Impressioni tra terra e aliquote

Pubblicato il 12 giu 2012 con 25 Commenti

di Marco Vallesi

La sala del Consiglio comunale era gremita.

O almeno sembrava tale forse a causa delle sedie disposte in ordine sparso e tutte occupate.

La gran parte delle persone presenti aveva, per l’occasione, lasciato il lavoro nelle aziende agricole per seguire lo svolgimento di quell’assemblea che, evidentemente, riteneva molto importante per l’immediato futuro delle loro attività e dei loro interessi.

Credo che nessuna, tra quelle persone, avrebbe mai immaginato di dover ascoltare il sindaco redarguirla per aver dato credito a chi (i sindacati di categoria: C.I.A., Coldiretti, Confagricoltura. n.d.r.) gli avrebbe fornito informazioni sbagliate sulla responsabilità di chi ha imposto l’IMU.

In realtà, le tre sigle sindacali avevano ben individuato le responsabilità e, proprio per questo, hanno chiesto all’assise, che ne aveva tutta la podestà e l’autorità, di ridurre al minimo (0,46%) le aliquote dettate dal governo (0,76%) per i terreni agricoli. Richiesta fermamente respinta già nell’intervento del sindaco, il quale, invece, ha scaricato tutto l’onere dell’imposizione del tributo sul governo Monti (governo sostenuto anche dal suo stesso partito, il PD. n.d.r.).

Al dibattito, proseguito in aula, e, successivamente, anche alle polemiche che ne sono derivate, gli agricoltori hanno assistito impassibili e silenziosi, direi ammutoliti. Non sono riuscito a capire se quel silenzio che aveva un non so ché di sacrale, simile a quello che tiene sospeso un immane giudizio divino, fosse il risultato dello stupore per la verbosa e francamente assurda e irruenta invettiva del sindaco contro tutto e tutti o per l’elaborazione interiore di un lutto imminente.

Tuttavia il colpo di grazia, quella gente, l’ha ricevuto nel momento in cui, con il voto espresso dalla maggioranza, ha visto sfumare la speranza di poter assistere ad una significativa riduzione della tassa sui terreni agricoli.

Con il conteggio degli undici (11) voti a favore della delibera che ha modificato unicamente l’aliquota proposta dal governo sui fabbricati agricoli destinati all’uso strumentale – quella che, comunque, incideva minimamente sulle cifre in gioco nell’intero “pacchetto” –, riducendola dallo 0,2% allo 0,1%, gli agricoltori, come un sol uomo, si sono alzati e, silenziosamente come erano rimasti in aula, se ne sono andati.

Chissà per quanto tempo ritornerà nelle loro orecchie la frase del sindaco che ricordava a tutti: - ho vinto con più del cinquanta per cento! -. Chissà quanti, tra quei volti abbronzati da sempre, hanno abbassato lo sguardo per essersi sentiti “costruttori” di quella consapevolezza che il “signor” sindaco gli ha sbattuto in faccia.

Chissà quanti, viste le prospettive, si guarderanno intorno per scorgere nuovi orizzonti.

25 Commenti

Sinora 25 Commenti su Impressioni tra terra e aliquote. Vuoi lasciarne uno tuo?

  1. Domanda di Marco:
    “Chissà quanti, tra quei volti abbronzati da sempre, hanno abbassato lo sguardo per essersi sentiti “costruttori” di quella consapevolezza che il “signor” sindaco gli ha sbattuto in faccia”

    Risposta:
    Praticamente tutti gli agricoltori, anche quelli dell’Università Agraria !!!!!!!!!
    Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 23 Thumb down 3

  2. Bellissimo articolo.
    Condivido pienamente le tue parole, non voglio essere distruttivo
    nei confronti di questa giunta che ha avuto la riconferma dal popolo e
    il popolo è sovrano quindi ha ragione.
    Ma questo popolo non ha avuto il coraggio,come abbiamo fatto noi, di
    credere democraticamente in un alternativa,chissà se le tue considerazioni
    creino in alcuni (anche pochi) tarquiniesi che forse si è perso una occasione
    di vedere cambiare certi orizzonti di questa città.
    Credo che l’ IMU sia l’inizio , poi l’ autostrada e così via.
    Spero vivamente che questa giunta ascolti anche le proposte di una
    opposizione che sicuramente non vuole il male di questa città

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 27 Thumb down 4

  3. io rido, e voi vi tenete chi avete voluto.
    E mo pagate pure.
    A popoli citrulli, governanti fasulli.
    Vi sta bene e ve lo meritate, il vostro sinnico !

