Energia e spettacolo: il video della sigla di Forte Forte Forte con Patrizio Ratto

Grande spettacolo, effetti speciali ed energia pura: ha debuttato ieri sera – oltre il 15% di share, con 3’837.000 spettatori secondo i dati Auditel – il talent show “Forte Forte Forte”, che segna il ritorno in prima serata su Rai1 di Raffaella Carrà.

E tra i protagonisti della sigla iniziale anche il ballerino tarquiniese Patrizio Ratto, che vediamo impegnato nel video proposto subito sotto e tratto dal sito della Rai.

Patrizio Ratto protagonista con Raffaella Carrà nella sigla di “Forte Forte Forte”

1977048_10205591228129175_7808073423848054170_nDopo il grande successo dello scorso anno, quando si esibì sul palco del Festival di Sanremo, il ballerino e coreografo tarquiniese Patrizio Ratto torna a ballare al fianco di Raffaella Carrà, nella sigla della trasmissione Forte Forte Forte, la cui prima puntata andrà in onda su Rai1 venerdì sera.

Patrizio, da anni ai vertici nazionali dell’hip hop, torna perciò a far parte del corpo di ballo della Carrà, proprio nel giorno in cui la showgirl torna alla prima serata di Rai1: a coreografare i ballerini sarà, direttamente dagli USA, Jamal Sims, coreografo di successi quali Step Up 4 o Footloose.

Ulteriore attesa, quindi, a Tarquinia, per lo spettacolo della Carrà, che ha addosso i fari puntati e le aspettative della critica TV: si tratta di un nuovo talent show, in cui Raffaella – assieme ai giurati Asia Argento, Joaquin Cortes e Philippe Plein – andrà alla ricerca di un nuovo showman italiano tra i tanti aspiranti che concorrono al programma.

Montalto, gli allievi della scuola di danza a lezione con i docenti di “Amici”

Riceviamo e pubblichiamo

Tre giorni di stage assieme ai docenti del programma televisivo “Amici” di Maria De Filippi. Un evento organizzato dal Balletto di Roma e che fa parte del cartellone teatrale dell’ufficio cultura del Comune di Montalto, tutto concentrato sulla danza classica, moderna e contemporanea, andato in scena dal 27 al 29 dicembre al teatro comunale Lea Padovani di Montalto di Castro. L’evento, denominato “Natale in Danza”, ha visto la presenza di un folto pubblico che ha assistito alle performance di decine di ragazzi delle scuole del territorio viterbese quali il Centro Studio Danza di Lorella Rocchetti e il Centro Teatro e Musica (Porto Clementino Festival di Tarquinia). Gli allievi per la prima volta hanno potuto condividere la loro esperienza con i docenti del panorama internazionale e televisivo quali Alessandra Celentano e Veronica Peparini, il danzatore e coreografo ex-allievo della famosa scuola televisiva Sabatino D’Eustacchio e Piero Rocchetti, maître de ballet e assistente alle coreografie della compagnia del Balletto di Roma, e con la direzione artistica del danzatore Kledi Kadiu.

«Il teatro Lea Padovani – afferma il sindaco Sergio Caci – non è una realtà chiusa solamente alla comunità cittadina ma vuole essere punto di riferimento culturale del territorio. Sono tanti i messaggi politici che si sentono ogni giorno, ma quelli lanciati dal corpo e dalla musica sono unici. Un ringraziamento doveroso va a Lorella e Piero Rocchetti, a tutti i ragazzi che hanno partecipato ai tre giorni di stage, al Balletto di Roma, e agli insegnanti che hanno contribuito alla formazione artistico degli allievi».

«Ringrazio il balletto di Roma – aggiunge l’assessore alla cultura Eleonora Sacconi – per la grande collaborazione che si è instaurata in questi anni. Sono felice di avere avuto e di dare questa opportunità ai ragazzi del territorio anche perche grazie a questo stage il nostro teatro è da considerare ancor di più un teatro stabile importante, non solo per la provincia, ma per il Lazio. Un ringraziamento particolare va ai nostri concittadini Piero e Lorella Rocchetti che sono le nostre guide per quel che riguarda il mondo della danza».

