A Tuscania con gli occhi alle stelle grazie al gruppo astrofili Galilei

Tuscania-24-luglio!Il GrAG, Gruppo astrofili Galileo Galilei, organizza una serata astronomica che si terrà a Tuscania il 24 luglio 2015 nella splendida cornice del parco Torre di Lavello per l’osservazione dei pianeti visibili e degli oggetti del profondo cielo. Aneddoti e curiosità degli oggetti verranno spiegati dai soci presenti con i loro strumenti senza però tralasciare il forte senso scientifico che accomuna le nostre serate pubbliche.

La serata avrà inizio dalle 21 con l’ingresso gratuito; in caso di condizioni meteo avverse la serata sarà annullata. Per info è possibile contattare l’associazione direttamente sul sito www.Grag.org

Venerdì 5 giugno a scuola di stelle con il gruppo Astrofili Galileo Galilei

Riceviamo e pubblichiamo

STELLEIl Gruppo Astrofili Galileo Galilei, con il patrocinio del Comune di Tarquinia (VT) e del Comune di Monte Romano (VT), organizza per venerdì 5 giugno 2015 dalle ore 21:30 presso il prato antistante la Protezione Civile (Saline di Tarquinia), una grande serata di osservazione del cielo stellato.

Sarà possibile osservare le fasi di Venere, i crateri della Luna, gli anelli di Saturno, le lune di Giove e poi stelle, galassie e nebulose. Saranno a disposizione diverse postazioni, con telescopi di diverse dimensioni, dai più piccoli e compatti ai più grandi. La serata è particolarmente adatta ai bambini e ragazzi delle scuole.

In caso di maltempo la serata sarà annullata. L’ingresso è libero e gratuito. Per ulteriori info: [email protected]

Maratona Messier 2015: con lo sguardo al cielo con l’associazione GrAG

Riceviamo e pubblichiamo

STELLEL’associazione GrAG, Gruppo Astrofili Galileo Galiei, organizza sabato 21 Marzo la maratona Messier 2015: dalle prime ore della sera, fino alle prime ore dell’alba del giorno seguente, alla rincorsa dei 110 oggetti catalogati dal celebre astronomo con gli strumenti dei soci presenti e la disponibilità di ospitarvi con i vostri telescopi.

L’evento gratuito è aperto ai soci e agli ospiti che potranno prenotarsi a questo link. Al momento non è presente la corrente elettrica e per utilizzare la vostra strumentazione che necessita di di elettricità, dovrete portare una batteria esterna.

SITO WEB: http://www.grag.org/

EMAIL: [email protected]

ViterboScienza: nel ricordo del prof. Francesco Luiso la Scienza per tutti

Riceviamo e pubblichiamo

ViterboScienzaDal 21 al 23 marzo prossimi la Sala degli Almadiani si trasformerà in un grande laboratorio dove sarà possibile sperimentare dal vivo e di persona il fascino di un esperimento scientifico. L’iniziativa nata per ricordare, nel centenario della sua nascita, la figura del prof. Francesco Luiso, emerito insegnante e studioso di scienze conosciuto ed apprezzato da diverse generazioni di studenti viterbesi, intende  stimolare l’interesse e la curiosità degli studenti della nostra città ad alcuni aspetti di quel mondo visibile solo al microscopio, con un linguaggio semplice e accessibile. E ci sarà anche spazio per tutti coloro che a vario titolo sono attratti dal mondo delle scienze.

Insomma un evento che si rivolge a tutta la cittadinanza e che si avvale per gli esperimenti di laboratorio dell’autorevole e qualificata presenza dei divulgatori scientifici e del LAB-CAR del Life Learning Center  della Fondazione Mario Golinelli, istituto che ogni anno organizza a Bologna “La scienza in piazza”.

Gli esperimenti che saranno proposti sono di tre tipi:

“alla scoperta del DNA” ( ognuno potrà scoprire il proprio DNA osservando al microscopio ottico il nucleo), “Lieviti Muffe e Spore” ( tante le applicazioni nella vita quotidiana e in campo alimentare) e “Cosmetica” ( quanta scienza c’è nei prodotti di bellezza). Gli orari d’ingresso ai laboratori sono i seguenti: venerdì 21 e sabato 22 marzo dalle 15 alle 19 e domenica 23 marzo dalle 09 alle 13. L’accesso agli esperimenti è gratuito ed è consigliata la prenotazione.

