Civitavecchia: l’arsenico torna sotto il limiti di legge, acqua di nuovo potabile

acqua_rubinettoSono arrivati oggi gli esiti delle analisi dell’acqua effettuate dalla ASL e dall’Arpa, le quali hanno confermato che i valori dell’arsenico a Civitavecchia a seguito dell’avvio dell’attività dell’impianto di dearsenificazione sono al di sotto della soglia di legge: è quanto comunicato dall’amministrazione comunale di Civitavecchia tramite la propria pagina Facebook ufficiale, aggiungendo come l’ordinanza di non potabilità non verrà, quindi, rinnovata.

L’amministrazione inoltre precisa che il dearsenificatore sta lavorando già da una decina di giorni grazie all’allaccio alla rete elettrica, e quindi il gruppo elettrogeno è spento. Per il potabilizzatore l’entrata in funzione sarà garantita non appena verrà aumentata la potenza elettrica. La procedura sul territorio comunale di Tarquinia richiederà la presentazione della domanda di ENEL, l’autorizzazione da parte dell’ufficio tecnico dei lavori pubblici di Tarquinia e i lavori di cantiere. L’acqua, anche senza l’entrata in funzione del potabilizzatore, è comunque potabile.

No coke Alto Lazio: “Piazza048 non è solo un codice”

Riceviamo e pubblichiamo
piazza048Le numerosissime adesioni e il vasto consenso che sta ottenendo in città e nel comprensorio l’iniziativa “Piazza 048″ sono il segno dell’accresciuta sensibilità della popolazione rispetto alle malattie causate dall’inquinamento. Si diffonde sempre più la consapevolezza che l’avvelenamento del territorio, sottoposto da decenni a gravissime pressioni ambientali, sia la causa di una situazione sanitaria drammatica, con dati epidemiologici che registrano patologie in eccesso rispetto alle medie regionali e nazionali. Non c’è famiglia che non sia toccata dalla sofferenza di un parente, amico, conoscente, colpito dal male. Insieme a questa triste realtà nascono le domande che rivolgiamo da anni a chi può e deve intervenire:  perché si è permesso di giungere a tanto? Perché c’è ancora chi tace o, peggio, nega? Cosa si sta facendo per fermare la strage?
Il Movimento NO COKE Alto Lazio considera perciò con interesse l’iniziativa di “Piazza048″, auspicando che possa proseguire, come è nelle intenzioni dei promotori, con la volontà di non subire passivamente questo stato di cose: stimolare e mettere insieme le energie per intervenire attivamente, lottare e ottenere la riduzione delle fonti e dei livelli di inquinamento, controlli ambientali  e sorveglianza sanitaria, risanamento del territorio dai fattori di nocività e rischio.
Il nostro auspicio, rivolto a quanti sostengono “Piazza 048″, è di procedere insieme anche sulla strada della denuncia e sulla corretta valutazione fra la variabilità degli indicatori di salute (mortalità, morbosità etc) e quella degli indicatori di contaminazione ambientale.
 
 Movimento Nocoke Alto Lazio

Monitoraggio sulle coltivazioni agricole: la Procura autorizza il CRA a fornirne copia al sindaco di Civitavecchia

civitavecchia_torre_valdaliga_nordLa Procura della Repubblica ha autorizzato il Centro per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura (CRA) a fornire al sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino, in qualità di primo responsabile della salute dei cittadini, copia del rapporto sul monitoraggio delle coltivazioni agricole nel periodo compreso fra l’anno 2010 e 2013. Lo si apprende da quanto comunicato da Civitavecchia Informa, pagina Facebook ufficiale del Comune di Civitavecchia. Tale studio, previsto dall’accordo tra Comune di Tarquinia e Enel del 2008, è finalizzato ad verificare le eventuali ricadute sui terreni agricoli di materiali inquinanti derivanti dalle emissioni della centrale a carbone di Torrevaldaliga Nord.