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 15 Thumb down 2

  4. Egregio Marco,
    hai centrato il problema. Il Sindaco de noantri ha apostrofato gli agricoltori presenti come “forconari” fin dalle sue prime battute, quando invece, come hai scritto tu, era palese che la maggior parte di essi fosse lì soltanto per vedere “di che morte si doveva morire”. Ma tant’è, il nostro votatissimo Sindaco ha pensato subito di bollare come stupidi tutti gli agricoltori presenti, arrivando a presupporre che fossero stati portati in assise da qualcuno dei delusi dal voto, o da “quelli seduti nelle prime file” incurante del fatto che invece ogni agricoltore ha una propria testa pensante e non si lascia portare in giro da nessuno.
    La realtà molto spesso è estremamente più semplice di ogni fantasiosa ipotesi, ma il Mazzola nazionale ha subito palesato che secondo lui chissà chi c’era dietro quel nutrito gruppo di lavoratori che ogni giorno produce il cibo di cui ci nutriamo. Bella prova, davvero. Ma forse chi male pensa male fa, ed è quella l’essenza di ogni malo pensiero preconcetto sulle semplici azioni altrui.
    Che la storia glie ne renda merito. Anche se, in fin dei conti, chi tra loro è causa del suo male pianga se stesso.

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 20 Thumb down 4

  5. Complimenti al Sig. Marco Vallesi, che ha il cuore la conoscenza e lo stile per scrivere articoli come questo.

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 17 Thumb down 3

  6. le tasse vanno pagate. l’agricoltura sarà in crisi, anzi lo è, ma non per le tasse. Queste aliquote non daranno nessun colpo di grazia alle attività produttive, anzi, lo sappiamo bene TUTTI, non daranno nessun colpo all’agricoltura. Bisogna farla finita, viviamo in un momento di difficoltà: il sindaco non c’entra niente: fosse stato un problema di traffico, di licenze, di quello che vi pare di sua competenza, avrei capito. Cirticate quando è il caso, altrimenti svalutate ogni azione di opposizione, inflazionando il mercato delle critiche. Le tasse vanno pagate, piantatela di diffondere un senso anticivico e antistatale camuffandolo (forse inconsapevolemente) per critica politica.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 3 Thumb down 27

  7. A kamikaze, capakazze o come te chiame, ciai poco da sfrucuià. Er sindaco de noantri l’ha detto lue che er 3.8 per mille era delo stato, tutto er resto va ar commune. Quindi la gente giustamente critica perchè er comune, co tanto de demagogia e de siparietti tipo Blasi che se arza e dice che er core suo sta co li lavoratori de li campi, ma popo nun ne poteva fa a meno (parevono le lacrime de la Fornero, fanno ride tutt’eddue!!!!), jel’ha buttata ndò mejo nun poteva, all’agricortore!!!!
    Nun zolo, avemo puro dovuto assiste ar sindaco che tuonava contro lassociazioni de categoria perchè finora nun avevono, a suo dire, fatto nulla pe fà toje Tarquignetta nostra da li comuni “normali” e falla mette ‘n quelli svantaggiati, DIMENTICANDOSE CHE LUI SO PIU’ DE CINQUANNI CHE STA AR POTERE E NUN HA FATTO NA SEGA IN PROPOSITO!!!!!!!! Ce doveva pensà la Coldiretti e la Confagricortura??? E lui nder frattempo che stava a che fa??? A spennese li sordi de la centrale????
    Daje kamikà, che see gajardo!!!!!! Te e er sinnico!!!!!

