per tutta la durata del concorso nonostante il caldo davvero torrido della serata.

A stregare i presenti – compresi i membri delle giurie – è stato il romano Cristiano Turrini, premiato con la vittoria da una giuria di tutto rispetto: a guidarla, Grazia Di Michele e Bungaro, assieme a Luca Capitani ed ai rappresentanti di varie major discografiche. Una vittoria indiscussa, se si considera che anche il premio della stampa è andato al talento romano, molto applaudito al momento dell’esibizione.

Secondo posto per Marthy, ragazza napoletana dalla voce aggressiva e potente, quindi terza posizione per la civitavecchiese Melissa D’Anna, protagonista di una splendida interpretazione dei “Giudizi Universali” di Samuele Bersani. Premi ed applausi anche per i cantautori Godot e Scarlet, mentre il pubblico tarquiniese ha sostenuto calorosamente le quattro realtà cittadine in concorso, la band Le Riserve, Manuel Guaragno, Aurora Elisei ed Ilaria Massella.

Ospite d’eccezione della serata finale, Alessio Bernabei, front man dei Dear Jack, nel 2013 protagonista di Musica è proprio poche settimane prima di iniziare la corsa ad Amici che lo ha spinto alla clamorosa ribalta nazionale: da parte sua, la consueta disponibilità sia con i ragazzi in gara che con il pubblico. Presente anche Rakele, già protagonista ad X Factor ed a Sanremo Giovani.

“Musica è”: domani a Tarquinia la finale del concorso canoro

10368980_648298845261976_6841342175324474583_oSi terrà domani sera, 7 Giugno, a partire dalle 19, all’interno della prestigiosa Sala Consiliare del Comune di Tarquinia, la finalissima della quinta edizione del concorso musicale “Musica è”, giunto alla fase conclusiva dopo un lungo e soddisfacente percorso di selezioni.

La fase eliminatoria si è infatti conclusa il 14 Maggio scorso presso il Centro Congressi Enel di Montalto di Castro, con le Semifinali nazionali che hanno definito la griglia dei partecipanti a quest’ultima serata.

Un’Edizione da record che ha visto la partecipazione di ragazzi provenienti da tutta Italia (soltanto la Valle d’Aosta non ha portato almeno un proprio rappresentante al Concorso).

Cantautori, Interpreti, Band, Gruppi Vocali, tutti i generi musicali, dal pop, al rock, passando per il rap e l’hip-hop sono stati rappresentati davanti la Giuria composta da grandi nomi del mondo discografico italiano, quali Grazia Di Michele, Bungaro, Luca Capitani e Angelo Franchi della Universal Music. Questi stessi personaggi hanno curato i suggestivi Stage Formativi, dedicati agli Autori (Bungaro), agli Interpreti (Di Michele) e alle Band (Capitani). Altri seguitissimi Stage sono stati quelli tenuti dai produttori Marco De Antoniis (manager di Massimo Ranieri e organizzatore di concerti), Marco Canigiula (della “Cantieri Sonori”) e da Andrea Perrozzi, che hanno parlato delle varie prospettive artistiche e del lavoro che c’è dietro ad una qualsiasi produzione di un cantante.

Proprio la “formazione” degli Artisti in Gara è il punto di forza di “Musica è”, che non vuole essere un semplice Concorso, ma offrire a tutti i partecipanti delle Semifinali l’opportunità di essere preparati adeguatamente prima della propria esibizione sul palco, grazie anche alla presenza importantissima di due Vocal Coach d’eccezione quali Antonio Marino e Silvia Aprile (protagonisti della prima edizione di XFactor).

Ospiti a sorpresa nell’ultima Semifinale del 14 maggio, due ex vincitori di “Musica è”: Alessio Bernabei dei Dear Jack e Alice Paba, entrambi approdati alla ribalta nazionale grazie ad “Amici di Maria De Filippi”, dove sono arrivati subito dopo la loro partecipazione al Concorso.

In occasione della finale i partecipanti si sfideranno di fronte ad una Giuria arricchita dalla presenza di altre Major ed Etichette Discografiche, per contendersi i numerosi premi previsti, i più importanti dei quali sono la possibilità di potersi presentare con un brano inedito scritto appositamente per loro alle Selezioni per la Categoria Giovani del prossimo Festival di Sanremo 2016.

Tra gli ospiti che interverranno, segnaliamo la presenza di Rakele, giovane artista napoletana che ha partecipato al Festival di Sanremo 2015, che presenterà il proprio album d’esordio, prodotto da Bungaro e Cesare Chiodo, firmerà le copie di chi porterà il disco e presenterà il suo nuovo singolo. Anche Grazia Di Michele e Bungaro impreziosiranno la serata con le loro performances.

Subito dopo la conclusione dell’Edizione 2015, si apriranno le selezioni per la VI Edizione del Concorso, che vedranno la novità di un tour di selezioni nazionali che toccherà molte regioni italiane, in aggiunta alle selezioni di casting online.

