Nel prossimo weekend a Tarquinia la prima edizione del Certame Cardarelliano

Vincenzo CardarelliDal 16 al 18 aprile l’Istituto di Istruzione Superiore “Vincenzo Cardarelli” presenta la I Edizione Nazionale del Certame Cardarelliano.

La parola certame deriva dal latino certamen e indicava una gara, una competizione, solitamente poetica, e nel caso specifico è dedicata al poeta, scrittore e giornalista tarquiniese Vincenzo Cardarelli (1887-1959). Il programma è denso di attività: giovedì 16 alle ore 18 presso la Sala Consiliare del Comune ci sarà l’inaugurazione del Certame con l’insediamento della giuria. Il benvenuto sarà in musica con l’Accademia Tarquinia Musica.

Venerdì 16 alle 8.30 inizierà lo svolgimento della prova del Certame nell’Aula Magna dell’I.I.S.S “V. Cardarelli”. Seguirà alle 10.30, presso la Sala Sacchetti della S.T.A.S. una tavola rotonda dal titolo “Varcare le soglie della libertà: l’incontro con la letteratura” a cura del DISUCOM dell’Università della Tuscia. Alle 16 è prevista una visita alla Necropoli e al centro storico di Tarquinia. Dalle 20.30 presso il Centro di Aggregazione Giovanile una serata in musica a cura della Cooperativa Sociale Alice e degli studenti dell’I.I.S.S. “V. Cardarelli”.

Sabato 18 aprile, di nuovo presso la Sala Consiliare, ci sarà un convegno su Vincenzo Cardarelli e a seguire, alle ore 12.30, la cerimonia di premiazione.

“Figlie Minori del Secolo Breve”: il libro presentato ad Acquapendente

figlie-minori-secolo-breveDomenica 12 aprile 2015 alle ore 18.30 presso il Teatro Boni di Acquapendente si terrà la presentazione del libro “Figlie Minori del Secolo Breve” di Gigliola Biagini. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Te.Bo. in collaborazione con il Comune di Acquapendente e la CIA Agricoltori Italiani.

Si tratta del quarto romanzo della Biagini, che in queste pagine racconta la vita di tre giovani contadine dell’Alta Tuscia lungo tutto il ‘900. Scorci di vita vissuta realmente tra le miserie della condizione dei mezzadri, le due guerre, il regime fascista. Tre donne che hanno pagato un prezzo molto alto per aver sfidato la morale comune ma che trovano il loro riscatto grazie alla tempra resistente. Il romanzo è stato redatto sui ricordi autentici di famiglia raccolti con cura da Lidia Seri, poi affidati dalla stessa alla Biagini affinchè trovassero degna luce in una pubblicazione letteraria accattivante.

La scrittrice, da sempre sensibile e attenta alla condizione femminile, rende omaggio in questo libro al drammatico vissuto delle antenate raccontandolo con passione, perché proprio sulla scia del loro dolore e del loro coraggio le donne di oggi proseguono il loro cammino.

Alla presentazione del libro parteciperanno l’autrice Gigliola Biagini, il Sindaco di Acquapendente Alberto Bambini e l’On. Alessandra Terrosi. Inoltre, Sandro Nardi direttore artistico del Teatro Boni curerà il reading con la collaborazione di due giovani attrici locali Serena Tini e Livia Pieri, e con le musiche di Fabio Saleppico. La relatrice dell’evento sarà l’architetto e costumista teatrale Rosamaria Francucci.

Mons. Giuseppe Liberto presenta a Montalto il libro “Suggestioni in contrappunto”

manifesto libroVenerdì 10 aprile, alle ore 18, presso il Complesso monumentale San Sisto, Mons. Giuseppe Liberto (Maestro Direttore della Cappella Musicale Pontificia “Sistina”) presenterà il suo libro “Suggestioni in contrappunto”.

Un volume che contiene le sue riflessioni sul rapporto tra preghiera e musica. In particolare l’autore propone una sorta di itinerario visivo e sonoro attraverso sette tematiche in contrasto con la musica ma ad essa complementari: silenzio, tempo-spazio e infinito, contemplazione, sofferenza, concordia, idolatria e bellezza. Il volume può essere rivolto sia ai sacerdoti, affinché colgano nella musica una nuova frontiera di evangelizzazione, sia ai laici affinché possano manifestare la propria fede anche con la musica liturgica.

