A Porto Santo Stefano due giorni con l’Allegra Compagnia

Riceviamo e pubblichiamo

mamma-miaDivertimento e amarcord anni ’70, sabato 30 maggio e lunedì 1 giugno con l’Allegra Compagnia che presenta alle ore 21.30 nel locale dell’auditorium ex Onmi di Porto Santo Stefano il musical comico “Oh, Mamma mia!”, tratto dal celebre film con Meryl Streep “Mamma mia”, contenente le canzoni degli Abba. La regista Maria Pia Alocci ha modificato, come al solito, le caratteristiche dei personaggi per rendere tutto il più esilarante possibile. “Oh, Mamma mia!” è la storia di una ragazza che, in procinto di sposarsi, vuole scoprire chi sia il suo papà, dopo aver conosciuto i tre ex fidanzati della madre. Ambientato nell’isola greca di Kalokaìri, lo spettacolo è arricchito da molti di luci colorate. Il testo, interamente scritto in rima, è interpretato dai seguenti attori: Alba Chiara e di cognome Serena: Maria Stefania Scotto, Sara Cinesca: Emilia Picchianti, Tanya della Pennsylvania: Mila Massimi, Sophie, la figlia: Cristiana Bergamaschi, Sandra, la tata: Maria Costanzo, Harry Porte (per gli amici Alfio): Mauro Carotti, Peter Panne: Pietro Augugliaro, Bill Coyoten: Roberto Schiano, Fernando, il fidanzato: Gianluca Landini, il sindaco: Teresa Capitani.

Per la buona riuscita della rappresentazione, dietro le quinte lavorano il tecnico audio: Roberto Bartalini, tecnico delle luci: Gabriele Armando Loffredo, addetto ai microfoni: Riccardo Costanzo, addetta al “gobbo”:  Monica Rispoli, addetta all’entrata:  Manuela Gabrielli, scenografo: Franco Collantoni, scenografa e costumista: Marcella Solari, scenografo: Gianni Loffredo, aiuto regista: Stefano Olivari, regista e coreografa: Maria Pia Alocci. Ingresso libero.

Acquapendente: Teatro Boni, ultimi spettacoli per l’Amateatro

teatro-boni-acquapendente-10Weekend di spettacoli al Teatro Boni di Acquapendente con gli ultimi appuntamenti della rassegna “Amateatro – Festa della creatività”, la IV edizione del torneo di teatro amatoriale di Orvieto, Acquapendente e Abbadia San Salvatore.

Sabato 9 maggio 2015 alle ore 21.00 la Compagnia Teatrale “La Batreccola” di Porano porterà in scena “Il Medico dei pazzi”, una commedia in due atti da un libero adattamento dell’opera di Eduardo Scarpetta con la regia di Felicita Farina. Ciccillo, giovane nullafacente, da anni vive a Napoli alle spalle dello zio Felice il quale crede di pagare al nipote gli studi di medicina. Quando Felice da Roccasecca, luogo in cui vive, giunge a Napoli insieme alla moglie e alla figlia, Ciccillo mette in scena, insieme all’amico Michele, un nuovo raggiro ai danni dello zio. Millanta di essere diventato psichiatra e di dirigere una clinica per alienati mentali. Dice di aver bisogno di 500 lire per comprare una macchina per l’elettroshock capace di sanare il suo paziente Michele. Naturalmente i soldi gli servono per onorare un debito di gioco, mentre la clinica è in realtà la Pensione Stella, pensione dove Ciccillo e Michele vivono a sbafo, ed i presunti pazzi non sono altro che gli eccentrici clienti della pensione, del tutto sani ma presentati come pazzi da Ciccillo quando lo zio Felice pretende di visitare la clinica. Da tutto questo prenderà corpo una commedia degli equivoci. Alla fine tutto si risolve; Ciccillo sarà perdonato dallo zio, e una volta saldati i debiti potrà sposare la cugina, mentre Felice si riconcilierà con i cosiddetti pazzi.

Domenica 10 maggio 2015, poi, alle ore 18.00 la Compagnia degli Scevri di Castel Giorgio porterà in scena “Spirito Allegro” di Noel Coward per la regia di Dema Masichiale.

La scena si svolge in un elegante salotto di una casa del Kent, dove abitano Carlo Considine, noto commediografo vedovo da alcuni anni, e la sua seconda moglie Ruth. Tra i due sembrerebbe tutto procedere per il meglio, fino a quando la loro ovattata serenità viene scossa da una serata particolare: Carlo, per trarre ispirazione per un suo nuovo libro, invita a cena per un esperimento spiritico Monsieur Arcati, un medium che si rivela tanto estroso ed originale quanto scombinato e caotico. L’uomo, nel corso della seduta, finisce per evocare per errore lo spirito dispettoso e geloso della prima moglie di Carlo, Elvira, che non se ne vuole più andare via.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 0763/733174, www.teatroboni.it, ingresso € 7 e ridotti 5 €.

