“È, senza meno, di più”: weekend a teatro al Nuovo Sala Gassman di Civitavecchia

TeatroGassmanNuovaSalaAl Teatro Nuovo Sala Gassman di Civitavecchia, il weekend affidato allo spettacolo, diretto da Enrico Maria Falconi, “È, senza meno, di più”, in scena il 30 e 31 gennaio alle ore 21 ed il primo febbraio alle ore 19.

“Sognato, scritto e diretto” da Enrico Maria Falconi – così recita testualmente la presentazione – lo spettacolo avrà come protagonisti, oltre all’autore, Claudia Crostella, Patrizio De Paolis, Rachele Giannini, Valerio De Negri, Raffaele De Simone, Claudia Mordanini, Valentina Donazzolo, Fabio Porchianello e Paola Pelliccia.

A seguito di una storia d’amore finita, Luigi decide di diventare frate missionario in Africa, mentre la sua ex decide di sposarsi con il suo storico spasimante. Una settimana prima del matrimonio di Maria, Fra Luigi torna a Roma e gli amici, pur di non dargli l’ennesima delusione, preferiscono non raccontargli del matrimonio. Da qui un susseguirsi di bugie a cui partecipa la stessa ex fidanzata di Luigi e da cui riemerge, a poco a poco, un passato mai esaurito. Una storia in cui, come nella vita, la bugia nasconde sempre una sottile verità.

Il biglietto d’ingresso ha un prezzo di 10 euro; ridotto (Soci Cral Comune, Auser, Under 18) a 8 euro. Per info e prenotazioni è possibile contattare i numeri 331 3497182 o 0766 672382.

Francesca Reggiani debutta al Padovani di Montalto con “Il futuro di una volta”

Francesca-ReggianiDebutta al teatro Lea Padovani il nuovo spettacolo di Francesca Reggiani venerdì 30 gennaio alle ore 21. “Il futuro di una volta” è uno sguardo rivolto al passato e al presente per porci domande ironiche e dai risvolti amari. In questo spettacolo Francesca Reggiani s’interrogherà sull’idea di futuro, quella che ci apparteneva una volta, legata alle speranze e agli obiettivi. Un teatro d’immaginazione, su un futuro disatteso, con l’ironia e la personalità irresistibile di un’attrice che incanta e cattura l’attenzione e la simpatia del pubblico di tutti i generi e di tutte le età.

Il teatro Lea Padovani di Montalto si conferma come “Casa accogliente” degli artisti italiani che portano così in anteprima nella Tuscia le loro opere, per poi confermarsi negli applausi e nel gradimento di tutti gli altri teatri d’Italia.

Biglietto
Intero € 20,00
Ridotto € 17,00
Info: Teatro Lea Padovani 0766 870115

www.teatroleapadovani.it

Acquapendente, gli studenti al Teatro Boni per “Se questo è un uomo”

teatro-boni-acquapendente-10Lunedì 2 febbraio 2015 alle ore 10.00 gli studenti di Acquapendente assisteranno al Teatro Boni al primo recital letterario tratto da “Se questo è un uomo” di Primo Levi. L’iniziativa è realizzata in occasione del Giorno della Memoria (27 gennaio) e parteciperanno le classi prime e seconde delle scuole superiori e le classi terze della scuola media, studenti ed insegnanti.

Lo spettacolo è messo a disposizione dall’ATCL (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio) ed in questa settimana viene portato in diversi teatri regionali, per questo motivo la rappresentazione ad Acquapendente è fissata per lunedì prossimo.

Il recital è un atto unico con l’interpretazione di Jacob Olesen e la regia di Giovanni Calò: la terribile realtà della testimonianza di Primo Levi, evitando toni pietistici o patetici, viene rappresentata con i colori dello stupore, della semplicità e, per quanto questo sia arduo, della leggerezza. È il mezzo per “contagiare” emotivamente lo spettatore con quella vergogna “che il giusto prova davanti alla colpa commessa da altrui”. Primo Levi è arrestato il 13 dicembre 1943 dalla milizia Fascista e in seguito deportato nel campo Buna-Monowitz, vicino Auschwitz, dove sopravvive fino alla liberazione, avvenuta il 27 Gennaio 1945.

Civitavecchia: il Melograno apre il sipario con il progetto “Teatro mio”

TeatroSi consolida la collaborazione tra la Blue in the Face e l’Associazione ONLUS Il Melograno di Civitavecchia. La Fondazione Cassa di risparmio di Civitavecchia ha valutato ed approvato il progetto: “Teatro Mio” presentato la scorsa estate da entrambe le realtà. L’iniziativa ha come obiettivo l’integrazione dei ragazzi diversamente abili nel tessuto sociale del nostro territorio. Il direttore artistico del Teatro “Nuova Sala Gassman” Enrico Maria Falconi si è mostrato immediatamente entusiasta all’idea di collaborazione presentata da Massimo Lauricina, presidente del Melograno; dice Falconi: “Ritengo che, sia le finalità espresse sia l’idea molto concreta di integrazione del disabile nella rete sociale del nostro territorio rappresentino azioni concrete per realizzare nei fatti quelle affermazioni che molto spesso sono unicamente di propaganda o di facciata. Vi conosco da qualche anno e molti di noi hanno aderito alla vostra associazione in qualità di associati, per cui siamo entusiasti di aderire a questa lodevole iniziativa”.

