I vincitori dell’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia

Riceviamo e pubblichiamo

PianoforteDopo un’intensa settimana di audizioni, con la partecipazione di 38 scuole medie a indirizzo musicale, 18 licei, 9 conservatori, per 550 esibizioni tra solisti, musica d’insieme e orchestre, con 1500 giovani provenienti da ogni parte d’Italia e non solo (tra questi anche ragazzi di un conservatorio russo), la giuria presieduta dal maestro Riccardo Giovannini ha indicato i vincitori dell’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia, organizzato dall’IC “Ettore Sacconi”. La cerimonia di premiazione si svolgerà domenica 24 maggio, dalle ore 16, nella chiesa di Santa Maria in Castello.

Alessio Falciani dell’IC “Borgo Solestà Cantalamessa” (Ascoli Piceo) è il vincitore della sezione dedicata al pianoforte; Alessandro Rosi (tromba), dell’IC Ricci (Rieti), è risultato primo nella sezione “strumenti vari”; il gruppo di clarinetti dell’IC “Pietro Egidi” (Viterbo) si è aggiudicato la sezione “dal trio al quintetto”; il gruppo di percussioni dell’IC “Ilaria Alpi” (Ladispoli) ha ottenuto il primo posto nella sezione “gruppi strumentali”; tra le orchestre affermazione dell’IC “Cerisano” (Cosenza); Sarah Carbonare (fagotto), del Liceo Musicale Farnesina (Roma), ha ottenuto il primo posto nella sezione “allievi licei musicali e scuole superiori fino a 16 anni”; a Lorenzo Serafini, dell’Accademia Tarquinia Musica, è andata la vittoria nella sezione “allievi licei musicali e scuole superiori dai 17 ai 20 anni”; al liceo musicale di Vasto è stato assegnato il primo posto nella sezione “musica d’insieme e corale dei licei musicali e scuole superiori”; Laura Di Persio (chitarra), del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, ha ottenuto il massimo riconoscimento nella sezione “allievi conservatori dai 22 ai 25 anni”.

«Nelle categorie dove non è stato raggiunto il massimo punteggio, pari a 100, non è stato assegnato il premio assoluto. – spiega il coordinatore musicale del concorso il maestro Giovanni Lorenzo Cardia – Altresì sono stati istituiti premi speciali per i partecipanti che hanno avuto una votazione, di 99/100. Tengo a ringraziare i membri della commissione, i maestri Riccardo Giovannini, Piero Iacobelli, Carla Conti, Massimo Delle Cese, Antonio Contrevi, Mauro Marcaccio, Giampio Mastrangelo e Riccardo Bonaccini per il lavoro svolto».

«La qualità artistica delle audizioni cresce anno dopo anno. – sottolinea il direttore artistico della manifestazione Roberta Ranucci – Il compito della giuria diventa sempre più impegnativo ma ricco di soddisfazioni. È un piacere ascoltare e valutare tantissimi ragazzi per i quali la musica è una grandissima passione. Inoltre, i fondi delle borse di studio non assegnate ai vincitori assoluti sono stati tutti ripartiti per i premi speciali».

«Il concorso è un fiore all’occhiello di Tarquinia. – affermano il dirigente scolastico dell’IC “Ettore Sacconi” Dilva Boem e il direttore organizzativo Monia Meraviglia – Un evento che coinvolge per una settimana l’intera comunità e che rappresenta un’importante vetrina promozionale, perché tutti i partecipanti rimangono colpiti dall’efficienza dell’organizzazione e dalla bellezza della città».

L’8° Concorso Musicale Città di Tarquinia ha il patrocinio della Regione Lazio, delle Province di Viterbo e Rieti, dei Comuni di Tarquinia e Monte Romano e del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, e ha il sostegno della BCC della Tuscia, della Uil Scuola di Viterbo, dell’Accademia Tarquinia Musica, del Lions Club di Tarquinia, di Eusepi Hotels, di Pianoforti Di Marco, della Società Tarquinia Arte e Storia, di Giuliano Ortopedia di Tarquinia, dell’associazione Pro-Tarquinia, della Grafica 88 di Tarquinia, di Sabbatini Angelo Oreficeria Tarquinia, di Promo Service, di Etruscopolis, di Eusepi Trasporti, di Foto Ottica Tarquinia, della Ditta Cartolandia Tarquinia, di Autotrasporti Gasbarri, del Ristorante Ambaradam di Tarquinia, della Gelateria Gambella di Tarquinia, di Castra srl Unipersonale di Tarquinia, del Gruppo Stella SRL Tarquinia, di Magrini srl di Tarquinia, di A.S.D.I.F.V. Tarquinia e di Info Tel Service di Tarquinia.

