Tarquinia, successo dell’iniziativa sociale di sensibilizzazione al diabete

Riceviamo e pubblichiamo

Il-Vice-Sindaco-Renato-Bacciardi-in-visita-all'iniziativa-di-sensibilizzazione-al-diabete,-con-Daniela-Cioci-e-Vincenzo-Presciutti-del-Cisom-e-Alessandro-Sacripanti-dell'AEOPCÈ stato un vero successo di partecipazione quello registrato sabato 27 giugno in piazza Cavour a Tarquinia, dove nel corso dell’iniziativa sociale organizzata dal Cisom “Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta” e Aeopc Italia Onlus “Protezione Civile”, sono stati consegnati in forma gratuita100 di dispositivo medico di ultima generazione per la misurazione della glicemia.

A darne notizia è il Responsabile del Cisom di Tarquinia il Dott. Vincenzo Presciutti, che si è fatto promotore insieme al suo gruppo per la gestione sanitaria dell’evento. “Abbiamo potuto recuperare questi importanti apparati – riferisce Presciutti – che sono di fondamentale aiuto a chi soffre o sa di poter avere le prime avvisaglie riferite al diabete. Sappiamo che questi apparati sono costosi e per questo avendo avuto l’opportunità di averne una particolare partita, abbiamo deciso di donarli alla collettività organizzando questa giornata sociale. Ringraziamo anche il medico, Dott. Enrico Centini del gruppo Abc dell’Ordine di Malta che insieme ai volontari si è messo a disposizione per fare la visita preliminare ai numerosi cittadini intervenuti. Ringrazio Don Augusto Baldini parroco di San Giovanni che ha fortemente sostenuto questa importante iniziativa, voluta in concomitanza con la festa di San Giovanni”.

“Un ringraziamento – continua Presciutti – al Presidente dell’Aeopc Italia Alessandro Sacripanti e al suo gruppo di volontari, che con grande dedizione si sono messi hanno collaborato all’allestimento in piazza di tutta la logistica con tenda di protezione civile e gazebo. Un ringraziamento va all’amministrazione comunale ed in particolare al Vice Sindaco Renato Bacciardi che ha voluto essere presente all’iniziativa sociale”. Una giornata importante che ancora una volta ha visto il mondo del volontariato unito, per la riuscita di eventi sociali che sono di fondamentale rilevanza per la collettività come la sensibilizzazione al diabete.

Tarquinia, presentato oggi il programma delle manifestazioni estive

Riceviamo e pubblichiamo

Eventi_Estate_TarquiniaMusica, cinema, teatro, buona tavola e tanto altro ancora: sono questi gli elementi salienti del calendario delle manifestazioni estive. Confermatissimi il “DiVino Etrusco”, giunto alla nona edizione, che si svolgerà dal 31 luglio al 2 agosto nelle vie del centro storico, e il festival “Notturni – Tra le vie della musica”, con quattro concerti in programma ogni giovedì, dal 23 luglio. Grande teatro al chiostro San Marco con cinque appuntamenti, il primo dei quali vedrà salire sul palco il 14 luglio, alle ore 21.30, la bravissima attrice Cinzia Leoni con l’esilerante spettacolo Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati.

Dal 29 luglio, all’ex mattatoio comunale, riprenderà la rassegna cinematografica “Cin’e’ Cucina, riso all’inglese” (associazione La Lestra). Dal 2 agosto, al Lido, presso la sede dell’AVAD, si aprirà la X edizione del Porto Clementino Festival. All’Ara della Regina, il 12 agosto, si terrà lo spettacolo “Prospettive Etrusche” (STAS). Estate tempo di sagre con la “Sagra del Cinghiale” (Pro Loco Tarquinia), dal10 al 12 luglio, la “Sagra del Melone” (comitato di quartiere San Martino), il 18 e 19 luglio, la “Grigliata d’Estate” (associazione Mec&Mec), dal 5 al 9 agosto, e le “Sere della Tagliata” (cooperativa Terra&Mare), dal 7 al 9 agosto. Imperdibili concerti il 4 luglio, alle ore 21, al palazzo comunale, con l’Accademia Tarquinia Musica; il 9 luglio, alle ore 21.30, in piazza Soderini con la Philadelphia Jazz Orchestra; l’11 luglio, alle ore 21, nella chiesa di Santa Maria in Castello, con l’associazione musicale “Giacomo Setaccioli”; il 14 luglio, alle ore 21.30, presso l’ex mattatoio con l’associazione La Lestra. Grande spettacolo equestre dal 24 al 26 luglio, al Lido, con Tarquinia Horse Show (associazione Maremma Hold Style). La sera di Ferragosto, immancabili i fuochi di artificio in riva al mare, al Lido.