Interviene Il Presidente del Melograno: “Non vi dico la gioia dei nostri ragazzi quando abbiamo comunicato che il progetto era stato approvato” dice Lauricina, il quale continua: “già dalla prossima settimana il progetto entrerà nel vivo e inizieranno le attività previste nel progetto. La collaborazione che si è creata tra Enrico e tutti gli appartenenti alla compagnia teatrale è veramente speciale. I nostri ragazzi sono magicamente attratti dall’ambiente del teatro e sentirsi “partecipi” di attività come l’accoglienza, la bigliettazione, l’accompagnamento in sala il servizio di guardaroba è per loro motivo di gioia infinita”. Un ringraziamento speciale va alla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, poiché da anni è un fattore determinante per lo sviluppo del senso del sociale nel nostro territorio. Riteniamo che la Fondazione abbia colto appieno la finalità de progetto che vuole fare in modo che i ragazzi disabili siano in grado di fornire un servizio, non necessariamente remunerato, che dia loro la gioia di rendersi “utili” in un contesto sociale che riconosca la dignità del ruolo assunto ed il compito assegnato; Ed ora : “In scena”!

Montalto, quattro buffe storie al teatro Lea Padovani

Glauco-Mauri-e-Roberto-SturnoLa tenerezza di Cechov e il graffio di Pirandello si compenetrano tanto profondamente da non poterne discernere i confini, dando vita ad un sorprendente caleidoscopio dove è rappresentata la vita di quello strano e buffo essere che è l’uomo. Tratto da opere di Cechov e Pirandello, legate insieme dalla comica follia dei personaggi, lo spettacolo “Quattro buffe storie” andrà in scena domenica 25 gennaio, alle ore 18, al teatro comunale Lea Padovani. Nei folgoranti atti unici di Pirandello, la comicità e il grottesco sono lo specchio deformante della realtà, vista con la “pietas” per i suoi personaggi.

Ne La patente vive una delle tematiche più care all’autore siciliano: il contrasto tra ciò che veramente siamo e ciò che invece gli altri pensano di noi. L’uomo, a volte, per sopravvivere, è costretto a mettersi una maschera che gli è stata plasmata dagli altri.

Chiàrchiaro, il protagonista della storia, per i pregiudizi, l’ignoranza e la cattiveria della società è condannato a una finzione che diventa per lui l’unica risorsa possibile di vita. Qui dramma e farsa convivono in un’amara risata.

E Cecè, il personaggio dell’omonimo atto unico concepito e scritto da Pirandello direttamente per il teatro nel 1913, è il degno rappresentante di una società frivola e corrotta, dove ingannare e imbrogliare è la normalità.

Ambientato in una Roma (come oggi?) invischiata in scandali e allegra corruzione politica, esplode un’insolita, divertentissima “pochade” in cui il cinismo di una situazione diventa non solo fonte di comicità ma anche di condanna. Regia di Glauco Mari; scene di Giuliano Spinelli; Compagnia Mauri Sturno.

Biglietti:
1° settore: intero € 20,00 – ridotto € 17,00
2° settore: intero € 17,00 – ridotto € 15,00

Info:
Teatro Lea Padovani via Aurelia Tarquinia, 58, Montalto di Castro
Telefono: 0766 870115
www.teatroleapadovani.it

Al teatro Lea Padovani di Montalto in scena “Prima del silenzio”

Riceviamo e pubblichiamo

prima-del-silenzioMartedì 13 gennaio, alle ore 21, sul palcoscenico del teatro Lea Padovani, andrà in scena “Prima del silenzio”. Uno spettacolo di Giuseppe Patroni Griffi, la regia di Fabio Grossi e con Leo Gullotta, Eugenio Franceschini e le apparizioni di Sergio Mascherpa, Andrea Giuliano e Paola Gassman. Scritto nel 1979, “Prima del silenzio” è un testo ancor vivo per tematiche e concetto. Il protagonista è un intellettuale che vive un disagio sociale legato soprattutto alla comunicazione della parola scritta, della poesia. Il suo è un travaglio che assume le fattezze di un incubo, con l’apparizione dei fantasmi della sua vita: la famiglia (la moglie), come un’entità vorace e ricattatoria; la casta (il figlio) con i suoi orpelli piccolo-borghesi; il dovere (il cameriere) che costringe e castra. L’unica vicenda che tranquillizza il protagonista è quella che vive, nel suo contemporaneo, con il ragazzo.

Info teatro comunale Lea Padovani
Tel. 0766/870115
www.teatroleapadovani.it

“Ciao Lucio…” Il musical su Dalla al teatro Lea Padovani di Montalto

Riceviamo e pubblichiamo

lucio_dalla_-da_mssmag_jpg_600x0_q85La critica lo ha definito lo spettacolo più vero ed emozionante che sa parlare al cuore della gente. “Ciao Lucio”, il musical dedicato a Lucio Dalla, reduce da un fortunato tour che ha toccato Toscana, Sicilia e Puglia, è atteso sabato 10 gennaio alle ore 21 al teatro comunale Lea Padovani. Organizzato dalla Sanremo Academy, inserito nella stagione teatrale dell’ufficio cultura del Comune di Montalto di Castro, lo spettacolo ripercorrerà la storia artistica del grande cantautore con gli artisti di Ermanno Croce e le allieve della Free Dance, scuola di danza di Viterbo diretta da Claudia Tassi. Un viaggio di emozioni, filmati e testimonianze dirette, attraverso i brani del cantautore bolognese. Un tributo alle molteplici eterne emozioni che l’artista ha regalato, attraverso un colloquio che fa da filo conduttore tra lui ed Ermanno Croce, direttore artistico e presidente della Sanremo Academy, presente sul palco con le sue immagini e i suoi suoni. L’artista Carmela Moffa, inoltre, con la sua disarmante originalità, sarà l’interprete di Iskra Menarini, vocalist storica di Lucio Dalla. Gli artisti dello spettacolo canteranno dal vivo su basi musicali del grande cantautore; ci saranno momenti di danza e di recitazione.

Biglietto unico intero € 15
Ridotto € 12,00