Pallavolo Tarquinia: vinto il big match a Tuscania, lo scudetto è a un passo

Campodimarta_Pallavolo_TarquiniaEra il match più atteso, quello della resa dei conti, che poteva rimettere in gioco un campionato quasi perfetto o dare la spinta probabilmente definitiva verso il trionfo finale.

Così la Pallavolo Tarquinia si presentava nel caldo scenario di Tuscania, e forse la tensione tarpava le ali agli ospiti, che iniziavano contratti ingarbugliandosi in un primo set in cui hanno costantemente subito l’attacco del Volley Tuscania, abile a prendere il largo e ad aggiudicarsi il primo set per 25 a 18.

Ma una prima posizione conservata per quasi tutte le partite della stagione non è una coincidenza, e la Pallavolo Tarquinia lo dimostra subito alla ripresa del secondo parziale: dalla panchina si mischiano le carte in tavola e, grazie ad alcune sostituzioni azzeccate, gli ospiti iniziano a mostrare gioco, abilità e voglia di riscatto, neutralizzando l’avversario con un 25 a 17 senza sbattere ciglio.

Il terzo set diventa, perciò, uno spartiacque decisivo, anche perché – in un confronto diretto in classifica – gli ospiti, strappando un altro parziale, potrebbero speculare sul vantaggio in graduatoria. Ma gli ospiti capiscono d’essere in netto vantaggio rispetto agli avversari, sia per entusiasmo che per superiorità tecnica e di gioco, e ripartono alla grande con l’intento di ipotecare partita e campionato. A dire il vero, però, i tarquiniesi trovano una buona difesa da parte di un Tuscania mai domo, anche se forse con un contrattacco un poco sotto tono, e si arriva appaiati sino alla volata finale: un’altra mossa azzeccata arrivata dalla panchina del duo Lamberti/Gabrielli risulta decisiva per i tarquiniesi, che chiudono 25 a 21.

Il punto accaparrato infonde ulteriore tranquillità e sicurezza ai tarquiniesi, che stavolta – anche in virtù della posta in palio – non vogliono rilassarsi sino all’ultimo e, sotto il freddo controllo del giudice di gara che riusciva ad essere imparziale tra le due le compagini, non curandosi dei tifosi sugli spalti, conducevano la gara sino al 24 a 22: è qui che mister Lamberti effettua il cambio provvidenziale per chiudere benissimo 25 a 22 con un ultimo e splendido scambio concluso tra l’esultanza ed il tripudio dei tifosi accorsi numerosi da Tarquinia.

Il tre a uno regala alla capolista altri tre punti di vantaggio sulla seconda ed una leadership totale, con un più otto che vale tre quarti e più di titolo. Merito di un collettivo superlativo di ragazzi che sabato 25 aprile, al Palazzetto di Tarquinia, alle ore 17 e 30, scenderà in campo contro gli ospiti del Sempione Pallavolo sperando di regalare ai suoi tifosi la festa scudetto.

Ex Pomodorificio, Mazzola: “Tarquinia ora ha diritto ad un presidio fisso dei Vigili del Fuoco”

Immagine anteprima YouTube

(s.t.) La cerimonia di firma del protocollo d’intesa tra Comune di Tarquinia ed Arsial è una passerella per buona parte della politica provinciale, all’immediata vigilia dell’avvio della campagna elettorale per la Provincia di Mauro Mazzola: anche in virtù della subito successiva apertura della corsa elettorale a Viterbo, a Tarquinia arrivano in tanti. A partire da Zingaretti, che assieme al primo cittadino tarquiniese è la vedette del pomeriggio.

“Dopo tanti anni, tanti sacrifici e tante persone che ci hanno aiutato a creare qualcosa di utile per la società e per i comuni, siamo alla firma di questo protocollo con Arsial per la cessione al comune dei locali destinati a diventare un centro polivalente di protezione civile, con Vigili del Fuoco VVFF, Protezione civile, 118 e tante altre strutture per la sicurezza del cittadino”. Inizia così il suo discorso Mauro Mazzola, che inizia in casa a scaldarsi per la presentazione a Viterbo di poche ore dopo. “Ho tanti ringraziamenti da fare – prosegue – a partire dal presidente Zingaretti, che oggi è venuto ed ha potuto vedere la forza del volontariato e le condizioni delle strutture del centro; un grazie va anche all’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosatil: ci siamo capiti immediatamente e subito, assieme, ci sono venute le idee per realizzare questo progetto”.