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 20 Thumb down 2

  8. Un solo appunto al signor Vallesi e alla sua romantica sintesi giornalistica. Podestà e possibilità, è tutto lì il problema. Il Comune di Tarquinia e la sua necessità economica, il bilancio chiarirà l’arcano e i consiglieri di minoranza potranno spiegare dove e se ci sono gli sprechi.
    Per Marione, Blasi ha condotto la sua personale battaglia, l’ha persa e si è rimesso alla volontà della maggioranza, peggio chi ha lacrimato come lui e da sempre ha sostenuto che gli agricoltori devono pagare le tasse, come se non lo avessero mai fatto.
    Quanto ai sindacati, hanno acceso i trattori per lotte para ambientaliste come la centrale, e fatto incontri per l’Autostrada, invece di farsi politicizzare avrebbero potuto combattere per gli agricoltori e i loro interessi immediati.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 3 Thumb down 16

  9. No, caro taggete, nooooooooo, se Blasi ciavesse avuto davero a core sta questione avrebbe votato contro certe aliquote e bbasta. magara rieravamo ndela stessa situazione, ce mancherebbe, ma armeno avevi espresso chiaramente quello che volevi. Sò bboni tutti a dì che fanno le battaje e ppò votono co la maggioranza…….. che vor di? Che er cervello lo lasci a casa quanno devi votà perchè see n manichino ndele mani della maggioranza??? Ahhh, si certo, questa è politica per popolo, ce mancherebbe, ma che bbrave!!!!!
    Quanto all’agricortori, lassali perde, nun so cosa pettè!!!! Quindi secondo te se lagricortori fanno le battaje contro er volere der sinnico se fanno politicizzà sennò so bbravi?? Ahhh, ma che hae studiato scienze politiche? magara sur coriere deli piccoli o su topolino??? Ahhh, che gajardo che see, puro te dovresti esse uno de quelli che pensono che lue capisce tutto e all’artre je pòe raccontà quello che te pare, tanto se bevono tutto. Nun è così caro Tagete, te do sta trista notizia nanteprima!!!! Inortre caro maestro dela politica, caro statista, caro padre costituente, te vorria nformà che pure er sinnico na vorta era contro la centrale, che vor dì, che s’era fatto politicizzà pure lue???? E pò che vor dì che l’agricortore dovevono combatte pe le loro esiggenze immediate? guarda che pe provvedè a li bisogni de la GGente c’è la politica, ce so li pagati amministratori, caro sapientone, che voi di che er sinnico è sinnico solo de na parte de gente e che l’artra le battaje se le deve fa da sola???? hahahahahahaha, see gajardo Tagè, continua ccosì che presto te vedemo a parlà ntelevisione!!!!!

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 16 Thumb down 4

  10. @marione: ho l’impressione che, leggendo le sue considerazioni, la sua visione delle cose si basa su alcuni presupposti:
    primo afferra sempre con completezza i sentimenti e le motivazioni che muovono le altrui azioni
    secondo chi non si comporta o dice ciò che lei crede, o pensa di aver capito, sbaglia.
    ne consegue che fare o dire in disaccordo con il suo pensiero è sicuramente sbagliato !
    E invece no caro Marione, la realtà a volte é molto più complessa e ci sono momenti dove é sicuramente sconveniente difendere ciò in cui si crede perchè si ha la certezza di essere sconfitti, ma é proprio in quei momenti che ho combattuto per una categoria alla quale sento di appartenere molto più di altri, dalla quale provengo e per la quale porto dentro me la giusta sensibilità per capirne i disagi.
    sicuramente sarebbe stato più facile restare zitto e non prestarsi ad altrui giudizi ma, contrariamente, la mia dignità mi ha portato ad esternare pubblicamente il mio sentimento e se questo ha generato il suo disaccordo non é assolutamente un problema, anzi mi rende ancor più orgoglioso dei miei sentimenti e delle mie dichiarazioni.
    nella più totale consapevolezza che (fortunatamente) non siamo tutti uguali, continuo ad essere fiducioso nel prossimo e soprattutto convinto che le altrui interpretazioni siano da rispettare, seppur non condivise, specialmente come in questo caso, quando condizionate da stati d’animo comprensibilissimi,
    la saluto

