“Tutti cantano Sanremo”: anche il tarquiniese Silvio Padovani

10437443_669216769836850_920912548048523134_n

Riceviamo e pubblichiamo

Da qualche giorno la manifestazione canora più famosa d’Italia “il Festival di Sanremo” ha cominciato a mandare in onda una serie di spot “Tutti cantano Sanremo” in cui gente comune si raccoglie per cantare pezzi che ormai fanno parte del nostro patrimonio musicale. L’Istituto San Benedetto con orgoglio ha accolto questa iniziativa, perché tra i giovani scelti come interpreti di questi brani storici, vede impegnato uno dei suoi studenti, Silvio Padovani con il coro “SAT&B” di cui fa parte ormai da due anni.

La canzone cantata da Silvio e dai suoi colleghi è la famosissima “Che sarà” dei Ricchi e Poveri. Chi ha avuto la possibilità di prendere parte al Concerto di Natale che l’Istituto ha organizzato prima delle vacanze natalizie, ha avuto la possibilità di ascoltare Silvio come voce solista della maggior parte delle canzoni cantate dagli studenti. Con l’occasione l’Istituto San Benedetto augura a questo promettente studente una meravigliosa carriera… anche canora!

Civitavecchia: il Melograno apre il sipario con il progetto “Teatro mio”

TeatroSi consolida la collaborazione tra la Blue in the Face e l’Associazione ONLUS Il Melograno di Civitavecchia. La Fondazione Cassa di risparmio di Civitavecchia ha valutato ed approvato il progetto: “Teatro Mio” presentato la scorsa estate da entrambe le realtà. L’iniziativa ha come obiettivo l’integrazione dei ragazzi diversamente abili nel tessuto sociale del nostro territorio. Il direttore artistico del Teatro “Nuova Sala Gassman” Enrico Maria Falconi si è mostrato immediatamente entusiasta all’idea di collaborazione presentata da Massimo Lauricina, presidente del Melograno; dice Falconi: “Ritengo che, sia le finalità espresse sia l’idea molto concreta di integrazione del disabile nella rete sociale del nostro territorio rappresentino azioni concrete per realizzare nei fatti quelle affermazioni che molto spesso sono unicamente di propaganda o di facciata. Vi conosco da qualche anno e molti di noi hanno aderito alla vostra associazione in qualità di associati, per cui siamo entusiasti di aderire a questa lodevole iniziativa”.

Interviene Il Presidente del Melograno: “Non vi dico la gioia dei nostri ragazzi quando abbiamo comunicato che il progetto era stato approvato” dice Lauricina, il quale continua: “già dalla prossima settimana il progetto entrerà nel vivo e inizieranno le attività previste nel progetto. La collaborazione che si è creata tra Enrico e tutti gli appartenenti alla compagnia teatrale è veramente speciale. I nostri ragazzi sono magicamente attratti dall’ambiente del teatro e sentirsi “partecipi” di attività come l’accoglienza, la bigliettazione, l’accompagnamento in sala il servizio di guardaroba è per loro motivo di gioia infinita”. Un ringraziamento speciale va alla Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, poiché da anni è un fattore determinante per lo sviluppo del senso del sociale nel nostro territorio. Riteniamo che la Fondazione abbia colto appieno la finalità de progetto che vuole fare in modo che i ragazzi disabili siano in grado di fornire un servizio, non necessariamente remunerato, che dia loro la gioia di rendersi “utili” in un contesto sociale che riconosca la dignità del ruolo assunto ed il compito assegnato; Ed ora : “In scena”!

“Corri ragazzo corri” al Cinema Etrusco per il Giorno della memoria

slide1In occasione del Giorno della memoria, il 26, 27 e 28 gennaio il Cinema Etrusco con Lucky Red porta in sala per un evento di tre giorni “Corri ragazzo corri”, il film di Pepe Danquart ispirato alla storia vera di Yoram Fridman e tratto dall’omonimo romanzo di Uri Orlev.

SINOSSI: Jurek ha circa nove anni quando fugge dal ghetto di Varsavia. Costretto a separarsi dai fratelli e dai genitori per salvarsi dai nazisti, vivrà i durissimi tre anni che lo separano dalla fine della guerra nei boschi e nei villaggi vicino alla capitale. Imparerà a dormire sugli alberi e a cacciare per nutrirsi. Sopravvivrà ai gelidi inverni chiedendo ospitalità, contraccambiandola con manodopera. In questo duro viaggio, Jurek incontrerà persone che lo aiuteranno ed altre che lo tradiranno ma non perderà mai la forza per andare avanti…
TRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=9Jd5tLmTSew
VOTO IMDB: 8.2
IL 26-27-28 GENNAIO – ORARIO: 17:00 – 19:10 – 21:20

TotoSanremo: i Dear Jack tra i favoriti dai bookmakers

10402942_1048067001877449_6832408850966782651_nImpazza sul web e non solo il toto Sanremo: tutti a caccia del pronostico sul vincitore del prossimo Festival. E nelle posizioni di testa, in ambito di previsioni, non potevano certo mancare i Dear Jack, uno dei fenomeni musicali del momento, attesissimi sul palco dell’Ariston.

Secondo i bookmakers ufficiali, però, il favorito è un altro “figlio” dei talent show: Lorenzo Fragola, vincitore dell’ottava edizione di X-Factor, quotato a 5,50. Prima di Alessio & co. anche Alex Britti, cantautore e chitarrista dalla fama nazionale ormai consolidata: una puntata su di lui restituisce 7 volte la somma.