“Ma il ringraziamento più grande – aggiunge – voglio rivolgerlo ai volontari della Protezione civile di Tarquinia, che nel giro di cinque giorni hanno ripulito quell’area. Ormai, con la spending review, riusciamo a garantire servizi anche d’emergenza solo grazie all’opera ed alla collaborazione dei volontari, che con il loro impegno – come dimostrato nei giorni delle alluvioni o delle calamità atmosferiche, ci permettono di risparmiare centinaia di migliaia di euro, con un lavoro straordinario, giorno e notte”.

“Ora il primo maggio torna, su dodici ore, il presidio dei Vigili del fuoco a Tarquinia. È un servizio necessario: da quando è stato sospeso, sono accaduti due incidenti importanti, uno in un appartamento – c’era anche una consigliera regionale che si è resa conto cosa vuole dire non avere i Vigili del fuoco a Tarquinia, però solo in quel momento – e uno il giorno di Pasqua”. “Che i Vigili del fuoco debbano arrivare da Viterbo non comporta solo ritardo e pericolo per i nostri cittadini, ma anche rischio per il personale stesso, costretto a dei rischi con i mezzi per raggiungere il prima possibile le zone più lontane. Serve, perciò, un decreto per un distaccamento permanente. Tarquinia ha diritto ad averlo, perché risulta fuori gioco rispetto ai tre presidi ora presenti del viterbese e dobbiamo insistere col governo affinché ce lo faccia”.

“È una buona giornata per Tarquinia e il territorio. – spiega Rosati, amministratore Arsial –L’Agenzia è al servizio della comunità e con questa operazione proviamo a dimostrarlo. Si tratta, fra l’altro, di una realtà che – con l’aiuto del comune che dovrà aiutarci con un cambio di destinazione d’uso – in parte sarà destinata ad un grande progetto di produzione: a giugno usciremo con un bando: quello stabile potrà diventare magari un caseificio, o comunque un progetto di lavoro, produzione, esaltazione della produzione locale come fatto in tante altre realtà”.

“Oggi è una giornata importante – le prime parole del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti – perchè inizia a nascere il secondo polo integrato della sicurezza nel Lazio, un luogo nel quale convergono gli apparati dello stato che si dedicano alla sicurezza e alla serenità dei cittadini. Sono, questi, progetti sperimentali d’integrazione che spesso risolvono i problemi permettendoci di ottimizzare le risorse. Poniamo fine all’idea di stato, che il cittadino odia, che taglia gli investimenti e lascia marcire i beni pubblici: aver dialogato con le istituzioni ed aver trovato il meglio per il territorio significa aver messo in campo la buona amministrazione, guidata dall’interesse generale”.

“Trovo incomprensibile che da anni quella struttura fosse lasciata all’incuria – conclude Zingaretti – al degrado ed ai costi: incredibile che si buttino soldi per sostenere il degrado. Ora torna ai cittadini e con questa operazione, spendendo di meno, offriamo maggiore servizio ai cittadini, grazie all’ottimizzazione della spesa, e scommettiamo anche sul lavoro, come spiegava Antonio Rosati, con il recupero di un manufatto industriale in decadenza e chiuso per dieci anni per produrre nuova economia”.

Firmata l’intesa: il pomodorificio diventa un centro per ProCiv, Vigili del Fuoco e 118 – FOTO E VIDEO

Immagine anteprima YouTube

(s.t.) Con una cerimonia formale presso il Comune di Tarquinia – dopo una prima visita presso la struttura dell’ex pomodorificio di Tarquinia – è stato siglato ieri pomeriggio, 17 aprile, il protocollo d’intesa tra Comune di Tarquinia ed Arsial per la cessione dei locali di una parte dell’area lungo via Vecchia della Stazione da destinare alla creazione di un centro polivalente di Protezione Civile, Vigili del Fuoco e 118. A presenziare alla firma congiunta del sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola e dell’amministratore unico dell’Arsial Antonio Rosati, una sfilata di autorità regionali di pressoché tutti i livelli istituzionali, a partire dal principale protagonista, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, passando per l’onorevole Alessandro Mazzoli e proseguendo con assessori e consiglieri regionali sino a vari sindaci del territorio, primo tra tutti quello di Montalto di Castro, Sergio Caci. Numerosi i rappresentanti delle Forze dell’ordine ed i volontari delle Protezioni civili non solo di Tarquinia, ma anche del comprensorio.