Per le info visitare il sito www.concorsomusicae.com

Di seguito l’elenco dei partecipanti alla finale:

Categoria “16/36″ (in gara per il Premio “Area Sanremo”)

Emanuela Colletta – Casteldaccia (Palermo)

Antonio Di Liddo – Bisceglie (Bari)

Marthy – Napoli

Stefania Gatti – Striano (Napoli)

Isteresi – Enna

Ilaria Massella – Tarquinia (Viterbo)

Benny Lendano – Napoli

Godot  – Scordia (Catania)

Scarlet – Robecco sul Naviglio (Milano)

Le Riserve – Tarquinia/Monteromano (Viterbo)

Martina – Follonica (Grosseto)

Cristiano Turrini – Roma

Michele Terralavoro – Roma

Francesca Ercole – Settebagni (Roma)

Aurora Elisei – Tarquinia (Viterbo)

Gianluca Mancini – Orbetello (Grosseto)

Marica Fortugno – Villa San Giovanni (Reggio Calabria)

Patty – Napoli

Ciri Ceccarini – Rimini

Mara Musci – Corato (Bari)

Melissa D’anna – Civitavecchia (Roma)

Cristiano Demi – Livorno

Aurora Di Marcantonio – Civitavecchia (Roma)

Silvia Giannandrea – Casarano (Lecce)

Simona Zaratti – Genzano (Roma)

Manuel Guaragno – Tarquinia (Viterbo)

Martyna – Prato

Mirko Algieri – Guidonia (Roma)

Marco Russo – Sulmona (L’Aquila)

Per la Categoria “Under 16″ i finalisti sono:

Greta Parra – Empoli

Sonia Zaccariello – Follonica (Grosseto)

Laura Baldassarri – Palestrina (Roma)

Ilenia Suffredini – Filicaia (Lucca)

Per la Categoria “Over 36″ i finalisti sono:

Roberto Pezzini – Gubbio (Perugia)

Calderone & Terracciano – Gaeta (Latina)

Il Profeta – Roma

Concluso l’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia

Riceviamo e pubblichiamo

Esibizione 2Organizzazione perfetta; crescita del livello artistico; record per il numero di partecipanti. Tutto questo è stato l’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia che si è concluso il 24 maggio con la cerimonia di premiazione dei vincitori, in una gremitissima chiesa di Santa Maria in Castello. La rassegna, organizzata dall’IC “Ettore Sacconi” si conferma come uno dei concorsi più importanti a livello nazionale, con la presenza di istituti provenienti da ogni parte della Penisola e di un conservatorio della Russia.

Raddoppiata la partecipazione dei licei musicali e sempre più importante la presenza di studenti che frequentano il conservatorio, tanto che da quest’anno l’evento ha il patrocinio del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma. Felice la scelta della sala consiliare del palazzo comunale, della Sala Sacchetti, presso la sede della Società Tarquinia Arte e Storia, e della chiesa di San Pancrazio, messa a disposizione dalla diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, come luoghi per le audizioni. Grandissimo il lavoro della giuria presieduta dal maestro Riccardo Giovannini, del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, nel valutare le prove soliste, d’insieme e di orchestra. Flash mob hanno animato le vie del centro storico, con tantissimi giovani a improvvisare concerti di pochi minuti che tanto interesse e curiosità hanno suscitato tra i cittadini e turisti. E su questo aspetto l’organizzazione lavorerà per la prossima edizione, al fine di organizzare nell’ambito del concorso eventi musicali durante i giorni delle audizioni.

«La cerimonia di premiazione, un vero e proprio concerto, è stata la degna chiusura del concorso, che oramai rappresenta una prestigiosa realtà musicale», affermano il sindaco Mauro Mazzola e l’assessore alla pubblica istruzione Sandro Celli. «Lo spirito vero del concorso è di fare in modo che si apra un dialogo sulla musica e che gli studenti abbiano un’esperienza formativa di grande significato. Per alcuni sarà una tappa rilevante nella loro carriera musicale, per altri resterà comunque un’avventura che li avrà certamente stimolati a continuare la pratica e lo studio di uno strumento musicale», dichiara il dirigente scolastico dell’IC “Ettore Sacconi”, Dilva Boem.

«È cresciuta in modo notevole la qualità delle audizioni, grazie alla partecipazione sempre più massiccia di licei musicali e studenti di conservatorio. Un livellamento verso l’alto che ci riempie di orgoglio», sottolinea il direttore artistico Roberta Ranucci. «Lavoro impegnativo ma denso di soddisfazioni per la giuria, che ha avuto il non facile compito di scegliere i migliori, in un panorama musicale così diversificato e complesso come quello del concorso», spiega il coordinatore musicale Giovanni Lorenzo Cardia. «Ringraziamo gli sponsor e le istituzioni che ci hanno sostenuto. La manifestazione rappresenta una positiva “scossa economica” per la città, perché i partecipanti, oltre 1500 ragazzi, hanno usufruito delle attività ristorative e alberghiere locali», commenta il direttore organizzativo Monia Meraviglia.