L’Associazione Viterbo con Amore, da sempre vicina al mondo della scuola, ha raccolto l’invito dei familiari del prof. Luiso con entusiasmo e con la convinzione di poter offrire con questa manifestazione uno stimolo di grande significato per la diffusione della cultura scientifica e un’opportunità di miglioramento del rapporto dei giovani con la scienza, la tecnologia e   la ricerca.

Eccellente è stata  la risposta degli Istituti Scolastici del capoluogo a cui sono state riservate le mattine del 21 e 22 marzo : oltre 300 studenti prenotati per i vari esperimenti provenienti dall’Ist. Magistrale “S.Rosa  da Viterbo”, dall’ITC “Paolo Savi”, dal Liceo Scientifico “P.Ruffini”, dal Liceo Scientifico “Cardinal Ragonesi”, dall’ITSIG “Leonardo da Vinci”, dal Liceo Classico “M. Buratti”, dal Liceo Scientifico Biologico “S. Rosa Venerini”, dall’Istituto Comprensivo “Ellera”, dall’Istituto Comprensivo “Carmine”, dall’Istituto Comprensivo “P. Vanni”, dall’Istituto Comprensivo “P.Egidi”.

 La tre-giorni di scienze si aprirà venerdì 21 marzo , alle ore 16, nella Sala Regia del Comune di Viterbo,  con un convegno dal titolo “Da Linneo al DNA: il fascino della scienza”, in cui ex  alunni del Prof.  Luiso attingeranno ai loro ricordi per delinearne il profilo umano e lo stile didattico. L’incontro prevede  inoltre l’intervento di docenti di scienze dalle primarie all’università che illustreranno le attuali metodologie d’insegnamento.

ViterboScienza è patrocinata dalla Provincia e dal Comune di Viterbo nonché dalla Fondazione Carivit. Per informazioni e prenotazioni: [email protected] o 3394926105.

Sabato prestigioso appuntamento con l’astrofisica a Tarquinia

Sabato 4 Maggio, alle ore 18,00, nella Sala Consiliare del Comune di Tarquinia, si svolgerà un incontro con l’illustre fisico Vincenzo Zappalà, planetologo, già professore ordinario di Astrofisica presso l’Osservatorio Astronomico di Torino, al quale, per i meriti acquisiti nel campo della ricerca astrofisica, è stato dedicato un asteroide, il 2813, scoperto nell’Osservatorio Lowell in Arizona, che porta il suo nome. Durante l’incontro, dal titolo “Il ciclo di vita degli astri nell’universo”, il professor Zappalà avrà modo di illustrare, tramite la definizione delle varie fasi di un corpo celeste, i meccanismi fondanti della vita dell’universo, dalla gestazione, la nascita, l’evoluzione delle stelle sino all’enigmatico fenomeno dei buchi neri.

L’evento, che si svolge nell’ambito della rassegna “Il caffè della scienza”, è stato organizzato dal gruppo Astrofili Tau di Tarquinia, con il patrocinio del Comune e dell’Università Agraria di Tarquinia, e sponsorizzato dal Banco di Credito Cooperativo, con il contributo di aziende quali Giove Gas, Astronomia.com, Controcorrente e Azienda Agricola Agostino.

Raramente vengono organizzate manifestazioni pubbliche che abbiano come oggetto temi scientifici. L’appuntamento di sabato costituisce un momento unico, nel territorio della Tuscia, per poter approfondire alcune delle tematiche che hanno affascinato da sempre l’animo umano, riguardanti i misteri degli astri e dell’universo.

Martedì alle 17 Margherita Hack incontra virtualmente Tarquinia via Skype

Uno dei nomi più noti della scienza e della ricerca italiane, un punto di riferimento anche per i più giovani: Margherita Hack, l’astrofisica fiorentina da sempre determinata attivista anche in tema di tutela dei diritti, soprattutto delle donne, incontrerà virtualmente gli studenti dell’IIS Cardarelli di Tarquinia e, in generale, i cittadini della città tirrenica.