L’Anmi di Tarquinia assegna sabato le borse di studio alla memoria di Alessandro Bellucci

Alessandro_BellucciSabato 4 luglio alle ore 10,30 , presso l’aula magna del plesso Ettore Sacconi in via Umberto I, avrà luogo la cerimonia di conferimento delle borse di studio alla memoria del “Cav. Alessandro Bellucci” assegnate dall’associazione nazionale Marinai d’Italia gruppo “F.lli Nardi” di Tarquinia ai ragazzi delle classi terze dei plessi “Sacconi” e “Dasti”.

Interverranno il consigliere nazionale A.N.M.I. Ammiraglio Mario D’Arrico, il delegato regionale A.N.M.I.Ammiraglio Attilio Gambino con la consorte la scrittrice Prof. Luisa Gorlani, le autorità comunali, il dirigente scolastico Prof. Dilva Boem e la famiglia Bellucci. Nel corso dell’evento verranno premiati gli studenti risultati vincitori delle borse finanziate dall’A.N.M.I., verranno consegnate le borse di studio a coloro che avranno superato gli esami di Stato con una valutazione complessiva di 10 e lode.

Continua dunque l’impegno della locale sezione dei Marinai d’Italia verso i ragazzi più giovani, sostenendo l’impegno e la meritocrazia assoluta. L’evento è aperto a tutti coloro volessero partecipare. Dopo la cerimonia seguirà un sobrio rinfresco. 

Memorial Piva: Golosone senza freni, e i Boddi Loddi strappano la terza piazza

MemorialPiva2015-10Sarà l’ultima giornata della fase a gironi, quella di giovedì, a decidere in un bel confronto diretto chi tra CG Calcio e Tarquinia UTD strapperà il quarto posto – e quindi la qualificazione ai quarti – nel Girone B del Memorial Gabriele Piva.

È quanto sancito dalle partite del lunedì sera, che spingono di nuovo Il Golosone in testa al raggruppamento – a punteggio pieno come L’extra-CarpeDiem, ma con una migliore differenza reti: sarà decisivo il confronto diretto di giovedì sera – ed assegnano matematicamente il terzo posto ai Boddi Loddi.

Proprio questi ultimi hanno la meglio su CG Calcio, che via via sta smaltendo lo scotto del debutto guidata dai suoi ragazzi di maggiore esperienza: per i Boddi Loddi, però, si chiude con sei punti ed un buon terzo posto un girone giocato bene, con la piacevole sorpresa di un Gabriele Tamiri efficace e continuo.

Ancora tanti gol, invece, per Il Golosone, che passa 9 a 1 sul Tarquinia UTD guidato ancora da un superbo Martelli e nonostante la prova tra i pali avversari di un grande Massimo Stefani. Debutto al Memorial, nell’occasione, anche per il giovane Alessio Marzi, figlio d’arte ma non tra i pali.

Stasera l’ultima pausa dei gironi, poi due serate da urlo: tra mercoledì e giovedì si decide praticamente tutto dello schieramento dei quarti, con sfide da dentro e fuori per la passione del pubblico della Lanterna. Da ieri sera, intanto, spazio ai sondaggi su L’extra: miglior giocatore, miglior portiere e giovane rivelazione.