Montalto, l’assessore Eleonora Sacconi nuovo Presidente Atcl

Riceviamo e pubblichiamo

Eleonora-Sacconi«Un importate riconoscimento conseguito per l’ottimo lavoro svolto dal 2012 ad oggi». Il sindaco Sergio Caci si congratula con l’assessore Eleonora Sacconi, eletta mercoledì 29 aprile a Presidente di Atcl (Associazione teatrale fra i comuni del Lazio). «L’assessore Sacconi – aggiunge il sindaco – ha reso Montalto di Castro, il teatro Lea Padovani e il parco di Vulci punti di riferimento culturali della provincia di Viterbo e della Regione Lazio del Presidente Zingaretti e dell’assessore alla cultura Lidia Ravera».

L’incarico lo ha ottenuto a Roma a seguito delle elezioni che si sono tenute presso l’istituto di Cinematografia e Televisione “Roberto Rossellini”. Atcl è un ente di distribuzione di spettacoli e manifestazioni culturali, di promozione e formazione del pubblico riconosciuto dal MIBACT e della Regione Lazio, e nasce nel 1981 per garantire una costante offerta culturale in tutta la regione.

«Sono molto felice di avere questa grandissima opportunità – afferma il neo presidente Eleonora Sacconi – in quanto oltre a rappresentare come assessore alla cultura il Comune di Montalto, sarò il portavoce di tutti i 60 comuni del Lazio associati ad Atcl. In questo anno il mio compito sarà quello di promuovere la cultura in tutti i teatri e in tutti i siti di interesse culturale della regione. La Regione Lazio, infatti, è una delle più importanti d’Italia per quanto riguarda tradizioni, cultura, patrimonio culturale, arte e spettacolo dal vivo. Farò di tutto per favorire al meglio ogni territorio senza prediligere un colore politico piuttosto che un altro. Il mio compito sarà quello di promuovere la buona politica della cultura. Ringrazio il Consiglio di amministrazione di Atcl, in particolare l’amministratore delegato Luca Fornari e il direttore artistico Alessandro Berdini, che ha deciso di credere in me nonostante io rappresenti all’interno del Consiglio di amministrazione stesso il Comune più piccolo per numero di abitanti e vastità di territorio».

“Sogno di una notte di mezza sbornia”, al teatro Lea Padovani martedì 21 aprile

Riceviamo e pubblichiamo

Luca-De-Filippo-e-Carolina-RosiCon lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza sbornia”, in programmazione martedì 21 aprile alle 21 al teatro Lea Padovani di Montalto di Castro, si chiude in bellezza il cartellone della stagione teatrale 2014/2015. Un successo per le attività culturali dell’amministrazione comunale che, grazie ad una intensa collaborazione con Atcl (Associazione teatrale fra i Comuni del Lazio), ha consentito al teatro comunale di essere considerato uno dei poli culturali di eccellenza del Lazio.

A Pasquale Grifone, un povero facchino, piace alzare il gomito e quando beve fa strani sogni. In uno di questi riceve la “visita” di Dante Alighieri, del quale possiede un busto in gesso. Il poeta suggerisce all’uomo quattro numeri da giocare al lotto, sottolineando però che essi rappresentano anche la data e l’ora della sua morte. Di lì a poco, la quaterna esce e Pasquale vince una forte somma di denaro; la famiglia si adatta prestissimo alle nuove condizioni e nessuno si preoccupa della crescente disperazione del povero Pasquale, terrorizzato dalla sua “imminente” morte, tutti cercano anzi di convincerlo del fatto che si tratti solo di una sciocca superstizione. Il giorno “annunciato” la famiglia si veste a lutto, ma quando il pericolo sembra ormai scongiurato un colpo di scena riapre il gioco…

Sogno di una notte di mezza sbornia

Compagnia di Teatro di Luca De Filippo

di Eduardo De Filippo (liberamente tratta dalla commedia “La fortuna si diverte” di Athos Setti)

con Luca De Filippo, Carolina Rosi, Nicola Di Pinto, Massimo De Matteo e Giovanni Allocca, Carmen Annibale, Gianni Cannavacciuolo, Paola Fulciniti, Viola Forestiero. Regia Armando Pugliese, scene Bruno Buonincontri, costumi Silvia Polidori, musiche Nicola Piovani, luci Stefano Stacchini.