Martedì 12 marzo alle 17, infatti, nella sala consigliare del Comune di Tarquinia, verrà approntato un collegamento Skype per una videoconferenza in cui la Hack sarà la principale protagonista. Nato in collaborazione con l’associazione Panta Rei e con l’assessorato alla pubblica istruzione del Comune, l’incontro promosso dall’IIS presenterà sia il libro che Margherita Hack ha recentemente pubblicato assieme a  Marco Santarelli, Sotto una cupola stellata, che il volume Sapori dal mondo, di Giovanna D’Angelo: una raccolta di ricette etniche, nata da un progetto di recupero sociale.

A moderare la chiacchierata sarà Franco Eugeni, presidente dell’associazione Panta Rei; saranno presenti, oltre ai “padroni di casa” – il sindaco Mazuo Mazzola e l’assessore Sandro Celli – Giordano Bruno, direttore dell’ISIA di Roma, e Pierluigi Pirandello.

“Si tratta di un’altra importante iniziativa culturale varata dal nostro istituto – riferisce la dirigente scolastica Laura Piroli, che introdurrà la serata – Non è soltanto la presentazione di due libri, ma l’occasione, grazie alle tematiche trattate, di un incontro-dibattito di rilevanza culturale. Si parlerà infatti di temi quali la scienza, il suo ruolo nella società. I nostri relatori, il prof. Franco Eugeni, Marco Santarelli (coautore con Margherita Hack del libro Sotto una cupola stellata) e la scienziata Margherita Hack via skype proporranno la loro posizione su questi temi di rilevanza etico-sociale aprendo il dibattito in sala. Il secondo volume Sapori dal mondo di Giovanna D’Angelo, affronta invece un’altra tematica quale l’integrazione tramite i sapori e quindi il recupero di tante ragazze in difficoltà provenienti da tutto il mondo, grazie all’associazione On The Road. Argomento questo assai importante per una società che si fregia di essere multiculturale”. “Il nostro istituto invita la cittadinanza a partecipare – conclude la dirigente scolastica Laura Piroli – Ritengo, infatti, che iniziative di questo tipo siano indispensabili sia dal punto di vista formativo sia per l’aspetto di reale integrazione nel tessuto sociale”.

Il caffè della scienza ci apre i segreti dell’universo

Riceviamo e pubblichiamo

Sabato 10 marzo, alle ore 17,00, nella sala consiliare del comune di Tarquinia, si svolgerà un incontro quanto mai istruttivo ed intrigante  su un argomento scientifico di estremo interesse: il bosone di Higgs, altrimenti denominato “ particella di Dio”. Il bosone di Higgs, secondo molti scienziati, sarebbe responsabile della massa che esiste nell’universo;  si ritiene infatti che abbia avuto un ruolo di primo piano nei primi istanti dopo il big bang. Esso costituirebbe la pietra principale della vita della materia, nonostante nessuno l’abbia mai individuato. Per questo motivo gli è stato affibbiato l’appellativo di “ particella di Dio”, sebbene il suo teorizzatore, il fisico scozzese “ Peter Higgs”, l’avesse dapprima definito “la particella maledetta”.

Protagonista dell’evento sarà il fisico nucleare Toni Baroncelli, ricercatore al CERN di Ginevra e docente di Fisica all’Università di Roma 3, che ha avuto ruoli di responsabilità negli esperimenti CHARM, DELPHI e ATLAS. Baroncelli, tramite un incontro informale, servendosi di un linguaggio accessibile anche  ai profani, nonostante la complessità del tema, ci guiderà in un viaggio suggestivo e affascinante attraverso gli anfratti della materia e le pieghe nascoste dell’universo, affrontando quelle questioni che attraggono da sempre l’animo umano: di che cosa sono  fatti i mattoni che costituiscono la vita e come sono sbucati fuori all’improvviso?  La materia oscura ed invisibile è una effettiva realtà, o una fantasiosa ipotesi? Vi è la possibilità concreta che ci circondino altri universi, magari vicini e paralleli a quello nostro? Esistono altre dimensioni, di cui il bosone di Higgs sarebbe la causa originaria? Se volete che sia tentata una risposta a queste domande, non mancate di intervenire. L’evento è patrocinato dal Comune di Tarquinia ed è stato organizzato dal Gruppo Astrofili Tarquiniesi “ Tau”.