Ultimi giorni di audizioni dell’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia

Sala-SacchettiContinuano a ritmo serrato le audizioni dell’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia organizzato dall’IC “Ettore Sacconi”. Luoghi delle prove la sala consiliare del palazzo comunale di Tarquinia, la chiesa di San Pancrazio e la sala Sacchetti, sede della STAS (Società Tarquiniense Arte e Storia), nello straordinario centro storico della città etrusca.

«Ringraziamo l’Amministrazione e, in modo particolare, la Diocesi di Civitavecchia -Tarquinia e la STAS per aver aperto le porte alla musica, – dichiarano il direttore artistico Roberta Ranucci e il direttore organizzativa Monia Meraviglia – mettendo ai disposizione tre spazi suggestivi e ideali per le audizioni, che si concluderanno il 16 maggio». La manifestazione si svolge in concomitanza della Settimana Nazionale della Musica a Scuola, promossa dal MIUR per sottolineare l’importanza riservata all’educazione musicale.

“Musica è”: giovani cantanti alla ribalta in attesa della finale del 7 giugno a Tarquinia – VIDEO

Immagine anteprima YouTube

Si avvia verso la fase finale – quella più sentita, con l’assegnazione dei premi e la nomina dei vincitori, la quinta edizione di “Musica è”, concorso musicale che in questi ultimi anni ha dato palcoscenico e ribalta a tanti giovani aspiranti cantanti e musicisti. Oggi e domani, 13 e 14 maggio, la centrale Enel “A. Volta” di Montalto di Castro ospiterà l’ultima delle tre semifinali che servono a decretare i protagonisti dell’ultima serata, in programma a Tarquinia, nella cornice del Chiostro San Marco, il 7 giugno 2015.

Con i ragazzi impegnati sul palco in questa due giorni, saranno complessivamente circa centro i solisti o complessi che si sono esibiti davanti alla giuria alla conquista di un posto in finale: ai 6 già qualificati dopo le prime selezioni, se ne aggiungeranno altri, sino al totale di circa 20 o 25 che completerà il quadro della serata tarquiniese. Nel corso della quale saranno assegnati i premi al vincitore assoluto – cui sarà garantita la produzione di un singolo per partecipare ad “Area Sanremo” – e saranno assegnati due premi etichetta, uno per gli editi ed uno per gli inediti. A sceglierli sarà una giuria di tutto rispetto, con Grazia Di Michele, Bungaro e Luca Capitani, oltre ai rappresentanti di varie major interazionali e produttori di etichette indipendenti.

Il concorso “Musica è” ha visto passare tra i suoi protagonisti nomi poi saliti alla ribalta delle cronache discografiche, primo tra tutti Alessio Bernabei, ora front man dei Dear Jack e vincitore del Premio Cantautore nel 20013. Dopo di lui, nel 2014, la terza classificata Alice è stata protagonista ad Amici, così come il vincitore per gli inediti nel 2013, Gregorio Rega, ha partecipato quest’anno a The Voice e Luca Micheletti, finalista lo scorso anno, è giunto in finale al Festival di Castrocaro.

Nelle prime selezioni sono stati protagonisti anche alcuni ragazzi e band tarquiniesi, le cui impressioni sono raccontate nel video.

Partito l’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia

Riceviamo e pubblichiamo

Audizione di un'orchestraUna settimana tutta dedicata alla scoperta e all’audizione di giovani talenti della musica orchestrale, solistica e da camera. È quella che ha preso il via ieri, con il primo giorno di prove dell’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia organizzato dall’IC “Ettore Sacconi”.

Fino al 16 maggio, 1500 studenti provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero saranno ascoltati e giudicati dalla prestigiosa commissione presieduta dal maestro Riccardo Giovannini. Diciotto le sezioni in cui è diviso il concorso per tre fasce di età: la prima, riservata agli studenti delle scuole medie a indirizzo musicale (fino a 14 anni); la seconda, comprendente i giovani che frequentano i licei (dai 14 ai 18 anni); la terza e ultima rivolta agli iscritti ai conservatori (dai 18 ai 25 anni).