I Dear Jack sono quotati a 9, esattamente come Malika Ayane, quindi pienamente in corsa, secondo gli scommettitori, per aggiudicarsi l’edizione 2015 del Festival. Molto più alta la quota della ex insegnante, ad Amici, dei ragazzi: la vittoria di Grazia Di Michele, che si presenta in coppia con Platinette, è data 1 a 33.

A “sponsorizzare”, però, i Dear Jack verso Sanremo è un’altra, loro vecchia conoscenza del talent show di Maria De Filippi: Miguel Bosè, infatti, si dice pronto a scommettere sulla vittoria dei ragazzi nella 65esima edizione della più nota kermesse canora italiana.

Nel frattempo, per i Dear Jack, continuano le tappe in Italia per incontrare i fan: gli aggiornamenti possono essere trovati sulla nuova versione del sito internet della band, www.dearjack.it .

Montalto, quattro buffe storie al teatro Lea Padovani

Glauco-Mauri-e-Roberto-SturnoLa tenerezza di Cechov e il graffio di Pirandello si compenetrano tanto profondamente da non poterne discernere i confini, dando vita ad un sorprendente caleidoscopio dove è rappresentata la vita di quello strano e buffo essere che è l’uomo. Tratto da opere di Cechov e Pirandello, legate insieme dalla comica follia dei personaggi, lo spettacolo “Quattro buffe storie” andrà in scena domenica 25 gennaio, alle ore 18, al teatro comunale Lea Padovani. Nei folgoranti atti unici di Pirandello, la comicità e il grottesco sono lo specchio deformante della realtà, vista con la “pietas” per i suoi personaggi.

Ne La patente vive una delle tematiche più care all’autore siciliano: il contrasto tra ciò che veramente siamo e ciò che invece gli altri pensano di noi. L’uomo, a volte, per sopravvivere, è costretto a mettersi una maschera che gli è stata plasmata dagli altri.

Chiàrchiaro, il protagonista della storia, per i pregiudizi, l’ignoranza e la cattiveria della società è condannato a una finzione che diventa per lui l’unica risorsa possibile di vita. Qui dramma e farsa convivono in un’amara risata.

E Cecè, il personaggio dell’omonimo atto unico concepito e scritto da Pirandello direttamente per il teatro nel 1913, è il degno rappresentante di una società frivola e corrotta, dove ingannare e imbrogliare è la normalità.

Ambientato in una Roma (come oggi?) invischiata in scandali e allegra corruzione politica, esplode un’insolita, divertentissima “pochade” in cui il cinismo di una situazione diventa non solo fonte di comicità ma anche di condanna. Regia di Glauco Mari; scene di Giuliano Spinelli; Compagnia Mauri Sturno.

Biglietti:
1° settore: intero € 20,00 – ridotto € 17,00
2° settore: intero € 17,00 – ridotto € 15,00

Info:
Teatro Lea Padovani via Aurelia Tarquinia, 58, Montalto di Castro
Telefono: 0766 870115
www.teatroleapadovani.it

Weekend d’emozione per i Dear Jack, tra Amici e Sanremo

Dear Jack orchestra SanremoWeekend di emozioni per i Dear Jack, a cavallo tra passato, presente e futuro. Oggi pomeriggio il ritorno, molto sentito, sulle scene di “Amici”, il talent show di Maria De Filippi che li ha lanciati, lo scorso anno, verso la clamorosa ribalta nazionale. “Il posto dove tutto è iniziato, dove è iniziata la nostra corsa”, avevano a tal proposito scritto i giorni scorsi i ragazzi sulla pagina Facebook. Ed in trasmissione l’affetto e gli applausi non sono mancati, con il consueto, grande gruppo da Tarquinia a dar manforte ai propri amici e beniamini.

“Insomma domani pomeriggio ci emozioneremo un po’ tutti insieme”, scrivevano appena ieri; ed emozione è stata. “Ho visto delle ragazze che piangevano”, ha commentato Maria De Filippi dopo l’esibizione di Alessio & co che – introdotti da un RVM che ha “raccontato” il loro percorso ad Amici – hanno cantato “La pioggia è uno stato d’animo” e “Domani è un altro film”.

Così come da brividi sono i pensieri verso un futuro ormai molto prossimo, quello legato al Festival di Sanremo. “Avrete contro Grazia Di Michele!”, ha ricordato la conduttrice in merito, ma i ragazzi paiono già pronti al palcoscenico più ambito e temuto della musica nazionale.

La band ha potuto provare con l’orchestra che li accompagnerà all’Ariston, e le sensazioni sono state subito ottime. “Ci siamo davvero emozionati a suonare e provare con l’orchestra del Festival di Sanremo “Il Mondo Esplode”. – hanno rivelato subito dopo – Energia pura e tutti i musicisti alla fine ci hanno accolto con un bell’applauso. Insomma ci siamo quasi ragazzi, non vediamo l’ora di farvi ascoltare la canzone!!!”.

Energia e spettacolo: il video della sigla di Forte Forte Forte con Patrizio Ratto

Grande spettacolo, effetti speciali ed energia pura: ha debuttato ieri sera – oltre il 15% di share, con 3’837.000 spettatori secondo i dati Auditel – il talent show “Forte Forte Forte”, che segna il ritorno in prima serata su Rai1 di Raffaella Carrà.

E tra i protagonisti della sigla iniziale anche il ballerino tarquiniese Patrizio Ratto, che vediamo impegnato nel video proposto subito sotto e tratto dal sito della Rai.