Al Padovani in scena “Ritratti – Racconti di danza e di danze”

Riceviamo e pubblichiamo

Teatro Lea Padovani - Montalto di CastroAndrà in scena venerdì 3 ottobre alle ore 21 al teatro comunale Lea Padovani “Ritratti”, un racconto danzato, un susseguirsi ritmico di momenti autobiografici fatti di sogni, impegno e passione. Un viaggio nella creatività dei giovani coreografi, che disegneranno con i loro movimenti una cornice scenografica animata da video e coreografie, in un intreccio continuo tra presente e futuro.

Il balletto “Ritratti – Racconti di danza e di danze” fa parte della prima tournée “Le voci del teatro” realizzata dai giovani professionisti della “Casa dello Spettacolo” in programma dal 20 settembre al 23 ottobre nei teatri di Roma, Fiuggi, Montalto di Castro, Tuscania.

Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio e dal Fondo Sociale Europeo, ha iniziato a concretizzarsi a partire da ottobre 2012 ad opera del partenariato tra l’Engim San Paolo Giuseppini del Murialdo, La Quarta Parete, Gli Angeli Srl, Enaip Impresa Sociale e La Ribalta Centro Studi Enrico Maria Salerno.

Il progetto è articolato in 20 percorsi di formazione e attività di orientamento professionale, all’interno del panorama dello spettacolo dal vivo. L’intera impresa ha coinvolto un parterre di esponenti di settore, con l’obiettivo di formare 300 allievi per affrontare il mondo del lavoro e favorire l’inclusione sociale. All’interno di tale cornice si inserisce la tournée che nasce dalle sinergie tra tutte le maestranze.

Ingresso libero.

“Oltre Finibusterrae”: danza a San Pancrazio con l’Associazione LAB

Riceviamo e pubblichiamo

Tarquinia - Palazzo dei PrioriPer sabato 20 settembre presso l’Auditorium di Via San Pancrazio in Via delle Torri, l’Associazione LAB – Lingue, Arte Ben-essere propone uno spettacolo di danza dal titolo “Oltre Finibusterrae”: un viaggio al di là del mare nostrum…. Il racconto di una storia che è stata una confusione di razze, di parole, di volti e di tradizioni.

Ingresso libero dalle ore 21.00.

Fatamorgana, grandi risultati dall’hip hop a Mentana

Riceviamo e pubblichiamo

Da six, Noemi Capitta Mirko Barreca, Bill Goodson, Claudia ..... Matteo di Giovanni, Capitta MassimoCon Mirko Barreca ”principe” dell’Hip Hop e il gruppo Mix Lemons con i fratelli Massimo e Noemi Capitta, Matteo Di Giovanni e Claudia Trebbi che  vincono la manifestazione per categoria dei giovani danzatori a Mentana, Fatamorgana Tarquinia fa incetta di soddisfazioni.

Mirko Barreca si conferma un talento purissimo della danza, a Mentana Danza Life in provincia di Roma arriva secondo sul podio nella categoria hip hop junior con l’assolo “Frequency”. Barreca, domenica 27 Luglio bissa nell’edizione 2014 e si impone in un concorso coreografico per talenti emergenti nella struttura dell’Ippocampo Sport Life: Mirko danza da soli tre anni e ha mostrato miglioramenti tecnici impressionanti anche a detta dei giudici che lo hanno premiato.

In giuria infatti c’erano nomi eccellenti,  tutti noti insegnanti nelle varie discipline della danza, famosi nel mondo dello spettacolo, della televisione e del teatro, ma la vera novità di questa edizione è stato il gruppo di Hip Hop del Fatamorgana composto dai ballerini Massimo Capitta, Noemi Capitta, Matteo di Giovanni, Claudia Trebbi e Mirko Barreca, che nella loro categoria si classificano al primo posto assoluto.

Il Ballerino Mirko Barreca categoria solista Hip Hop Junior conquista il secondo premio (il mancato rispetto del regolamento da parte degli organizzatori, che fanno gareggiare una coppia di ballerini Hip Hop nella categoria solisti nega di fatto il primo posto al giovane Tarquiniese) ma non finisce qui, la giuria va oltre assegnando alle giovani e brave ballerine anche il premio di “miglior talento emergente Hip Hop” (peccato che è una coppia a gareggiare e a essere premiata e non il solista).