«Ogni giorno i membri della commissione saranno impegnati da mattina a sera nel valutare le esibizioni. – sottolinea il direttore artistico del concorso, la prof.ssa Roberta Ranucci – Un lavoro intenso e vibrante, che vedrà la giuria dividersi in tre sottocommissioni per ascoltare le audizioni in programma tra la sala consiliare del palazzo comunale, la chiesa di San Pancrazio e la sala Sacchetti. Al termine,dopo alcuni giorni, comunicheremo i vincitori, con la premiazione che si terrà il 24 maggio nella chiesa di Santa Maria in Castello».

Tarquinia città della musica e a misura di studente. «Nel dietro le quinte del concorso si muove un’imponente macchina per l’accoglienza dei ragazzi e dei docenti, che coinvolge non solo l’IC “Ettore Sacconi” ma anche tante strutture ricettive locali. – sottolinea il direttore organizzativo Monia Meraviglia – Un impegno notevole che dà grandi soddisfazioni a noi e lascia un piacevole ricordo di chi viene a Tarquinia. Ed è anche per questo motivo che il concorso ogni anno vede crescere il numero degli istituti partecipanti e dei consensi».

L’8° Concorso Musicale Città di Tarquinia ha il patrocinio dellaRegione Lazio, delle Province di Viterbo e Rieti, dei Comuni di Tarquinia e Monte Romano e del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, e ha il sostegno della BCC della Tuscia, della Uil Scuola di Viterbo, dell’Accademia Tarquinia Musica, del Lions Club di Tarquinia, di Eusepi Hotels, di Pianoforti Di Marco, della Società Tarquinia Arte e Storia, di Giuliano Ortopedia di Tarquinia, dell’associazione Pro-Tarquinia, della Grafica 88 di Tarquinia, di Sabbatini Angelo Oreficeria Tarquinia, di Promo Service, di Etruscopolis, di Eusepi Trasporti, di Foto Ottica Tarquinia, della Ditta Cartolandia Tarquinia, di Autotrasporti Gasbarri, del Ristorante Ambaradam di Tarquinia, della Gelateria Gambella di Tarquinia, di Castra srl Unipersonale di Tarquinia, del Gruppo Stella SRL Tarquinia, di Magrini srl di Tarquinia, di A.S.D.I.F.V. Tarquinia e di Info Tel Service di Tarquinia.

Acquapendente: Teatro Boni, ultimi spettacoli per l’Amateatro

teatro-boni-acquapendente-10Weekend di spettacoli al Teatro Boni di Acquapendente con gli ultimi appuntamenti della rassegna “Amateatro – Festa della creatività”, la IV edizione del torneo di teatro amatoriale di Orvieto, Acquapendente e Abbadia San Salvatore.

Sabato 9 maggio 2015 alle ore 21.00 la Compagnia Teatrale “La Batreccola” di Porano porterà in scena “Il Medico dei pazzi”, una commedia in due atti da un libero adattamento dell’opera di Eduardo Scarpetta con la regia di Felicita Farina. Ciccillo, giovane nullafacente, da anni vive a Napoli alle spalle dello zio Felice il quale crede di pagare al nipote gli studi di medicina. Quando Felice da Roccasecca, luogo in cui vive, giunge a Napoli insieme alla moglie e alla figlia, Ciccillo mette in scena, insieme all’amico Michele, un nuovo raggiro ai danni dello zio. Millanta di essere diventato psichiatra e di dirigere una clinica per alienati mentali. Dice di aver bisogno di 500 lire per comprare una macchina per l’elettroshock capace di sanare il suo paziente Michele. Naturalmente i soldi gli servono per onorare un debito di gioco, mentre la clinica è in realtà la Pensione Stella, pensione dove Ciccillo e Michele vivono a sbafo, ed i presunti pazzi non sono altro che gli eccentrici clienti della pensione, del tutto sani ma presentati come pazzi da Ciccillo quando lo zio Felice pretende di visitare la clinica. Da tutto questo prenderà corpo una commedia degli equivoci. Alla fine tutto si risolve; Ciccillo sarà perdonato dallo zio, e una volta saldati i debiti potrà sposare la cugina, mentre Felice si riconcilierà con i cosiddetti pazzi.

Domenica 10 maggio 2015, poi, alle ore 18.00 la Compagnia degli Scevri di Castel Giorgio porterà in scena “Spirito Allegro” di Noel Coward per la regia di Dema Masichiale.

La scena si svolge in un elegante salotto di una casa del Kent, dove abitano Carlo Considine, noto commediografo vedovo da alcuni anni, e la sua seconda moglie Ruth. Tra i due sembrerebbe tutto procedere per il meglio, fino a quando la loro ovattata serenità viene scossa da una serata particolare: Carlo, per trarre ispirazione per un suo nuovo libro, invita a cena per un esperimento spiritico Monsieur Arcati, un medium che si rivela tanto estroso ed originale quanto scombinato e caotico. L’uomo, nel corso della seduta, finisce per evocare per errore lo spirito dispettoso e geloso della prima moglie di Carlo, Elvira, che non se ne vuole più andare via.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 0763/733174, www.teatroboni.it, ingresso € 7 e ridotti 5 €.