Festival della Complessità: due conferenze a Tarquinia sabato 4 luglio

Riceviamo e pubblichiamo

Tarquinia - Palazzo dei PrioriIl “Festival della Complessità” torna a Tarquinia con due conferenze-conversazioni in programma per sabato 4 luglio. La prima ha il titolo “Tarquinia e il mare che univa” ed è a cura di Fulvio Fiorino. Si svolgerà dalle ore 20,30 alle 21,45 presso la Chiesa di San Pancrazio, via delle Torri.

Il Mediterraneo è un mare che per secoli ha diviso e unito i popoli che ne abitavano le coste. Gli antichi marinai furono audaci esploratori e commercianti. Le rotte che tracciarono diedero vita a vasti e potenti sistemi commerciali. Roma fece dell’area mediterranea un unico grande sistema: la prima e unica globalizzazione del Mediterraneo. Una rilettura sistemica di antiche vicende può aiutarci a comprendere alcune caratteristiche dei sistemi complessi e alcuni aspetti della globalizzazione che stiamo vivendo.

Fulvio Forino
Ideatore e coordinatore del Festival della Complessità, Presidente di Dedalo 97, ha maturato una lunga esperienza come Direttore Sanitario Ospedaliero e Aziendale. Impegnato nella ricerca, nell’insegnamento e nell’applicazione dei principi dell’approccio sistemico al management, alla medicina e alla formazione, docente in decine di eventi formativi e in diversi master e corsi universitarie, è autore di saggi e articoli.

Il titolo della seconda è “Il Sale e il Mare” a cura di Beatrice Casocavallo
Avrà luogo dalle ore 21,45 alle ore 23,00 presso la Chiesa di San Pancrazio, via delle Torri. Previsto anche un aperitivo.

Il Mediterraneo ha sempre rappresentato un luogo di contatti tra le civiltà e un ampio sistema di scambi. Su questo Mare si affacciavano popoli e territori con grandi capacità produttive e commerciali: si pensi al grano della sicilia e della Sardegna e dei territori delle coste del Lazio. Altro elemento fondamentale nelle economie antiche è il sale. Dalla documentazione archeoplogica abbiamo attestazion i dello sfruttamento delle saline già dall’epoca protostorica, fonti storiche e archeologiche ci accompagnano in questo viaggio nel tempo: dall’emporion greco di Gravisca attivo dal VII secolo a.C. fino al pieno medioevo con il porto di Corneto.

Beatrice Casocavallo
Laureata in Lettere con indirizzo in Archeologia Medievale presso l’Università di Roma “La Sapienza” . Specializzata in Archeologia tardoantica e medievale alla I Scuola di Specializzazione di Roma. Dal 1995 dipindente del Mibact presso la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria meridionale ora confluita nella Sorpintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria meridionale. Svolge l’incarico di sub-consegnatario presso il Museo Nazionale di Tarquinia, fa parte dal 2010 del Servizio per il Medioevo e l’Archeologia Cristiana.
Collabora con la cattedra di Archeologia Medievale dell’Università di Roma “La Sapienza” allo scavo dell’insediamento rupestre di santa Restituta a Tarquinia e con L’università della Tuscia di Viterbo cattedra di Arcehologia Medievale allo studio delle realtà rupestri di carattere sacro. Specialista delle problematiche relative alle produzioni ceramiche medievali del Lazio. Curatrice di cataloghi di mostre ha pubblicato articoli su riviste italiane e internazionali.

“Gli Ambulanti di Forte dei Marmi” approdano a Tarquinia Lido domenica 5 Luglio

Riceviamo e pubblichiamo

il mercato di Forte dei Marmi a MontaltoIl refrigerio del mare nella calura estiva… abbinato a una bella giornata di shopping. Cosa c’è di meglio? Domenica 5 luglio, la qualità de Gli Ambulanti di Forte dei Marmi approda al Lido di Tarquinia per un evento speciale che da sempre attrae migliaia di visitatori.

