“Festa della Donna e della Poesia”: il tradizionale programma di eventi alla STAS

Riceviamo e pubblichiamo

Tarquinia - Palazzo dei PrioriInizieranno martedì 3 marzo le annuali manifestazioni relative alla “Festa della Donna e della Poesia”, organizzate dalla Società Tarquiniense d’Arte e Storia, manifestazioni giunte quest’anno alla XIX edizione. Il primo appuntamento è, appunto, per il 3 marzo alle ore 17 presso la Sala Sacchetti, per l’inaugurazione della Mostra Fotografica “La donna nella società tarquiniese – 1900/1980”. La Mostra, curata da Roberto Gazzillo, presenta, attraverso persone e avvenimenti fissati dall’obiettivo di fotografi, spesso amatoriali, l’evoluzione che ha interessato la donna ma anche la società nel lasso di tempo considerato.

Gli altri appuntamenti avranno la seguente cadenza :

 Venerdì 6 marzo, il dott. Romolo Sega, psicologo, consulente scientifico AIDO provinciale, tratterà l’interessante tema de “L’amore tra armonia e conflitto”, dopo la conferenza ci saranno interventi vari.

Sabato 7 marzo il tradizionale “incontro-scontro” di “Lui per lei” e “Lei e lui”, nel corso della manifestazione ci sarà un momento dedicato al ricordo di poeti “a braccio” di Tarquinia.

Domenica 8 marzo appuntamento con la “Poesia al Femminile” 19° incontro con poetesse legate a Tarquinia per nascita o cultura .… ed altro ancora.

Durante tutti i pomeriggi verrà presentato il 18° Quaderno di “Poesia al Femminile” che raccoglie le poesie presentate nell’edizione dello scorso anno della Festa della Donna. Tutti gli appuntamenti avranno luogo nella Sala Sacchetti della STAS, alle ore 17.00. Un grazie particolare ai volontari dell’AEOPC per la loro collaborazione.

 

 

Porto Santo Stefano, a caccia di foto per abbellire il Palazzo Municipale

PortoSantoStefanoPalazzoMunSi sta facendo più bello e accogliente l’ingresso del Palazzo Municipale di Porto S. Stefano. Tutti gli uffici a pianterreno sono stati ristrutturati ed in questi giorni si sta procedendo all’imbiancatura delle pareti e del soffitto della hall. Tra qualche giorno verrà montata anche una nuova porta di accesso ai piani superiori arricchita da un mosaico raffigurante lo stemma del Comune sul pavimento di fronte all’ascensore. Ascensore che secondo un’idea suggerita dal sindaco Arturo Cerulli potrebbe essere riqualificato e reso più adeguato al contesto perchè “in un paese a vocazione turistica come il nostro anche l’occhio vuole la sua parte!”

L’idea è quella di rivestirlo con alcune immagini dell’Argentario : paesaggi, eventi, momenti, attività e qualsivoglia tema attinente al Promontorio. Tanti quadri per comporre una sorta di galleria fotografica che dal basso si snoda fino al terzo piano per accompagnare l’utente agli uffici comunali.

A tale proposito, l’amministrazione comunale  si rivolge a quanti, professionisti e non,  vogliano donare un proprio scatto per “partecipare” all’abbellimento della Casa Comunale.  Saranno poi gli stessi amministratori a scegliere quelle da utilizzare.

Le foto dovranno pervenire entro e non oltre il 28 febbraio 2015 presso l’Urp Palazzo Municipale in Piazza dei Rioni,8 a Porto S.Stefano [email protected]  tel.0564 811903

Trattandosi di immagini da utilizzare in grande formato le stesse devono essere di qualità tale da soddisfare i requisiti tecnici per la stampa. Le immagini possono essere presentate su supporti digitale (cd) o inviate via e mail, con estensione del file .tif o .jpg ed in ogni caso con dimensione non inferiore a  4000 pixel per lato lungo.

Tarquinia, torna il Memorial fotografico dedicato a Emilio Valerioti

uno-dei-momenti-della-premiazione-del-memorial-valerioti(f.e.) Al via la sesta edizione del Memorial fotografico dedicato ad Emilio Valerioti. In una data un po’ insolita, visto che le precedenti edizioni si erano svolte in estate, all’interno del DiVino Etrusco, ed in una location nuova, la Sala Lawrence, tutti gli appassionati di fotografia potranno sfidarci a colpi di scatti. Tre i temi: “Sei di Tarquinia se”, “Dice il proverbio”, “Attimi di gloria: lo sport visto dai tifosi”. Le foto dovranno pervenire entro il 14 marzo presso la foto ottica Valerioti. Le foto saranno esposte dal 22 al 29 marzo. Una giuria tecnica decreterà i vincitori mentre un premio sarà assegnato anche dalla giuria popolare.

