Fa tappa venerdì 24 aprile all’Argentario la regata Lunga Bolina

LaLungaBolina2014.fTaccola._FTO2554Venerdì 24 aprile l’Argentario ospiterà una delle regate veliche di maggior richiamo in ambito internazionale. Transiterà infatti nelle acque del Promontorio la sesta edizione della Lunga Bolina-Trofeo DHL, gara di punta del calendario della Sezione Vela del Circolo Canottieri Aniene, sponsorizzata da DHL Express Italy, leader delle spedizioni espresse internazionali. Un percorso di 160 miglia con partenza dal porto turistico di Riva di Traiano (Civitavecchia) nel pomeriggio di venerdì. Il percorso prevede passaggi davanti al Monte Argentario e alle isole di Giannutri, Giglio, Montecristo e Formiche di Grosseto, e arrivo nuovamente a Riva di Traiano, stimato per domenica 26 aprile. Una navigazione che l’anno scorso ha attirato sulla linea del via quasi 60 imbarcazioni d’altura, che si sono date battaglia in quella che è già considerata una delle regate più belle del Mediterraneo.

Le barche arriveranno a Porto Ercole sul lungomare alla banchina dei Circolo Nautico e della Vela venerdì intorno alle ore 17, il vincitore della tappa recapiterà al Sindaco una busta DHL e riceverà sempre dal Sindaco il Trofeo per la vittoria della tappa.

Mtb Santa Marinella: domenica col sorriso per Eros Capati, sua la vittoria al Trofeo Avis Baschi

Riceviamo e pubblichiamo

Baschi Pilley-Gatti-CapatiSono passati circa 360 giorni da quando a Baschi (Terni) Giovanni Gatti aveva lasciato il segno vincendo per distacco il Trofeo Avis Baschi: quest’anno a recitare la parte del protagonista in terra umbra è stato il giovane under 23 Eros Capati sul percorso lungo di 42 chilometri.

Il neo acquisto della Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini è stato artefice di una parte iniziale di gara nella quale ha dettato legge con il supporto dei compagni di squadra Morgan Pilley (quarto assoluto e secondo di categoria open) e Giovanni Gatti (24esimo assoluto e quinto tra gli open). Tra gli juniores, il fratello minore Daniele Capati ha colto una pregevole terza posizione dietro Franco Casella (Celeste Kento Avvenia) e Leonardo Assettati (Drake Team Nw Sport).

Nonostante la sorte avversa che ha visto il trio di testa santamarinellese ,alle prese con vari problemi meccanici e la testa della corsa in bilico, con autorità Capati ha ripreso il comando della gara e ha tenuto duro per arrivare da solo al traguardo con il tempo di 1.42’52” lasciandosi alle proprie spalle Leonardo Caracciolo (Centro Bici Team Terni) e Alessandro Peruzzi (Grams Bike). Eros Capati ha trionfato in sella a una bici Timebike di Giuseppe Caprio, un marchio di qualità e di garanzia per tutte le specialità del ciclismo.

Altra giornata col sorriso per Daniele Tulin che in crescendo di condizione ha strappato un promettente quinto posto di categoria master 3 nel percorso medio alla Marathon del Monte Calvo di Amaseno (Frosinone). Ancora mountain bike ma stavolta nella cross country della Cimina Cup che ha registrato il quinto posto assoluto di Federico Forti (primo tra i master 2) sempre più a suo agio in questo tipo di disciplina così come per Gianluca Marinucci (secondo tra gli M4), Massimiliano Chiavacci (ottavo tra gli M3), Mauro Gori (quinto tra gli M5), Claudio Albanese (ottavo tra gli M5) e Matteo Bracaccia (dodicesimo tra i master 5).

Domenica su strada per la polivalente biker Mariangela Roncacci che figurava tra i 1136 partenti della Granfondo La Garibaldina a Mentana con una punta di sfortuna nel finale del percorso lungo di 134 chilometri dove ha subito due forature: a coronamento dell’impegno profuso è riuscita a portare a termine la prova nonostante i “capricci” delle ruote. Più fortunata la gara di Fabrizio Maschietti che ha chiuso in 17° posizione assoluta e quarto di categoria tra i master 3.