Al via l’11 maggio l’8° Concorso Musicale Internazionale Città di Tarquinia

Riceviamo e pubblichiamo

Un momento della premiazione 2014, nella chiesa di Santa Maria in Castello38 scuole medie a indirizzo musicale, 18 licei, 9 conservatori, per 550 esibizioni tra solisti, musica d’insieme e orchestre, con 1500 giovani provenienti da ogni parte d’Italia e non solo: tra questi anche ragazzi di un conservatorio russo.

Sono i numeri dell’8° Concorso Musicale Città di Tarquinia, organizzato dall’IC “Ettore Sacconi”, in programma dall’11 al 16 maggio, con le audizioni che si svolgeranno tra la sala consiliare del palazzo comunale, la sala Sacchetti, presso la sede della Società Tarquiniense Arte e Storia, e la chiesa di San Pancrazio. La premiazione si terrà il 24 maggio, dalle ore 16, nella chiesa di Santa Maria in Castello.

Diventata una delle manifestazioni per scuole a indirizzo musicale più importanti del Lazio, la rassegna da quest’anno si fregia del titolo “Internazionale”. A giudicare le esibizioni, la commissione presieduta dal maestro Riccardo Giovannini, compositore e direttore di orchestra nonché docente al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma. Con lui i maestri Piero Iacobelli, Carla Conti, Massimo Delle Cese e Antonio Contrevi, docenti al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma; Giovanni Lorenzo Cardia, docente al liceo musicale “Polo Bianciardi” di Grosseto; Mauro Marcaccio e Giampio Mastrangelo, docenti al Conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila; Riccardo Bonaccini, docente al Conservatorio “Carlo Gesualdo Da Venosa” di Potenza.

Ai vincitori dei primi premi assoluti andranno borse di studio e sarà offerta la possibilità di esibirsi in vari concerti. Per seguire la manifestazione è possibile visitare la pagina facebook “Concorso Musicale Città di Tarquinia”.

«L’IC “Ettore Sacconi” crede in questa manifestazione, perché la musica costituisce una scelta educativa su cui fonda la propria identità. – dichiara il dirigente scolastico Dilva Boem – La rassegna inserisce gli allievi in un contesto culturale di alta sensibilità musicale e, attraverso il confronto e una sana competizione, li motiva nel percorso artistico intrapreso».

«Il concorso è motivo di orgoglio per il Comune di Tarquinia. – dichiarano il sindaco Mauro Mazzola e l’assessore Sandro Celli – La manifestazione sarà occasione di scambi culturali ed esperienze che favoriranno i principi di collaborazione, amicizia solidarietà e rispetto».

«Il Comune di Monte Romano ha raccolto con entusiasmo questa iniziativa, perché costituisce un importante veicolo per diffondere la conoscenza e la pratica musicale strumentale», sottolinea il sindaco Maurizio Testa.

«Fare musica e cantare insieme pongono le basi di un’attitudine a un ascolto reciproco e a un’interazione costruttiva abbattendo le barriere culturali, fisiche e cognitive», evidenzia il dirigente USP Daniele Peroni.

«Ho avuto la fortuna di partecipare al concorso lo scorso anno e di averne apprezzato il livello artistico e le finalità culturali e sociali ed è un grande piacere poter sostenere e patrocinare questa bellissima iniziativa», afferma il direttore del Conservatorio di “Santa Cecilia”, Alfredo Santoloci.

«Come membro della commissione ho potuto conoscere le bellissime realtà musicali di molte scuole e vivere da vicino le tensioni, le emozioni, il talento e la bravura di tanti giovani», dichiara il coordinatore musicale Giovanni Lorenzo Cardia.

«Il nostro grande orgoglio, oltre alla partecipazione di centinaia di ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia, è aver assunto da quest’anno una dimensione internazionale, a dimostrazione che la strada intrapresa è quella giusta», dice il direttore artistico Roberta Ranucci.

«Abbiamo finalmente raggiunto gli obiettivi prefissati: ovvero quelli di rendere il concorso accessibile a tutti i ragazzi che si formano nelle discipline musicali e di aver fatto della rassegna una tra le più importanti a livello regionale».