La famiglia Valerioti intende ricordare così Emilio che era tarquiniese d’adozione. Inizialmente svolge svariati lavori, poi nel 1952 la sua prima cinepresa ed il primo proiettore in società con due amici e gira il primo film: “La borsa dei gioielli”. Nel 1958 altri due cortometraggi “Bimbi e fumetti” e “Fantasmi a Falgari”, dopodiché compra una nuova telecamera e gira un film a soggetto 35mm per il grande schermo: “Due dollari di debito”; a seguire moltissime altre pellicole. Negli anni sessanta partecipa a numerosi concorsi fotografici, vincendo medaglie e targhe, il tema era sempre la sua città, Tarquinia. Realizzò talmente tanti scatti da poter stampare un notevole numero di cartoline.

Fu il primo a pubblicizzare il proprio negozio di ottica al cinema. Nel ’70 continua con i film “Non è più festa, per Samanta è solo morte”, nel ’77 “Un ragazzo e un’avventura”, nel ‘79”Usil Lupuce Falado…”. I più giovani non sanno che in città, oltre a Radio Poker, esisteva anche un tv “Tele Pegaso”, alla quale Valerioti collaborò con spettacoli e ben venti telefilm. Altri sei li girò con la collaborazione di Riccardo Cecchelin, già caporedattore del Corriere di Viterbo.

In molti hanno identificato Emilio Valerioti come il fotografo di Tarquinia. La sua continua voglia di ricerca il suo affetto per la città, lo spinse ad indagare con il suo obbiettivo, nelle pieghe della società cittadina, di quella sportiva, di quella imprenditoriale. Percorse le campagne alla ricerca di scorci, di ruderi, di angoli caratteristiche. Celebri le sue istantanee della Processione del Cristo Risorto che negli anni sono divenute un prezioso archivio storico dell’evento. Fotografo ufficiale del Balletto città di Tarquinia per tantissimi anni, ha immortalato Tarquinia nel suo lento evolversi nel tempo tanto da meritarsi l’appellativo di “fotografo di Tarquinia”. Sicuramente ora sarà diventato il fotografo del Paradiso.

Corso di astrofotografia grazie al Gruppo Astrofili Tau

AstrofotografiaBuone nuove per chi vuole muovere i primi passi nella fotografia astronomica amatoriale: per tre giorni, dal 25 al 27 settembre, la sala conferenze dell’Università Agraria – in via Garibaldi, a Tarquinia – ospiterà, infatti, un corso gratuito di astrofotografia di base tenuto dal Dott. Paolo Zampolini d organizzato dal Gruppo Astrofili Tau di Tarquinia. Il 28 settembre, infine, si terrà la prova pratica, naturalmente tempo permettendo: in caso di condizioni meterologiche sfavorevoli, la prova – il cui inizio è previsto per le 21 – sarà rimandata a data da destinarsi.

Chi non ha la strumentazione potrà usufruire gratuitamente di quella messa a disposizione dal Gruppo Tau. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare i numeri 347 5698423 e 329 2174213.

Divino Risorto, più che una mostra, un’emozione: quella della Pasqua a Tarquinia

Divino RisortoUn’emozione, più che una mostra: per rivivere i momenti della Pasqua a Tarqinia che tanto entusiasmano i tarquiniesi e che incuriosiscono ed attirano chi vi si avvicina per la prima volta. S’intitola Divino Risorto la mostra fotografica che lextra.info e Fotografica FT presentano, nei giorni del Divino Etrusco, nello splendido scenario della chiesa di San Pancrazio, a Tarquinia.

Punti di vista particolari sulla processione del Cristo Risorto, un viaggio in bianco e nero in cui l’evento rivive attraverso momenti, suggestioni, significati: un’esperienza che i quasi 400 visitatori della prima serata hanno vissuto ed apprezzato.

Gli scatti – presentati in bianco e nero su pannelli di forex di grande dimensione – sono il frutto di due anni di lavoro al seguito dell’evento da parte del fotografo Francesco Taurozzi, che nel corso della Pasqua del 2013 e del 2014 ha seguito la corsa del Cristo per realizzare il reportage fotografico de lextra, ricavandone anche le fotografie di forte suggestione di cui si compone la mostra.

Divino Risorto è visitabile durante l’apertura del Divino Etrusco, per cui sino a domenica 3 agosto, a partire dalle ore 20 e sino a circa la ore 23 e 30.