    Hot debate. What do you think? Thumb up 5 Thumb down 15

  11. é bello vedere tanti nipotini dispersi di berlusconi o, di qualche ex sindaco locale…, che si danno da fare nello sbando totale, nell’assenza di argomenti, nella colpa di aver contribuito a disfare l’economia, il senso civico, il senso morale. Ora, nella più totale aassenza di mezza idea, di uno straccio di proposta, ci venite pure a fare la morale, a lamentarvi sterilmente, in modalità piagnona, parlando, voi, ripeto VOI, di POPOLO. Capisco la disfatta, ma non vi risolleverete così, a Tarquinia come in Italia. Coraggio: fate tarscorrere una quindicina d’anni e poi vi passerà. Passerà anche a quel signore che dicendo due cose in finto dialetto crede di rendersi interessante.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 3 Thumb down 13

  12. @komornicki: ma che bellla scoperta! “le tasse, vanno pagate” sei un luminare! Che vuol dire, che se il Sindaco decide di farci pagare la terra, la casa, due volte, dopo essersela sudata, dobbiamo pagare e zitti? Chi ci amminstra, non PUO’ ignorare il momento difficile che stiamo attraversando tutti e si deve far carico di evitare sprechi e ridurre le spese, piuttosto che mettersi in fila per spremere i cittadini come già sta facendo il governo che non ha ancora varato UNA SOLA misura per la crescita economica del paese. Mi pare che la riduzione dei costi della macchina comunale non sia stat presa neanche in considerazione e per fortuna, “il mercato delle critiche” esiste solo nella tua testa, l’inflazione, purtroppo, no. Le tasse si pagano in proporzione al reddito e al tenore di vita, no a pene di segugio.

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 12 Thumb down 3

  13. Ma tutti questi personaggi, Blasi in testa, che piange lacrime da coccodrillo, seguito dai vari proseliti del blog, tagete, komorcinki, chi credono di incantare? La riduzione o meno delle aliquote IMU, operazione di cui il Comune ( e non Monti) ha competenza, vengono di dolito definite sulla base del preventivo di bilancio, come è successo in tanti comuni italiani, tra i quali Montalto di Castro. Ma nelle varie riunioni con le associazioni, non ultima quella con la CI,A il sindaco ha sempre ribadito che non avrebbe redatto il bilancio prima delle elezioni e che le aliquote sarebbero rimaste invariate. Che diavolo c’entra prendersela con le associazioni sindacali che non sono riuscite a far passare Tarquinia come zona svantaggiata? La CIA di Tarquinia ed altre lo hanno fatto a più riprese, ma l’istanza non è stata accolta. Tra l’altro, lui, che, dopo essere stato sindacalista (sic) ha rivestito vari incarichi politici, dov’era? Poteva iniziarla lui questa battaglia in nome dei tarquiniesi. Perché non l’ha fatto? L’unica cosa certa è che il Comune non ha ridotto l’IMU, perché ci sarebbe stato un buco di bilancio. Ce lo fate vedere questo bilancio? E non sarebbe stato più corretto e trasparente decidere le aliquote dopo averlo presentato? Non sarà che la realtà è che il Comune, come ha fatto con le compensazioni Enel, vuole utilizzare i fondi IMU per creare altre opere pubbliche inutili in vista della prossima campagna elettorale? Avrebbe potuto utilizzarli quei fondi in previsone di una crisi che già si prospettava. Ma, come ha ribadito cinicamente, quanto ingenuamente l’assessore Centini, durante l’ultimo consiglio comunale, è logico che quei soldi siano stati spesi, altrimenti li avrebbero utilizzati la giunta successiva. Giudicate voi se questo è il modo di gestire un fondo che appartiene alla cittadinanza come risarcimento dei danni subiti. Così, ai danni precedenti se ne sono aggiunti altri, come quelli dell’IMU.