Tutto il meglio del Made in Italy artigianale per l’estate 2015, niente cineserie di scarso pregio ed imitazioni, solo qualità al prezzo migliore! Le famose “boutiques a cielo aperto” (come vengono definite sui TG nazionali) apriranno domenica 5 luglio per la festa dello shopping più glamour a Tarquinia Lido, Viale dei Tritoni, dalle 8 alle 21. L’estate è ormai arrivata con tutta la sua vitalità, e i famosi ambulanti toscani torneranno dunque nel Lazio (dove sono sempre attesissimi, oltre 10mila le presenze raggiunte quest’anno a Viterbo e Roma), per riportare anche qui le magiche atmosfere del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita.

Tante idee per gli acquisti in un autentico spettacolo di bancarelle e di pubblico, che, non a caso, viene ormai comunemente definito “evento”. La definizione non è casuale, ma vuole sottintendere l’unicità (nel panorama nazionale) e la valenza prima di tutto culturale, oltreché commerciale, della proposta. Non a caso, ormai, si parla del Consorzio Gli Ambulanti di Forte dei Marmi (non solo in Italia ma anche all’estero) come di una “eccellenza italiana”. Il Consorzio (marchio unico originale e registrato), nato nel 2002 dall’unione di alcuni dei migliori banchi presenti a Forte dei Marmi, con lo scopo di renderne itinerante lo spettacolo nelle piazze nazionali, è stato da allora oggetto di diversi tentativi di imitazione, peraltro lontanissimi dall’originale. Cosa c’è, invece, di più originale di decine di ambulanti d.o.c. (anche se, in questo caso, il termine è quanto mai riduttivo), tutti provenienti dallo storica e blasonata location di Forte dei Marmi, una delle mete più esclusive del turismo mondiale? Sui grandi banchi di vendita, è possibile trovare il meglio dell’artigianato italiano di qualità: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale (borse e scarpe), la migliore produzione di cachemire, pellicceria, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux, raffinata arte fiorentina.

La qualità è sempre rigorosamente declinata anche con la massima convenienza. Bandite per statuto imitazioni e “cineserie” di scarso pregio, è sui banchi de “Gli Ambulanti di Forte di Marmi” che si trovano le nuove tendenze della moda, spesso riprese anche da tanti fashion blogs e magazines femminili. “Il nostro è un invito – spiega il Presidente del Consorzio Andrea Ceccarelli – a diffidare di ogni tentativo di imitazione e valutare, invece, passando direttamente tra i nostri banchi, la qualità delle nostre merci e l’immagine coordinata delle nostre bancarelle. Il nostro marchio è ormai sinonimo di shopping esclusivo e conveniente”. Per conoscere nel dettaglio il calendario completo delle date dello show itinerante de Gli Ambulanti di Forte di Marmi è possibile consultare il sito web ufficiale (attenzione ai “fake”) www.gliambulantidifortedeimarmi.it, dal quale si accede anche alla pagina Facebook ed alla App del Consorzio.

Il 10 luglio a Tarquinia consiglio comunale sul futuro dell’ospedale

L'ospedale di Tarquinia«Si terrà venerdì 10 luglio, alle ore 16, un consiglio comunale sul futuro dell’ospedale di Tarquinia». Lo comunica il sindaco Mauro Mazzola, che ha incontrato questa mattina il direttore generale dell’Asl di Viterbo Luigi Macchitella.

«Il direttore generale Macchitella parteciperà all’assemblea per illustrare piani e obiettivi sul presidio. – prosegue il primo cittadino – Nella riunione ho fatto presente tutte le criticità che riguardano la struttura: dal rafforzamento del personale medico e infermieristico ai lavori di ristrutturazione, fino all’importantissima questione del reparto di ostetricia e ginecologia. Occorrono molta collaborazione e meno chiacchiere. Inoltre si devono condannare disfattismo e demotivazione, perché peggiorano la situazione, diminuendo esponenzialmente la speranza di mantenere o, dove possibile, rilanciare servizi di eccellenza già attivi all’interno dell’ospedale».