L’evento sarà accompagnato dall’ensemble d’archi Roma Sinfonietta che eseguirà brani composti dallo stesso autore del libro: violini, Prisca Amori e Luca Bagagli; viola, Lorenzo Rundo; violoncello, Matteo Scarpelli; contrabbasso, Willem Peci. Alla presentazione, patrocinata dal Comune di Montalto, interverranno il sindaco Sergio Caci e l’assessore alla cultura Eleonora Sacconi.

Lidia Ravera e la rivoluzione degli “Scaduti” a Montalto con “Cultural-mente”

Riceviamo e pubblichiamo

Lidia_Ravera_MontaltoGiovedì 3 aprile, presso il complesso monumentale San Sisto, si è svolta la rassegna letteraria “Cultural-mente, incontri tra le righe”. L’evento, presentato da Marino Santinelli, ha visto la preziosa partecipazione della scrittrice Lidia Ravera che ha raccontato il suo ultimo libro “Gli scaduti”. Davanti ad un folto ed emozionato pubblico, erano presenti: il vice sindaco Luca Benni, gli assessori Sacconi e Mezzetti e il presidente del Consiglio comunale Emanuele Litardi; oltre a loro anche il sindaco di Tessennano, Ermanno Nicolai e l’assessore alla cultura di Tuscania Franco Ciccioli. Lidia Ravera ha raccontato con maestria un libro pieno di sentimenti che vanno dall’amore alla politica (fantapolitica?), dalla disubbidienza alla valorizzazione dell’individuo come persona. Tra le righe la Ravera ha evidenziato una società parallela dove, nonostante le regole ferree di un P.U. (Partito Unico), e dove al compimento dei 60 anni si è “scaduti” e deportati in un mondo altro, non si fanno i conti con l’empatia e le emozioni che intercorrono tra le generazioni.

«Ringrazio Lidia Ravera – commenta l’assessore alla cultura Eleonora Sacconi – che è sempre disponibile, sia come scrittrice che, soprattutto, come assessore alla cultura e alle politiche giovanili della Regione Lazio. La sua vicinanza e la sua costante presenza nel nostro territorio, oltre a renderci orgogliosi, ha permesso di creare un rapporto tra i nostri assessorati, grazie al quale abbiamo raggiunto importantissimi traguardi che sono sotto gli occhi di tutti: dalle residenze culturali, al Festival di Vulci, dalle fiere fino ad arrivare alla rassegna Cultural-mente, portata avanti in modo eccellente da Marino Santinelli e dall’ufficio cultura. L’assessore Ravera – conclude Sacconi – sarà di nuovo a Montalto il 25 aprile per l’ormai annuale evento sportivo “Dance to the music”».

Lo scrittore per ragazzi Roberto Piumini incontra gli studenti di Montalto di Castro

Riceviamo e pubblichiamo

piumini immagine, figura di massimo rilievo nel panorama della letteratura italiana per ragazzi che in tanti anni di attività, ha costantemente rivolto il proprio sguardo alle giovani generazioni, sviluppando percorsi di indagine e di invenzione di straordinaria ricchezza, pubblicando centinaia di libri che offrono loro uno sguardo complice che li renda capaci di osservare il mondo che li aspetta.

Roberto Piumini e l’illustratrice Monica Rabà proporranno lo spettacolo interattivo “L’acqua di Bumba” che parla con rime e musica di Africa, acqua e generosità. I bambini assisteranno allo spettacolo diventandone protagonisti grazie alla preparazione di interventi corali, coreografici e scenici.

L’evento nasce dalla voglia di portare nella scuola delle proposte che possano supportare il lavoro delle insegnanti ed arricchire l’offerta didattica dell’istituto scolastico, un desiderio che spinge l’associazione C.A.S.A. a proporre ogni anno incontri, progetti e laboratori che lascino un segno, un solco nel quale poter piantare dei semi di cultura augurandosi che possano germogliare in ogni bambino.

Con Roberto Piumini, il massimo esponente della letteratura dell’infanzia, l’associazione vuole salutare l’anno scolastico nel migliore dei modi, regalando ai bambini l’emozione di un incontro del quale serberanno un forte ricordo nel corso degli anni.

L’incontro con Roberto Piumini è stato possibile grazie al prezioso contributo della Coop Unione Amiatina di Montalto di Castro, che si contraddistingue da sempre per la sensibilità ed attenzione dimostrata nei confronti delle tematiche culturali e sociali. L’associazione C.A.S.A. rivolge i suoi più sentiti ringraziamenti alla suddetta società, per aver abbracciato questa iniziativa ed aver materialmente contribuito alla sua realizzazione.