Prima della firma in Comune, la nutrita delegazione in visita a Tarquinia ha effettuato un sopralluogo nelle struttura, le cui condizioni sono desolanti: come testimoniato dalle immagini, l’area che appena dieci anni fa rappresentava la più popolata – dal punto di vista occupazionale – industria della città, è ridotta ad un rudere, con scenari davvero avvilenti per chi, in passato, vi ha lavorato e ricorda quello stabilimento per come era.

Nel caseggiato più grande, pulito in questi giorni dai volontari della Protezione civile, verrà alzato un divisorio: l’area messa a disposizione del Comune ospiterà Vigili del fuoco e Protezione civile; la restante parte, su cui ancora molto bisogna intervenire in termini di recupero e messa in sicurezza, sarò oggetto di un progetto dell’Arsial – il cui bando sarà pubblicato a giugno, secondo quanto riportato da Rosati – che mira a riportarlo alle origini, cioè ad una struttura di produzione e trasformazione alimentare. Anche i locali della palazzina che ospitava gli uffici saranno a disposizione del 118 e delle necessità burocratiche, mente il sindaco smentisce per ora un possibile trasferimento della Polizia locale.

Trova, così, una parziale soluzione il problema dell’assenza, a Tarquinia e nel comprensorio, di un presidio dei Vigili del fuoco, messo ulteriormente alla luce da due incendi scoppiati in città che hanno messo a serio rischio l’incolumità dei cittadini. Dal primo maggio tornerà in funzione il servizio diurno dei vigili del fuoco, dalle ore 8 alle ore 20, mentre continuano le pressioni dei sindaci del comprensorio perché il presidio torni ad essere stabile ed H24.

In giornata ulteriori dettagli e video sulla cerimonia di firma ed i discorsi dei presenti.

Turismo a Tarquinia: metti un venerdì di aprile… – Videointerviste

TarquiniaMuseoeo(s.t.) Un venerdì mattina di aprile, a Tarquinia: giornata soleggiata dopo la pioggia e gite che si aggirano tra museo e centro storico. Abbiamo intervistato alcuni dei protagonisti di questa mattinata alla scoperta degli etruschi e, in generale, di Tarquinia per chiedere loro impressioni sulla città e la sua accoglienza turistica, dalle insegnanti agli operatori. Ecco il risultato.

Immagine anteprima YouTube

Svolta questa mattina all’IISS Cardarelli la prova del “Certame Cardarelliano”

Riceviamo e pubblichiamo

CERTAME-INAUGURAZIONESi è svolta questa mattina, 17 aprile, presso l’aula magna dell’IISS V. Cardarelli di Tarquinia, la prova della prima edizione del “Certame Cardarelliano, un concorso a carattere nazionale al quale hanno aderito 17 scuole, provenienti da varie parti d’Italia. I 35 studenti partecipanti hanno iniziato la prova alle 8,30, con sei ore a disposizione per analizzare il testo proposto dalla commissione. La poesia selezionata è stata “Distacco” e i ragazzi si sono dovuti cimentare nella comprensione del testo, nella sua analisi e, infine, in una interpretazione complessiva con approfondimenti. «Gli studenti – ha dichiarato il presidente della giuria professore Alessandro Parrella, ex preside dell’istituto tarquiniese – hanno dato prova di grande maturità, impegno e serietà. È stata indubbiamente una prova impegnativa, considerati i contenuti e la struttura della poesia estratta, ed è mia profonda convinzione che tutti gli studenti partecipanti debbano certamente avere dei grandi meriti personali, uniti ad una solida preparazione letteraria». Già nel primo pomeriggio la giuria, presieduta dal professore Parrella e composta dal professore Antonino Petrolino, dalla professoressa Maria Francesca Petrocchi, dal professore. Angelo Maria Contadini e dalla professoressa Anna Alfieri, si è messa al lavoro per la valutazione degli elaborati. Domani, alle 12,00, nella Sala Consiliare del Comune di Tarquinia sarà reso noto il nome del vincitore.

