Il 23 dicembre l’inaugurazione della collettiva di pittura “Adorazioni”

Riceviamo e pubblichiamo

20081129_mostra_pittura_d0Dal 23 dicembre 2014 al 2 gennaio 2015, la Sala Herbert Lawrence di Tarquinia, in via Umberto I n. 49, ospiterà la mostra collettiva di pittura “Adorazioni”. Organizzata dall’associazione La Lestra, con il patrocinio del Comune di Tarquinia e dell’Università Agraria, l’esposizione, giunta all’ottava edizione, presenta le tele di “XO”, Valerio Giuffè, Iran Asfshar, Angelo Palladini, Simona Pietrarelli, Maurizio Serafini, Federica Trebbi, Magdalena Wcislo, Loretta Colameri, Paolo Lattanzi, Maria Patrizia Santi, Americo Blasi, Giuseppe Cappellacci, Fabiana Brizi, Maximiliano Chmuris, Franca Parrucci, Giovanni Cherubini, Wanda Meraviglia, Francesca Romana Fragale, Donatella Passeri e Franco Martini Grassi. «La mostra è un classico appuntamento del Natale tarquiniese. – sottolinea La Lestra – Un’iniziativa che dà la possibilità ai nostri associati di presentare al pubblico le loro opere, frutto del lavoro svolto durante i corsi. Invitiamo i cittadini a vistare l’esposizione». La mostra (ingresso libero) sarà aperta dal lunedì alla domenica, dalle 16.30 alle 19.30, e nei giorni di venerdì, sabato e domenica anche la mattina, dalle 10.30 alle 12.30.

Le “Ragazze del Vicolo del Mattonato”: oltre 700 presenze alla mostra

Riceviamo e pubblichiamo

mostraOltre 700 visitatori per la seconda mostra di pittura “Le Ragazze del Vicolo del Mattonato”. L’organizzatore Maurizio Perinu intende ringraziare tutte le artiste in rosa che hanno impreziosito con le loro oltre 100 opere, esposte da sabato 18 a lunedì 27 ottobre, l’Auditorium di San Pancrazio a Tarquinia (VT) della Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia.

La mostra conclusasi lunedì 27 u.s., ha visto protagoniste le pittrici Michela Egidi, Annarita Giovannini, Giuliana Mancini, Marina Peluso, Caterina Marcomeni, Gorizia Crescia, Barbara Mellace, Daniela e Patrizia Sabbatini, che intendono ringraziare Perinu, l’Amministrazione Comunale e l’Università Agraria, che hanno sostenuto l’evento.

Un particolare ringraziamento da Maurizio Perinu, al Sindaco Mauro Mazzola, al Vicesindaco Renato Bacciardi, al Presidente dell’Università Agraria Alessandro Antonelli al Vicepresidente Maurizio Leoncelli ed alla Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia.

“Profumo di colore”: Fabrizio Berti espone in Germania

Riceviamo e pubblichiamo

100_4308Dall’11 al 31 ottobre nella suggestiva  Chiesa di Notre -Dame nel cuore del parco naturale dell’Altmühltal si svolge la Mostra  di Fabrizio Berti “Profumo di Colore “. Il percorso comprende dipinti oggetto di suggestioni indelebili e impresse in ricordo della sua permanenza a Eichstätt  nel 2013: è presente una raccolta variegata di opere d’arte realizzate nel suo studio dell’amata Tarquinia, frutto della sua continua ispirazione artistica.

L’artista Fabrizio Berti, nel suo cammino artistico, non a caso, ha scelto di esporre le sue opere in Germania: inconsciamente ha scelto siti suggestivi, vicini alla sua città d’origine. Eichstätt è per Fabrizio Berti una città che combina l’architettura antica e moderna con sapiente equilibrio, difficile da coniugare. L’essere ospitato nella sede di Notre Dame, così stupefacente per lo stile e per la armonia storica che vi si respira, a fronte alla sua preziosità storica.