 Associazione culturale C.A.S.A.
Presidente Gabriella Brandani

Cultural-mente: il 2 aprile a Montalto Lidia Ravera con “Gli Scaduti”

Riceviamo e pubblichiamo

l43-raver-130423174748_mediumGiovedì 2 aprile alle ore 18, presso il complesso monumentale di San Sisto riprende “Cultural-mente, incontri tra le righe”, con il libro della scrittrice Lidia Ravera, dal titolo “Gli Scaduti”. Dopo l’8 marzo 2013 l’assessore regionale alla cultura torna a Montalto per la seconda volta a raccontare il suo ultimo libro. Gli Scaduti, sarà presentato da Marino Santinelli: il libro racconta di un futuro prossimo, così prossimo che è contenuto nel presente.

Dopo gli anni del “grande disordine” prende il potere un Partito Unico. Lo prende in nome di una soffice e non violenta rivoluzione generazionale, i TQ (trenta-quarantenni) si installano al posto dei padri. E i padri e le madri vengono rottamati allegramente, ma la parola rottamazione non si può usare, è vietata. Li tolgono dalla circolazione al compimento del sessantesimo anno d’età.

Gli uomini con gli uomini, le donne con le donne. L’obiettivo del nuovo partito è una sorta di ritorno alla natura: a venticinque anni le femmine devono produrre un figlio, la chirurgia estetica è vietata, sono vietati i matrimoni intergenerazionali (un cinquantenne con una trentenne: non si può) e via normando l’ordine naturale della vita.

“Ripartiamo – commenta l’assessore alla Cultura Eleonora Sacconi – con la rassegna Cultural-mente che ormai da tre anni sta appassionando il nostro pubblico. Lo facciamo, con la preziosa presenza della scrittrice Lidia Ravera, che per la seconda volta viene a presentare un suo libro nel nostro paese ed è intervenuta con grande entusiasmo alla presentazione del Teatro comunale Lea Padovani casa della cultura e teatro stabile, in qualità di assessore alla cultura della Regione Lazio”.

“Al termine dell’evento – conclude l’assessore Sacconi – ci sarà la consueta “cena con l’autore” presso uno dei ristoranti del paese: uno strumento che in questi anni ci sta aiutando anche a promuovere i nostri prodotti tipici e le attività produttive del territorio”

“Festa della Donna e della Poesia”: il tradizionale programma di eventi alla STAS

Riceviamo e pubblichiamo

Tarquinia - Palazzo dei PrioriInizieranno martedì 3 marzo le annuali manifestazioni relative alla “Festa della Donna e della Poesia”, organizzate dalla Società Tarquiniense d’Arte e Storia, manifestazioni giunte quest’anno alla XIX edizione. Il primo appuntamento è, appunto, per il 3 marzo alle ore 17 presso la Sala Sacchetti, per l’inaugurazione della Mostra Fotografica “La donna nella società tarquiniese – 1900/1980”. La Mostra, curata da Roberto Gazzillo, presenta, attraverso persone e avvenimenti fissati dall’obiettivo di fotografi, spesso amatoriali, l’evoluzione che ha interessato la donna ma anche la società nel lasso di tempo considerato.

Gli altri appuntamenti avranno la seguente cadenza :

 Venerdì 6 marzo, il dott. Romolo Sega, psicologo, consulente scientifico AIDO provinciale, tratterà l’interessante tema de “L’amore tra armonia e conflitto”, dopo la conferenza ci saranno interventi vari.

Sabato 7 marzo il tradizionale “incontro-scontro” di “Lui per lei” e “Lei e lui”, nel corso della manifestazione ci sarà un momento dedicato al ricordo di poeti “a braccio” di Tarquinia.

Domenica 8 marzo appuntamento con la “Poesia al Femminile” 19° incontro con poetesse legate a Tarquinia per nascita o cultura .… ed altro ancora.

Durante tutti i pomeriggi verrà presentato il 18° Quaderno di “Poesia al Femminile” che raccoglie le poesie presentate nell’edizione dello scorso anno della Festa della Donna. Tutti gli appuntamenti avranno luogo nella Sala Sacchetti della STAS, alle ore 17.00. Un grazie particolare ai volontari dell’AEOPC per la loro collaborazione.