Nel pomeriggio di oggi, le delegazioni iscritte al Certame sono andate alla scoperta dei tesori archeologici, artistici e urbanistici di Tarquinia, attraverso una visita guidata alla Necropoli dei Monterozzi e al centro storico medievale. A svolgere le funzioni di supporto alle visite, ed a tutte le altre attività di accoglienza del Certame, sono state sette studentesse dell’indirizzo turistico dell’I.I.S.S. “Vincenzo Cardarelli”, già partecipanti al Progetto Professione Turismo e Beni Culturali per la valorizzazione del patrimonio culturale in ambito territoriale, organizzato dalla Società Tarquiniense d’Arte e Storia presso l’I.I.S.S. “V. Cardarelli”, con il contributo della Regione Lazio,curato dalla dottoressa Sabina Angelucci e coordinato dalla professoressa Loretta Concetta Perroni, referente dell’indirizzo Turismo della scuola: Samanta Carnevale, Barbara De Guidi, Erika Santoro, Chiara Tortella del4A Turistico, Martina Gufi, Giulia Nardi e Orrù Mara del 3A Turistico.

La serata di oggi, invece, sarà dedicata alla musica presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Tarquinia.

«L’organizzazione di questo evento – aggiunge il professore Parrella – è estremamente lodevole e dimostra che l’Istituto Cardarelli, grazie all’impegno dell’attuale dirigente Laura Piroli, è una scuola dinamica, moderna, aperta all’esterno, attenta ai valori culturali del territorio e ad una formazione di alto livello dei propri studenti».

Nuoto: Luca Mencarini è oro agli Italiani assoluti

mencarini dopo la vittoria(f.e.) Agli assoluti italiani di nuoto Luca Mencarini si tinge d’oro. Titolo italiano, record personale fermandosi a tre decimi e mezzo dal tempo limite per la qualificazione iridata (1’57″1): Luca Mencarini, tarquiniese ed enfant prodige del dorso azzurro, si prende tutto agli assoluti italiani di Riccione con una gara di ottimo livello e conferma che in questa specialità potrebbero arrivare tante soddisfazioni in futuro. Oro al termine di una bellissima rimonta nei 200 dorso con il tempo di 1’57’’45. L’ottimo crono stampato dal tritoncino gli permette di chiudere davanti al favorito Ciccarese, in 1’58’’63. Il dorsista non è nuovo a queste imprese. Medaglia d’oro nel 2013 nei 200 metri ai mondiali juniores di Dubai, sesto posto di assoluto rilievo agli europei 2014 svoltisi a Berlino. Per il portacolori della Canottieri Aniene e Fiamme oro si tratta comunque di un risultato straordinario, in relazione alla giovane età e ai margini di miglioramento che lo potrebbero rendere grande protagonista dei prossimi appuntamenti internazionali, magari fino alle Olimpiadi di Rio, tra due anni.

Vuoi vivere un giorno da star? Sabato 18 aprile i casting per il calendario #checinema 2016

Immagine anteprima YouTube

Vuoi vivere un giorno da star? È la domanda che da qualche giorno lo staff di #checinema2015_KillBillche cinema – Tarquinia 2016, il calendario fotografico che anche il prossimo anno proverà a raccontare Tarquinia ed i suoi abitanti grazie alle scene del grande schermo, sta rivolgendo sui social network ad aspiranti protagonisti di ogni età.

Sabato 18 aprile, infatti, a partire dalle ore 17 e per tutto il pomeriggio, presso la sala ex degli Agostiniani, alla Barriera San Giusto, a Tarquinia si terrà il casting al termine del quale gli organizzatori dell’iniziativa sceglieranno protagonisti e comparse per gli scatti del calendario 2016.

Foto e breve colloquio, come nella più classica e cinematografica delle tradizioni, ricreando giocosamente l’atmosfera delle selezioni dei grandi registi: spetterà poi allo staff trovare i “candidati” più adatti per interpretare i film scelti per gli scatti di quest’anno che, nel corso dell’estate, saranno chiamati a vivere per un giorno l’esperienza da set, tra costumi, trucco, acconciature e scenografie.

Dopo il successo della scorsa edizione – tante le realtà commerciali ed imprenditoriali tarquiniesi a supporto, tanta l’approvazione da parte dei tarquiniesi – il progetto #checinema riparte, perciò, con grande entusiasmo. Lo staff è completamente confermato, con lextra.info come riferimento principale, Francesco Taurozzi di FotograficaFT dietro la macchina fotografica e The Wax – Giorgia Castellano, Sara Cozzi, Serena Foschi e Daniela Venturini – a curare trucco e parrucco delle “star per un giorno”.

Come nella precedente edizione, il progetto è patrocinato dal Comune e dall’Università Agraria di Tarquinia e ha come partner il Cinema Etrusco di Tarquinia.

Immagine anteprima YouTube