Tarquinia in Rosa per combattere il tumore al seno. E il 20 maggio tutti a Roma per la Race for the Cure

Pubblicato il 06 mag 2012 con Nessun Commento

(s.t.) Informazione e prevenzione sono due parole chiave, due parole che possono valere la salute, persino la vita. È su questo concetto, nonché sul vivo desiderio di aiuto e solidarietà, che nasce e si fonda la Race for the Cure, manifestazione ideata e organizzata dalla Susan G. Komen Italia che unisce sport, divertimento ed impegno sociale e che insegue un ambizioso proposito: esprimere solidarietà alle donne che si confrontano con il tumore del seno e di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione.

Una corsa, su un tracciato romano di 5 kilometri (o, in alternativa, una passeggiata su un percorso alternativo di 2 kilometri) alla quale chiunque, negli anni, abbia partecipato non riesce a non ritornare: per l’emozione, il coinvolgimento di un evento unico, che colora Roma di un vivace arcobaleno e, in particolare, di rosa. Perché quello è appunto il colore delle “Donne in Rosa”, donne che hanno affrontato personalmente il tumore del seno e che, per dimostrare l’atteggiamento positivo con cui si confrontano con la malattia, scelgono di rendersi intenzionalmente visibili indossando una maglietta ed un cappellino rosa.

La tredicesima edizione della Race for the Cure è in programma il prossimo 20 maggio, come sempre con partenza dalle Terme di Caracalla, e sarà l’ennesimo bagno di folla: nel 2011 la Race ha registrato una partecipazione di pubblico superiore alle 53.000 persone, mentre a livello nazionale, con le edizioni di Bari, Bologna e Napoli, l’ammontare complessivo dei partecipanti ha ormai superato quota 80.000.

Tarquinia sarà protagonista anche quest’anno, dopo il già grande coinvolgimento della scorsa edizione, quando numerosi pullman mossero alla volta della Capitale per accompagnare i tanti, divertiti protagonisti cittadini alla corsa. La squadre Velia, che oltre alla Città etrusca raccoglie i partecipanti di altri comuni del comprensorio, nel 2011 giunse terza nel computo totale della “gara”, dimostrando un impegno sociale ed un’attenzione al tema straordinari.

E il 2012 nasce sotto auspici e con ambizioni ancora maggiori: da questa base nasce la serie di iniziative denominata “Tarquinia in Rosa”, scattata durante l’ultima fiera e pronta a colorare la Città del colore simbolo dell’evento, coinvolgendo quanti più cittadini possibili. A partire da due simboli monumentali di Tarquinia, la torre di Castello ed il Torrione, che sino al giorno dell’evento saranno illuminati di rosa.

Nel frattempo, anche i negozi, le realtà sociali cittadine ed i singoli abitanti sono stati coinvolti nella colorata iniziative: in questi giorni dedicati all’informazione circa la prevenzione del tumore al seno, molte vetrine sono state allestita con il rosa come elemento dominante, così come su molte porte e balconi stanno comparendo splendide coccarde. Gli organizzatori, anzi, invitano commercianti, artigiani e chiunque altro voglia esporre il simbolico fiocco a contattarli, così da tappezzare letteralmente la Città.

Ma l’opera di “Tarquinia in Rosa” è soprattutto divulgativa ed informativa: durante la fiera, un apposito stand ha informato molte donne e ragazze sui temi della prevenzione, e giovedì scorso si sono tenuti due importanti incontri a carattere informativo. Ad incontrare prima gli studenti delle scuole superiori, quindi i cittadini è stato il dottor Stefano Magno, dirigente medico di Chirurgia senologica presso il Policlinico Gemelli di Roma, che ha portato a conoscenza degli interessati presenti alcuni aspetti fondamentali della prevenzione e della cura del tumore al seno: primi tra tutti, l’importanza di una diagnosi precoce e, di conseguenza, della stretta collaborazione tra medico e paziente. Buona parte dell’intervento del dottor Magno è, peraltro, disponibile nei video realizzati nell’occasione e pubblicati in coda all’articolo.

Naturalmente, tutto questo insieme di iniziative – comprese delle mostre previste per inizio giugno ed una giornata di chiusura, il 9 giugno, dedicata all’alimentazione ed alla salute – vivranno il momento clou nella “spedizione” tarquiniese alla Race, il prossimo 20 maggio. Per iscriversi o chiedere informazioni è possibile contattare il numero 335 5331123 o scrivere una mail a L’extra < laripa@lextra.info >. La squadra Velia ha anche una pagina Facebook: “squadra velia”.

L’extra cercherà di seguire e promuovere quanto possibile, tramite le sue pagine, Tarquinia in Rosa, dedicandole spazi e colore, oltre che seguendo le singole iniziative, prima tra tutte la Race for the Cure del prossimo 20 maggio.

Immagine anteprima YouTube

Immagine anteprima YouTube

Immagine anteprima YouTube

 

Nessun commento

Non ci sono ancora commenti su Tarquinia in Rosa per combattere il tumore al seno. E il 20 maggio tutti a Roma per la Race for the Cure. Vuoi lasciarne uno tuo?

Lascia un commento