Prima edizione per il concorso nazionale di fotografia naturalistica “Terre della Farnesiana”

Riceviamo e pubblichiamo

Concorso-fotografico-Terre-della-FarnesianaAl via la prima edizione del concorso nazionale promosso dall’associazione Terre della Farnesiana in collaborazione con  l’associazione AFNI (fotografi naturalisti italiani), e patrocinato dai Comuni di Tarquinia, Tolfa e Allumiere, che avrà per tema la flora e la fauna della macchia mediterranea e il paesaggio della Farnesiana. Saranno inoltre assegnati premi speciali per il miglior scatto con tema archeologico e del mondo agricolo.

Un’altro passo dell’associazione Terre della Farnesiana verso l’obbiettivo di far conoscere gli aspetti più belli di questo territorio, indiscutibilmente ricco dal punto di vista storico-naturalistico,  affascinante per le sue tradizioni e unico per il modo in cui il mondo agricolo ha contribuito alla sua conservazione.

Il concorso durerà 6 mesi (termine ultimo per l’invio delle opere 1° ottobre 2014) permettendo così ai partecipanti, di cogliere tutti gli aspetti del territorio caratterizzati dal mutare delle stagioni, passando dal periodo primaverile segnato dal risveglio della natura a quello estivo in cui le alte temperature mettono in luce un paesaggio fiero ma sofferente nell’attesa delle piogge autunnali, che quando arrivano danno spunto ad un nuovo risveglio caratterizzato da incredibili tonalità di colore che vanno dal giallo al rosso come la tavolozza di un superbo artista.

I premi per i partecipanti saranno costituiti da soggiorni presso le attività ricettive del territorio, da confezioni realizzate con prodotti delle aziende locali e da un abbonamento alla rivista dell’associazione AFNI. Inoltre tutti i vincitori delle varie categorie riceveranno in regalo una riproduzione di un vaso etrusco commemorativo dell’evento realizzato da Asfodeli Arte.

Il concorso fotografico vuole essere un invito a tutti gli amanti della natura e della vita all’aria aperta a venire a conoscere questa meravigliosa terra e i suoi abitanti, racchiudendone l’essenza in uno scatto attraverso il quale tutti possano ammirarla.

Augurando a tutti coloro che vorranno cimentarsi in questa amichevole competizione un “in bocca al lupo”, vi aspettiamo nelle Terre Segrete della Farnesiana!!

Associazione di promozione Sociale
Terre della Farnesiana
S.S. Aurelia km 84,100 loc. Farnesiana
01016 Tarquinia (VT)
tel: 0766/841268
[email protected]
www.terredellafarnesiana.it

AFNI
Associazione Fotografi Naturalisti Italiani
Tel: 3351205968 o 347 5938355
[email protected]
www.afni.org

Book&Wine riparte e racconta l’emozione della Transhumance

Riceviamo e pubblichiamo

TranshumanceBook&Wine apre il 2014 e lo fa omaggiando una realtà fatta di tradizione e mestiere che l’Università Agraria di Tarquinia – ideatrice e promotrice della kermesse enoletteraria – sente come particolarmente vicina: quella della transumanza, dei butteri e cavalieri che con la loro attività hanno vissuto e vivono il forte rapporto tra uomo, natura ed animale.

Il libro di cui si parlerà sabato 11 gennaio, alle ore 18, presso la sala consigliare del Comune di Tarquinia, si intitola infatti “Transhumance – Diario di una composizione unica al mondo”, opera che racconta tra testi e immagini la splendida avventura vissuta l’estate scorsa da uomini ed animali di Maremma attraverso la Provenza, sino a giungere – assieme ai guardian della Camargue – a Marsiglia, capitale europea della cultura.

Tramite le parole della curatrice Ambra Famiani e gli scatti della fotografa Laura Santelli, il libro trasmette emozioni e scenari di un viaggio fatto d’intenso rapporto con la natura, con gli animali che per giorni hanno accompagnato gli spostamenti, sino ad un trionfale ingresso in una Marsiglia gremita di migliaia di persone in attesa del corteo.

La serata di sabato sarà perciò un percorso tra parole ed immagini guidato da Carlo Falzetti, che racconterà della transumanza tra passato e presente, e da Ambra Famiani, che intervisterà alcuni dei protagonisti dell’evento, molti dei quali provenienti da Tarquinia e Montalto di Castro.

Ad accompagnare la chiacchierata, anche – come sempre a Book&Wine – un “viaggio” nel gusto: quello che dai vini italiani dell’azienda tarquiniese Terre della Farnesiana passa ai dolci francesi realizzati, per l’occasione, dai ragazzi dell’IPSEOA di Montalto di Castro. Una degustazione guidata con la consueta competenza dai sommelier della FISAR – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori.

Per la prima volta, con l’inizio di questo 2014, Book&Wine beneficia del patrocinio del Comune di Tarquinia; la kermesse collabora già da mesi con altre realtà cittadine, a partire dall’Associazione Artistica Culturale La Lestra e, nell’occasione, con i Cavalieri di Maremma.