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 12 Thumb down 2

  14. Voglio solamente approfittare per replicare al discorso di Alberto Blasi fatto in consiglio comunale, me lo posso permettere per l’amicizia e la stima che ci lega. Sicuramente nell’arringa difensiva sull’aliquote Imu ho condiviso molto delle tue perplessita’ ed ho apprezzato l’impegno di tornarci in un secondo momento dopo leffettivo accertamento del gettito d’imposta, dal tuo punto di vista come consigliere comunale non farebbe una piega visto che hai detto che certe scelte le devi fare perche’ sei chiamato ad amministrare mentre con il cuore ne avresti fatte altre, tutto giusto se non fosse che tu ed altri cinque consiglieri comunali siete chiamati ad amministrare anche l’Universita’ Agraria che chiaramente con queste aliquote IMU andra’ in grossa crisi tirandosi dietro gran parte dell’agricoltura Tarquiniese gia’ in profondo rosso! Dunque tirando le mie personalissime conclusioni ti potrei dire che sei un ottimo consigliere comunale ma un pessimo amministratore dell’Agraria. A questo punto credo sia palese l’incopatibilita’ del doppio incarico di consigliere per tutti l’Imu conferma l’incopatibilita’ tutti i giorni da oggi fino a settembre. Concludo ringraziandoti ancora per la grossa mano che mi hai dato alla rotonda ………

    Hot debate. What do you think? Thumb up 3 Thumb down 6

  15. Caro Alessandro, pensi davvero che il problema IMU sia un problema dell’Università Agraria??? Spero di no, il presidente della Coldiretti non può fare tali semplificazioni altrimenti perde credibilità. Il ruolo del sindacato e le sue colpe non possono essere lavate con lo scarica barile. Le aliquote sono una soluzione parziale. Ciò che produco a Tarquinia costa sempre di più di quello che si produce a Canino, dove non pagano IMU prescindendo dalle aliquote, non pagano i contributi, non pagano il consorzio di Bonifica, e coltivano gli asparagi come me, che di partenza costano la metà. Chi ha fatto qualcosa per risolvere questo problema???? Queste sono le battaglie che deve fare il mondo agricolo di Tarquinia per rimanere competitivo. Deve smettere di fare politica su temi che sono lontani e badare ai suoi interessi concreti, al suo portafoglio. Tuo padre ha fatto quattro anni l’assessore all’agricoltura e tu eri presidente Codiretti con tuo fratello consigliere in comune e un altro all’agraria per favore non parlare di incompatibilità !!!!!!!

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 7 Thumb down 3

  16. Voglio segnalare una cosa che ho letto e condiviso in pieno: la risposta che la Coldiretti ha dato al sig. Sindaco.
    http://www.ontuscia.it/politica/imu-a-tarquinia-battistelli-replica-a-mazzola-quando-la-colpa-e-sempre-degli-altri-34921

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 10 Thumb down 2

  17. Il sindaco con le sue uscite si sta scavando la fossa politica. Affermazioni riguardo all’operato della Coldiretti, della CIA e delle altre associazioni sindacali, promesse riguardo all’IMU, insopportabili operazioni di scaricabarile. Qui la verità è una e tutti la vedono. Questa giunta, forte del suo consenso elettorale, crede di potersi permettere oramai qualsiasi cosa. Deve tenere alte le aliquote per sovvenzionare altre opere inutili ( come il parcheggio vicino alla scuola Dasti ed altre) che le hanno consentito visibilità elettorale. Attenzione cittadini! Il sindaco e questa giunta pensano che dovremmo essere noi, con l’IMU, a compensare la fine dei soldi dell’ENEL. Stanno speculando sulla nostra buona fede, anche su quella di chi gli ha dato il voto. Non facciamoci prendere in giro. Ci facciano vedere le loro previsioni di bilancio. A quel punto potremo vedere fino a che punto è giustificato il loro operato. Attenti soprattutto alla voce lavori pubblici. Su questa voce c’è qualcuno che sta cercando di porre una candidatura a sindaco alle prossime elezioni, quando mazzola non potrà più essere rieletto.