La vittoria di Capati a Baschi e i bei piazzamenti sui restanti campi gara di Viterbo, Amaseno e Mentana ricompensano i sacrifici e l’impegno degli atleti che mai si aspettavano un inizio di stagione così arrembante per la felicità del presidente Stefano Carnesecchi e del suo vice Fabio Pisanelli.

Nuoto: Luca Mencarini è oro agli Italiani assoluti

mencarini dopo la vittoria(f.e.) Agli assoluti italiani di nuoto Luca Mencarini si tinge d’oro. Titolo italiano, record personale fermandosi a tre decimi e mezzo dal tempo limite per la qualificazione iridata (1’57″1): Luca Mencarini, tarquiniese ed enfant prodige del dorso azzurro, si prende tutto agli assoluti italiani di Riccione con una gara di ottimo livello e conferma che in questa specialità potrebbero arrivare tante soddisfazioni in futuro. Oro al termine di una bellissima rimonta nei 200 dorso con il tempo di 1’57’’45. L’ottimo crono stampato dal tritoncino gli permette di chiudere davanti al favorito Ciccarese, in 1’58’’63. Il dorsista non è nuovo a queste imprese. Medaglia d’oro nel 2013 nei 200 metri ai mondiali juniores di Dubai, sesto posto di assoluto rilievo agli europei 2014 svoltisi a Berlino. Per il portacolori della Canottieri Aniene e Fiamme oro si tratta comunque di un risultato straordinario, in relazione alla giovane età e ai margini di miglioramento che lo potrebbero rendere grande protagonista dei prossimi appuntamenti internazionali, magari fino alle Olimpiadi di Rio, tra due anni.

Vela, assegnato a Porto Ercole il campionato italiano classe j24

Grande evento velico a Cala Galera e all’Argentario che dal 30 maggio al 2 giugno 2015 ospiteranno la XXXV° edizione del Campionato Italiano della classe monotipo a chiglia fissa più popolare al mondo: la classe J24. La manifestazione viene organizzata dal Circolo Nautico e della Vela Argentario in collaborazione con l’Associazione di Classe J24 ed il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Monte Argentario, oltre al supporto del Marina di Cala Galera. Dunque il CNVA dopo aver ospitato l’evento nel 1988, nel 2000 e nel 2006, a distanza di 9 anni torna ad essere protagonista per i J24.

E per l’Argentario si tratterà di una promozione su scala internazionale che arriva proprio all’inizio della stagione turistica. Intanto è stato preparato il logo di questa edizione di Porto Ercole pensato con un forte richiamo al tricolore in presenza dell’immagine istituzionale della classe e del guidone del circolo organizzatore. Il Campionato sarà “open” cioè aperto agli equipaggi stranieri che in quasi tutte le edizioni non hanno mancato di essere presenti. Per l’edizione 2015 sono attesi equipaggi dalla Germania, dall’Ungheria e dagli Stati Uniti.

Il J24 è il monotipo a chiglia fissa più popolare del mondo. È stato progettato da Rod Johnstone nel 1976 e nei primi venti anni sono stati prodotti oltre 5200 scafi. Oggi a distanza di quasi 40 anni dalla sua nascita la classe è presente in circa 45 paesi con oltre 100 flotte attive.

Lazio, Umbria e Toscana: domenica di grandi piazzamenti per la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini

Morgan-Pilley-mtbsan-val-di-merseTriplice impegno per i bikers della Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini in giro per gli sterrati di Lazio, Umbria e Toscana: un podio e svariati piazzamenti nei primi dieci, merito della grande volontà di fare risultato ed onorare gli impegni agonistici di domenica in domenica.

Tutto il meglio della mountain bike nazionale era a Rosia (Siena) per la Granfondo Val di Merse: tra i big Francesco Casagrande (Cicli Taddei), Daniele Mensi (Scapin Soudal) e Francesco Failli (Cicli Taddei) anche il team santamarinellese ha dato il meglio con i bei piazzamenti di Morgan Pilley (sesto assoluto e quinto tra gli open), Jeferson Benato (undicesimo tra gli élite sport), Giovanni Gatti (dodicesimo tra gli open), Daniele Capati (ottavo tra gli juniores), Eros Capati (sedicesimo tra gli open), Emanuele Zena (45° tra i master 4) e Gianluca Piermattei (40° tra i master 3).