Il Team Fatamorgana esprime stile e tecnica perfetti, eleganza dei movimenti, ritmo espressività e grinta al top con le coreografie “Musicolors e Frequency” ideate e dirette da Sara Barreca insegnante di Danza moderna, Hip Hop e Piloxing quest’ultima entusiasmante e nuova disciplina che comprende tre discipline in una, Pilates – Box – Danza. Tutto lo Staff del Fatamorgana Danza e Karate, il Presidente Simonetta Paolacci, l’insegnante Sara Barreca, entusiasti e orgogliosi dei risultati si congratulano con i talenti tarquiniesi, concedendogli un meritato ma breve periodo di riposo, festeggiando tutti insieme presso la palestra con bagno in piscina e cena.

Prossimo e importantissimo appuntamento che attende la scuola Fatamorgana nel settore Karate, è a Lignano con il karate Internazionale targato FIJLKAM e il “29th World Lignano Karate Open 2014” il 22/23/24 Agosto, altra disciplina sportiva dove il Fatamorgana conta vari Campioni. Grazie a tutti uno in particolare al nostro Sponsor Ufficiale Autocarrozzeria F.lli Capitta e Seripa che sempre ci segue con impegno e stima. Con l’occasione ringraziamo l’ente Università Agraria di Tarquinia e il Comune di Tarquinia, sempre presenti moralmente nelle competizioni di alto livello che portano lustro a tutti noi e alla Città di Tarquinia, Grazie!

Il Presidente
Simonetta Paolacci

Bolero, candore e passione al teatro romano di Ferento

Riceviamo e pubblichiamo

bolero_25_luglio_2014La stagione di Ferento entra nel vivo. Venerdì 25 luglio alle 21,15 sarà la volta di Bolero,il candore e la passione, con l’étoile Grazia Galante e la Compagnia Almatanz su coreografie del grande Maurice Bèjart, di Luigi Martelletta e Grazia Galante. Una successione di quadri dal ritmo incessante e sensuale. Il programma prevede, in un viaggio attraverso l’espressività della danza moderna e contemporanea, diverse coreografie che terminano con il celebre Bolero di Ravel. Lo spettacolo è un gala di danza che, liberando il movimento, esprime le infinite sfumature dell`essere umano e del mondo. La Compagnia Almatanz accompagna l`étoile del grande coreografo Maurice Béjart. Grazia Galante interpreta le coreografie che il maestro ha creato appositamente per lei: “Light la luce” e “Il Candore e la Passione”. Béjart, parlando della sua stella diceva: “Vedo in lei tutto il candore e la passione della giovinezza e nello stesso tempo una conoscenza del teatro che va al di là della coreografia, una scienza della scena, dello sguardo, del movimento, un’interiorità drammatica che sono veramente affascinanti”. Il Bolero, danza popolare spagnola fra le più affascinanti, nota già alla fine del 1700, ha origini ed etimologia non del tutto certe. Nella versione classica è ambientato in una taverna, dove una zingara che si esibisce su un tavolo, fa lentamente cadere in estasi i presenti. Ravel compose il Bolero per Ida Rubinstein nel 1928. Tutto si gioca sulla caratteristica ripetitività della partitura, con progressive entrate degli strumenti sino al momento finale dall’inatteso crescendo. Questi “18 minuti di orchestra senza musica” (Ravel), hanno stimolato per oltre 60 anni la fantasia e la creatività di molti coreografi. Grazia Galante, inizia come ginnasta e nel 1977 si trasferisce a Roma all’Accademia Nazionale di danza dove viene scoperta da Maurice Béjart, che la chiama alla sua Scuola Mudra di Bruxelles. Grazia Galante rimane nella compagnia di Béjart per 12 anni interpretando più di 200 spettacoli l’anno in tutto il mondo. Riceve numerosi premi alla carriera in Italia e all’estero.

Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21,15. Prevendite: online  Box Office Lazio.it, oppure presso Underground e Promotuscia. Costo del biglietto (al netto dei diritti di prevendita): platea (numerata): 20 euro intero, 18 euro ridotto. Gradinata (libera): 18 euro intero, 16 euro ridotto. Riduzione valida per spettatori under 12 e over 65. Ulteriori informazioni sul sito www.teatroferento.it oppure alla pagina facebook.com/teatroferento .  Info spettacoli: 335 474640. Info biglietteria: 328 7750233.