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 8 Thumb down 2

  18. quanta pena vi prendete per mazzola, quanta pena a pensare cosa succederá tra 5 annni, un’ era geologica nella politica odierna. le sconfitte bruciano, serve prenderne atto, per ripartire. qui invece vedo che godete del tormento, contenti voi. un consiglio, fate subito un listone: marzoli, comunisti duri e puri, pdl allo sbando, udc finto, celletti ocome si chiamano, il nome si trova.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 2 Thumb down 19

  19. tcapote cambia modo de scrive se vede chi sei e visto che amministri nun ce fae nfigurone a nasconnete………. e ordina er tubbo che è mejo……..

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 8 Thumb down 1

  20. @ tcapote

    Guarda, che le persone la pena non se la prendono per Mazzola, ma per sé stesse. A tutti gira il culo che devono pagare il massimo di IMU, quando è nelle facoltà di Mazzola di ridurlo, come ha fatto Carai, il suo collega di partito. Quanto a quello che succederà tra cinque anni, a chi deve pagare l’IMU al massimo livello, su terre che oramai rendono nemmeno la quinta parte di una palestra, non frega proprio niente. Sono problemi tuoi e di quelli che sostieni. Né rappresenta un problema se ci sarà un listone con quei soggetti che tu citi. E comunque, Celletti, se non altro, ve l’ha schiodata chiara, senza mezzi termini. Con queste aliquote IMU avete penalizzato i ceti più produttivi. Bella mossa per un partito che si dice di sinistra.

    Well-loved. Like or Dislike: Thumb up 10 Thumb down 1

  21. insomma se sono I CETI PIÚ PRODUTTIVI va bene che paghino, no? mamma mia ma come ragionate, nemmeno sapete darvi ragione da soli.

    Hot debate. What do you think? Thumb up 2 Thumb down 6

  22. Mbè sipproprio la dovemo dì tutta è proprio de sinistra quello che hanno fatto: morte aa li padroni, che siano essi terraioli, artiggiani, piccolindustrali e via…….. Sta cosa è tristemente de sinistra………. caro sinnico te see scordato de dì che senza zozzi padroni che rischiono le ciappett e danno tanto lavoro allartri, mo magnavate…….. a proposito, ma che lavoro faceve te??????

    Hot debate. What do you think? Thumb up 4 Thumb down 4

  23. @ Alessandro Serafini
    sul doppio incarico sono d’accordo, dovrebbe essere precluso per legge.
    resta inteso che la differenza non la fa il fatto di essere consiglieri nei due Enti ma bensì la capacità di fare scelte il più possibile vicine alle necessità dei cittadini, evitando strumentalizzazioni politiche su falsi problemi.
    per quanto riguarda l’imu sui terreni UA il punto di arrivo é il pagamento diretto da parte del concessionario, cosa che diminuirà notevolmente gli importi equiparandoli a quelli che ognuno paga già per la propria azienda, ovviamente il tutto solo dopo aver regolarizzato le pendenze UA verso Comune relative ai periodi precedenti alla nefasta sentenza.
    concordo pienamente e ricambio, lo sai, su stima e amicizia, un pò meno sul pessimo amministratore UA (scherzo)

    Thumb up 1 Thumb down 3

  24. Io farei pagare a chi si avvale di impianti e immobili che sono di proprietà pubblica per gestire attività personali. Inoltre mi sembra che l’orientamento generale, e in special modo quello della sinistra a cui ( ma forse mi sbaglio) appartiene l’attuale giunta, sia di colpire la rendita parassitaria e non chi produce ricchezza, che, anzi, dovrebbe usufruire di sgravi fiscali in modo da reinvestirli. La tua logica veterostalinista ha contribuito ad affossare la piccola e media impresa, che rappresentava il motore pulsante del paese e che garantiva più occupati dei grossi comparti aziendali industriali. Quindi, caro tcapote, sei tu che devi metterti d’accordo con te stesso.

    Thumb up 3 Thumb down 2

Lascia un commento