Nella Granfondo del Lago di Bracciano dai grandi numeri alla partenza, a rendere onore al classico appuntamento organizzato da Arnaldo Montanini, tra gli storici main sponsor della squadra di Santa Marinella, sono stati Lorenzo Borgi (terzo tra i master 5), Daniele Galletti (quarto tra i master junior), Daniele Tulin (undicesimo tra i master 3), Giuseppe Girardi (sedicesimo tra i master 7+) e Matteo Bracaccia (66° tra i master 2).

Una traccia verde-fluo anche a San Gemini nella Granfondo Antica Carsulae dove Kristina Kpnvisarova e Daniela Stefanelli del Team Cingolani Specialized hanno fatto le cose in grande con il rispettivo primo e secondo posto ma nella bagarre per il podio è stata protagonista anche Mariangela Roncacci che ha colto la quinta posizione di categoria master donna 1 dietro Nadia Pasqualini (Bici Adventure Team) e Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni).

Argentario, presentata la stagione 2015 del polo

Polo-Sport©-fifranck-Fotolia.com1_Inizierà nella seconda decade di luglio e si protrarrà fino alla seconda metà di agosto la stagione 2015 dell’Argentario Polo Club. Lo ha reso noto la stessa associazione alla quale l’amministrazione comunale di Monte Argentario riconosce, attraverso la concessione del patrocinio, la valenza che questo sport ha sul territorio dal punto di vista turistico.

Quattro sono i tornei in programma, salvo modifiche dell’ultima ora. Inaugurala stagione al campo delle Piane la Silver Cup, 6-10 handicap, in programma dal 23 al 26 luglio. Quindi sarà la volta di un’altra manifestazione tradizionale, la Monte Argentario Gold Cup (stessi handicap) dal 29 luglio al 2 agosto. Nelle stesse giornate si disputerà anche la Summer Cup (hp 4-6). A concludere la serie dei tornei sarà, dal 4 al 16 agosto, la Coppa Italia F.I.S.E. (hp 4-6).

Info: www.argentariopoloclub.com; [email protected].

Grotte Santo Stefano cammina con il Walk in Tuscia 2015

Walk-a-Grotte-S.SRiceviamo e pubblichiamo

Parte bene il Walk in Tuscia 2015 con la prima tappa che si è svolta domenica 12 Aprile a Grotte S. Stefano, sfruttando la bellissima giornata primaverile, con un successo di partecipanti che va al di la delle più rosee aspettative.

Ritrovo e partenza presso il campo sportivo con l’ottima organizzazione del “Grotte che cammina” curata dalla Polisportiva Ferentum del Presidente Prof Orlando Serafini e collaboratori, insieme all’Ecomuseo della Tuscia. Bello il percorso di 12 Km. che dopo l’attraversamento da parte dei numerosi partecipanti, per tutta la lunghezza dell’abitato di Grotte, si è insinuato nella macchia di Piantorena fino alla località del parco archeologico del Santissimo Salvatore. Oltre alla piccola chiesa omonima risalente al, XV secolo è stata organizzata una visita ai resti di un antico convento, una torre medievale che stava a guardia del vicino castello di Montecalvello e alcune case ipogee utilizzate anche come nascondigli dai “briganti” di fine Ottocento. Fra queste ve ne sono alcune adibite a colombaie, scavate alle pareti con il tipico sistema a nicchiette sovrapposte che, fin dall’età romana e poi nel Medioevo, furono utilizzate per l’allevamento dei colombi a uso commerciale. Sia le case ipogee sia i colombai si trovano sulle pareti delle rupi, ai fianchi dello sperone tufaceo che costituisce il pianoro di Piantorena, molto probabilmente già abitato nel periodo etrusco. Nel Parco archeologico è stato organizzato il primo ristoro a base di frutta per i partecipanti, mentre il secondo al ritorno al campo sportivo ha avuto il sostegno della Coldiretti con degustazione di prodotti tipici del territorio. Premio di partecipazione per tutti offerto dai produttori avicoli locali e conviviale finale presso l’Agriturismo “Il Casaletto” per completare nel migliore dei modi la splendida giornata a contatto con la natura.

Appuntamento per tutti gli appassionati domenica 26 aprile a Valentano con la seconda tappa del Walk in Tuscia, con una bella camminata intorno al lago di Mezzano.