È per la sua vicinanza alle culture Francofone che Fabrizio Berti ha scelto come località di viaggio e di ispirazione la Germania, visitando luoghi storici che hanno ispirato i grandi della musica, la vecchia città imperiale di Norimberga e le antiche città vescovili  tra cui Eichstätt, da lui tanto amata e di cui ritrae i profili architettonici barocchi, eccelsa nelle sue caratteristiche artistiche salienti. L’artista Fabrizio Berti ama il viaggio nella Germania del  passato e i grandi spazi verdi delle campagne che contornano le città  che ancora oggi nella loro connotazione moderna  mantengono la loro tradizione volta all’antico. Lo stile inimitabile  di Berti  è l’elemento che ha spinto il critico d’arte Vittorio Sgarbi a selezionare le sue opere  esposte in occasione di “Spoleto Arte incontra Venezia” – Venezia , conclusasi lo scorso 24 ottobre.

“Profumo di Colore” è l’inno all’arte Italiana contemporanea dove confluiscono l’intensità del colore sui ritratti e i paesaggi, sospesi nell’attesa, i cui protagonisti in assoluto sono folle di uomini e donne senza volto, flou, sbiaditi che assurgono a un’identità universale. L’arte di Berti contribuisce ad imprimere  un distacco dai personaggi raffigurati  in una situazione specifica e in un luogo “conosciuto”, l’intento è raffigurare scene di vita familiare dove il pubblico diventa protagonista.

“Le Ragazze del Vicolo del Mattonato” espongono a San Pancrazio

Riceviamo e pubblichiamo

Tarquinia - Palazzo dei PrioriNel meraviglioso Auditorium di San Pancrazio, è al via la seconda Mostra collettiva di pittura al femminile. Durante l’evento organizzato da Maurizio Perinu con il patrocinio del Comune e dell’Università Agraria, esporranno le loro opere il gruppo amatoriale “Le Ragazze del Vicolo del Mattonato”. Nello specifico le protagoniste sono Michela Egidi, Giuliana Mancini, Marina Peluso, Caterina Marcomeni, Gorizia Crescia, Barbara Mellace, Annarita Giovannini, Daniela e Patrizia Sabbatini. La mostra sarà aperta da sabato 18 a lunedì 27 ottobre 2014 dalle 15.30 alle 19.00. Solo per le due domeniche incluse nel medesimo periodo ci sarà un’apertura anche la mattina dalle 10.30 – 12.30.

L’inaugurazione che prevede un rinfresco offerto dalle gentilissime Signore, sarà sabato 18 ottobre 2014 alle h 17,00. Maurizio Perinu ringrazia la Diocesi di Civitavecchia – Tarquinia per aver concesso il bellissimo Auditorium di San Pancrazio, il Sindaco Mauro Mazzola, il Vice Sindaco Renato Bacciardi, il Presidente dell’Università Agraria Alessandro Antonelli ed il Vice Presidente Maurizio Leoncelli per la loro disponibilità.

L’artista Fabrizio Berti a “Spoleto incontra Venezia”

Riceviamo e pubblichiamo

imm_palazzo_falier_02“Spoleto incontra Venezia”, diretto dal manager Salvo Nugnes di Promoter Arte, rappresenta l’unione, creata tra le due città, per rafforzare il potente legame esistente tra le eccellenze internazionali in ambito artistico-culturale. L’esclusivo vernissage inaugurale, è previsto in data Sabato 27 Settembre 2014, presso gli storici Palazzo Falier, affacciato sul Canal Grande, e Palazzo Rota-Ivancich, a pochi passi da Piazza San Marco, ospiterà la manifestazione fino al 24 Ottobre 2014. Alla serata di gala, saranno ospiti rinomati personaggi del mondo della cultura, dell’arte, della politica e dello spettacolo. All’inaugurazione della Biennale sarà presente anche l’artista Tarquiniese Fabrizio Berti che esporrà alcuni suoi dipinti significativi, selezionati per l’occasione dal Prof.  Vittorio Sgarbi.