L’8° Concorso Musicale Città di Tarquinia ha il patrocinio della Regione Lazio, delle Province di Viterbo e Rieti, dei Comuni di Tarquinia e Monte Romano e del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, e ha il sostegno della BCC della Tuscia, della Uil Scuola di Viterbo, dell’Accademia Tarquinia Musica, del Lions Club di Tarquinia, di Eusepi Hotels, di Pianoforti Di Marco, della Società Tarquinia Arte e Storia, di Giuliano Ortopedia di Tarquinia, dell’associazione Pro-Tarquinia, della Grafica 88 di Tarquinia, di Sabbatini Angelo Oreficeria Tarquinia, di Promo Service, di Etruscopolis, di Eusepi Trasporti, di Foto Ottica Tarquinia, della Ditta Cartolandia Tarquinia, di Autotrasporti Gasbarri, del Ristorante Ambaradam di Tarquinia, della Gelateria Gambella di Tarquinia, di Castra srl Unipersonale di Tarquinia, del Gruppo Stella SRL Tarquinia, di Magrini srl di Tarquinia, di A.S.D.I.F.V. Tarquinia e di Info Tel Service di Tarquinia.

Venerdì 8 maggio sul palco di “Rumori e Versi di Jazz” il grande Harold Bradley

Riceviamo e pubblichiamo

1026841577bUna serata speciale per gli amanti del blues: il grande Harold Bradley si esibirà per la prima volta con la Bluesy Mood Band, venerdì 8 maggio a “Rumori e Versi di Jazz”, il cartellone musicale tutto di pregio e del tutto gratuito offerto da “La Scapigliata”, azienda agricola situata nel comune di Orbetello (GR).

Harold Willard Bradley, nato a Chicago nel 1929, è un artista poliedrico, pittore, attore, cantante, ex giocatore professionista di football, conduttore televisivo e docente universitario. Una vera forza della natura. Italiano di adozione, Harold fonda a Roma il famoso FolkStudio, culla negli anni ‘60 di tanti artisti romani e internazionali. La musica gioca un ruolo fondamentale nella sua vita fin dall’inizio. A cinque anni prende lezioni di pianoforte e subisce l’influenza della musica che ascolta il padre, come Jimmy Lunceford, Duke Ellington, Count Basie e Charlie Parker. Dal gospel al jazz, passando per il blues, gli spettatori potranno ripercorrere alcune delle più importanti fasi della musica afro, grazie alla versatilità e alle grandi doti comunicative di questo artista.

Al suo fianco ci sarà la Bluesy Mood Band, composta da Roberto Vaccai, Marco Marchionni, Luca Teglia, Rodolfo Littera. La passione per i ritmi afroamericani con le contaminazioni che questa espressione musicale richiama è il vero motore di questa band che rivisita i classici del blues. I successi di All Man Brothers, West Coast, Prince, Ray Charles, Emy Winehouse, vengono riproposti con l’aggiunta di elementi ritmici non canonici, frutto di una ricerca personale. Il ristorante de “La Scapigliata” introdurrà la serata presentando alle 19 e 30 un menù di qualità coi prodotti a chilometro zero: il Cacio di Leopoldo, il sorbetto di frutta, i salumi di maiale nero, i cantucci, gli sformati e le verdure dell’orto. Tutto interamente prodotto in azienda. La cena ha un costo di 25 euro a persona. La prenotazione è obbligatoria.

Come è consuetudine a “Rumori e Versi di Jazz”, i musicisti si misureranno anche con la riproduzione strumentale dei versi degli uccelli del territorio. Dopo un’attenta opera di recupero e registrazione, i suoni dei più begli esemplari che la natura maremmana ospita, faranno da base, da spunto e ispirazione per l’improvvisazione in chiave jazz dei brani proposti. Il direttore artistico di “Rumori e versi di jazz” è Marco Sarti di Umbria Music Pool. Gli eventi sono organizzati in collaborazione con Marco Drogonetti del Gruppo Ornitologico Maremmano (www.maremmabirding.itwww.birdsongs.it).

I pezzi originali, improvvisati durante le serate di eventi, saranno registrati e raccolti poi in un cd speciale di “jazz rurale”. Nello spazio espositivo della Scapigliata, prosegue l’apertura al pubblico di “Il Sole e la Luna. Il tempo degli Etruschi”, la prima mostra rurale e virtuale dei risultati di una ricerca sperimentale sulle tecniche di oreficeria etrusca, condotta tra il 1983 ed il 2000, da due orafi maremmani, Gianni Trilli e Aldo Ferdinandi.