Info Biglietti
1° Settore intero 20 euro – Ridotto 17 euro
2° Settore intero 17 euro – Ridotto 15 euro

Teatro Lea Padovani
0766/870115
www.teatroleapadovani.it

Pagine a Colori e Roberto Piumini: baci, abbracci e ringraziamenti

Riceviamo e pubblichiamo

Pagine a ColoriI “baci” raccontati e letti da Roberto Piumini nel coinvolgente reading di domenica scorsa (“Il Portatore di baci”) hanno accompagnato il corale e festoso “abbraccio” con cui insegnanti e alunni hanno accolto l’ultimo appuntamento di questa edizione di PagineaColori. Tre intense giornate durante cui l’autore, affiancato da Patrizia Ercole, Andrea Basevi e Monica Rabà, ha svolto incontri-spettacolo (Storie dell’Orizzonte, Nel mucchio di Parole, Acqua di Bumba) con le scolaresche nei giorni 13 e 14 aprile generando un entusiasmo che ci conferma la preziosità di queste occasioni e la qualità culturale di ciò che Pagineacolori offre al pubblico di piccoli e grandi da quasi 10 anni.

“Baci e abbracci”, dunque, che esprimono in vario modo la reciprocità di uno scambio che può realizzarsi compiutamente solo attraverso condivisione di obiettivi , valorizzazione di risorse, costruzione di reti, “contagio” di interessi e di passioni tra tutti coloro che (come adulti) operano con responsabilità e consapevolezza nelle più varie istituzioni educative (dalla famiglia alla scuola) e che sanno comprendere il grande valore formativo di queste esperienze, le quali, per profondità e ricchezza, non si prestano al frettoloso “consumo” di chi cerca unicamente svago e intrattenimento.

Pagineacolori, così come lo stesso Roberto Piumini ha dichiarato, è testimonianza viva di quanto la cultura sia un fenomeno sociale dinamico nel quale non esistono confini ma solo punti di collegamento. Ecco che allora la definizione “letteratura e/o illustrazione per l’infanzia” si rivela del tutto inappropriata e riduttiva in quanto non rispondente ad un modello di cultura aperto, dialogante , e “trasversale” capace di parlare a tutti e di tutto. Questo è esattamente ciò che Piumini è riuscito a fare in questi giorni facendoci partecipi del gioco affabulatorio della poesia non solo scritta e letta, ma detta, pronunciata, dotata di corpo ,voce e sostanza. Ai consueti ringraziamenti, già più volte espressi nelle recenti occasioni di incontro con gli autori e di inaugurazione dell’evento mostra, si aggiunge questa volta quello particolare che Pagineacolori rivolge al Cinema Etrusco grazie alla cui sensibilità e generosità si è potuto dare ad alcuni di questi incontri una cornice degna, adeguata, funzionale, tale da esaltarne la magia e tale da renderli più godibili al vasto pubblico di alunni che vi ha partecipato.

“Maggio in danza” a Montalto: le residenze culturali al teatro Padovani

Riceviamo e pubblichiamo

Cartolina definitiva 10x14Continuano le residenze culturali dell’assessorato alla cultura in collaborazione con Atcl (Associazione teatrale per i Comuni del Lazio), la Regione Lazio e il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Sul palcoscenico del teatro comunale Lea Padovani di Montalto di Castro, il 2 e il 3 maggio, si svolgeranno due spettacoli di rilievo: “Electricity”e il “Mago dei fiori”.

Electricity, in scena il 2 maggio alle 21, è un viaggio sensoriale in una città elettrica evocatrice di forza ed energia in movimento. Un’atmosfera onirica con vibranti e spericolate coreografie; uno scenario tecnologico, capace di stupire e sorprendere. Uno spettacolo che avvicina alla danza qualsiasi tipo di pubblico. Coreografie e regia Anthony Heinl.

Domenica 3 maggio alle 18,30 “Il mago dei fiori”: è la vita di ogni giorno che ci presenta mille incontri diversi. Un bosco popolato da animaletti fantastici e personaggi delle favole che, passo dopo passo, condurranno Martino, il protagonista, alla casa del Mago dove riuscirà a danzare sopra un giardino pieno di fiori di tutti i colori. Drammaturgia e regia Loredana Parrella e Piero Cherici.

«Le residenze culturali sono un punto di crescita a Montalto – afferma l’assessore alla cultura Eleonora Sacconi -. Tantissimi ragazzi e artisti stanno partecipando ai laboratori culturali e agli spettacoli sperimentali, grazie ai quali, insieme alle compagnie teatrali, offrono l’opportunità di crescere e debuttare nei più importanti teatri italiani. E’ una grande soddisfazione – conclude l’assessore – sentire grandi attori citare il teatro di Montalto come il fulcro dell’attività culturale del Lazio».

 PER GLI SPETTACOLI
Info e prenotazioni Teatro Lea Padovani 0766/870115
www.teatroleapadovani.it
[email protected]

Biglietti “Electricity”
Intero 12 euro – ridotto 8 euro
(Allievi delle scuole di danza – gruppi di 10 persone)

Biglietti “Il mago dei Fiori”
Intero 6 euro – ridotto 3 euro
(Gruppi di 10 persone)