Nel contesto espositivo, saranno presenti i grandi maestri che hanno già partecipato alla versione spoletina, come il Premio Nobel Dario Fo, Eugenio Carmi, uno dei maggiori esponenti dell’Astrattismo, José Dalì, figlio del mentore del Surrealismo Salvador Dalì e altri rinomati artisti. Inoltre, sarà allestita una galleria fotografica d’immagini inedite del maestro Pier Paolo Pasolini, realizzate durante le riprese sul set del famoso film “Il fiore delle mille e una notte”. Le Mostre saranno allestite nel contesto della Biennale, manifestazione d’interesse internazionale che ogni anno richiama nella città della Serenissima, migliaia di appassionati visitatori e turisti, provenienti da ogni parte del globo. Sarà realizzato un prestigioso catalogo dedicato a Spoleto incontra Venezia. Il volume, riccamente illustrato, sarà presentato e curato dal Prof. Sgarbi. La manifestazione

L’evento è organizzato con l’adesione del Presidente della Repubblica, Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, Regione del Veneto, Provincia di Venezia, Regione Umbria, Città di Spoleto, Il Vittoriale degli Italiani – Fondazione, Gabriele d’Annunzio (1915 – 1918).

Bilancio positivo di visite alla Mostra Effigie di Fabrizio Berti

Riceviamo e pubblichiamo

imagesVenerdì 15 agosto si è chiusa la Mostra “Effigie”, dell’artista Fabrizio Berti, la quale ha visto la partecipazione di numerosi visitatori che hanno visitato la location suggestiva dell’Auditorium San Pancrazio, nel cuore del centro storico della Città Medioevale.

I dipinti dai personaggi variegati, senza volto, hanno costituito il filo conduttore della Mostra. I molti visitatori hanno saggiato nelle opere, la maestria di Fabrizio Berti, gli scenari, i paesaggi, posti in secondo piano e a contorno dei protagonisti; volti indefiniti, sbiaditi, impercettibili ombre, che in un semplice gesto prendono forma, diventando consistenti e nitide, attraverso l’immaginazione che ogni visitatore imprime ed esprime. È così che ciascun osservatore, sorprendentemente diventa allo stesso tempo spettatore e interprete del percorso artistico.

Durante il vernissage della Mostra il Prof. Alberto D’Atanasio ha ricordato i prossimi appuntamenti che vedranno esposte le opere di Fabrizio Berti a Venezia, nell primo rendez-vous dal 27 settembre al 24 ottobre 2014 nella Mostra “Spoleto Arte incontra Venezia”: l’installazione è a cura del Prof. Vittorio Sgarbi e si svolgerà a Palazzo Falier e in altre prestigiose sedi veneziane. A questo evento seguirà poi la Mostra personale “Profumo di Colore” nel Complesso Museale Notre Dame a Eichstätt in Germania dall’11 al 31 ottobre 2014.

“Chambre Guest 2014”: Gianluigi Colin in mostra a Torre Alfina

Riceviamo e pubblichiamo

Gianluigi Colin, Wolfgang meine Freund (particolare), 2014, carta stampata, dimensioni variabiliQuando gli artisti espongono gli artisti: Gianluigi Colin presenta nell’ambito del progetto “Chambre Guest 2014” una mostra che sarà ospitata nel suggestivo scenario di Casa Fornovecchino, la casa-atelier dell’autore berlinese Thomas Lange situata nei pressi di Torre Alfina (VT), tra Orvieto e il lago di Bolsena. La mostra è a cura di Mutsuo Hirano, Davide Sarchioni e lo stesso Lange.

Gianluigi Colin è art-director del Corriere della Sera ed è ideatore di “La Lettura”, l’inserto domenicale del Corriere la cui copertina è dedicata ogni settimana ad un artista contemporaneo. Come artista Colin si ispira ed elabora opere a partire proprio dal contatto diretto con la carta stampata, le forme di linguaggio, i media e l’attualità. Ha partecipato a numerose mostre personali e rassegne internazionali in importanti spazi e musei sia italiani, sia europei.

Oltre ad alcune opere dedicate al mondo dei media, Colin realizzerà per questa occasione un’opera site specific di otto metri per quattro (“Wolfgang mein Freund ”) dedicata a Goethe e alla sua “Teoria dei colori” come riflessione all’azione sensibile dei cromatismi, alla loro funzione estetica e spirituale.

Il vernissage avrà luogo sabato 26 luglio alle ore 19.30 e sarà presenziato dal sindaco di Acquapendente Alberto Bambini a cui seguirà una festa dell’arte dedicata a Colin e ai padroni di casa Lange e Hirano, animata da una tribute band dei Pink Floyd (“The Dark side”).

La mostra-evento sarà visitabile fino al 29 luglio.
Info: www.thomaslangeartist.com