L’autorizzazione della Procura si era resa necessaria in quanto il CRA, nei giorni scorsi, ha chiesto il nullaosta della magistratura per inviare la documentazione. “La valutazione delle ricadute al suolo delle sostanze inquinanti riveste una fondamentale importanza – dichiara il sindaco Cozzolino – tanto quanto il monitoraggio delle emissioni. Sui contenuti dello studio realizzato dal CRA, che riguarda informazioni sullo stato dell’ambiente di potenziale interesse sanitario, aleggia da tempo un alone di mistero inaccettabile. Ora attendiamo in tempi brevi la consegna della documentazione per verificare se sussistano o meno elementi significativi in relazione alle emissioni della centrale a carbone”.

Liceo scientifico sportivo al “Marconi” di Civitavecchia, ratificata la conferma

Liceo-SportivoCon la ratifica, avvenuta ieri in aula Cutuli, del protocollo d’intesa a firma del preside Nicola Guzzone, del sindaco Cozzolino e del presidente Coni Comitato Regionale Lazio Riccardo Viola, è stata ufficializzata la conferma della sezione del liceo scientifico ad indirizzo sportivo presso l’istituto “G. Marconi” di Ciivtavecchia.

I licei scientifici ad indirizzo sportivo, attivati in Italia nel 2013/2014 a seguito della riforma Gelmini, presentano un aumento delle ore di scienze motorie e sportive, diritto ed economia dello sport e delle scienze naturali, mentre sono assenti la lingua latina e la storia dell’arte, e sono state diminuite le ore dedicate alla filosofia.

Soddisfazione è stata espressa dai rappresentanti delle istituzioni coinvolte.

Civitavecchia – Entra, segna e scatta un selfie: la gran domenica di Fanari della CPC

(s.t.) Entrare poco dopo l’inizio del secondo tempo nel big match del girone di campionato, contro la capolista, e segnare – una manciata di secondi dopo – il gol del pareggio, che vale la seconda posizione e tiene del tutto vive le speranze di rimonta in campionato: è quanto successo a Federico Fanari, ventenne ala della Compagnia Portuale di Civitavecchia, che il gol di ieri alla Boreale l’ha festeggiato in maniera atipica.

Dribbling e tiro all’angolino, al 15’ del secondo tempo, per riportare in pareggio la sfida con la Boreale, quindi la corsa ad esultare. E proprio in quel momento arriva l’idea: Federico prende la macchinetta fotografica di uno dei fotografi a bordo campo e scatta un selfie di festeggiamento con i compagni di squadra!

“È stata un’esultanza spontanea, pensata in quel momento. – racconta oggi Fanari – Niente di programmato, anche perché non avrei mai immaginato di entrare e fare gol dopo dieci minuti”. Niente emulazione di quanto fatto da Totti nel derby appena una settimana prima, anche perché Federico tifa Lazio.

“Penso sia stata una cosa bella in fondo. – prosegue – Per il resto, sono contento della prestazione di ieri sia mia che della squadra: se ho segnato quel gol, ovviamente, è anche grazie a loro”. E il riconoscimento migliore, ai compagni, è proprio la presenza nel selfie del pareggio.

Ma l’ultima curiosità cade, per ora, nel vuoto, quando gli chiediamo se ha modo di mostrarci lo scatto finale. “No purtroppo! – ci spiega – Non conosco il fotografo: domani all’allenamento provo ad informarmi!”. Proviamo a dargli una mano noi, lanciando l’appello al ragazzo che nella sua scheda SD ha la foto più curiosa del calcio civitavecchiese della settimana.

Porto di Civitavecchia: collegamento col Centro America per il traffico agroalimentare

porto_civitavecchiaÈ partito il 16 gennaio, con l’arrivo della prima nave dell’armatore genovese Cosiarma, il collegamento settimanale con Guatemala, Costa Rica e Colombia, che da solo nel 2015 farà arrivare nelle celle reefer della Cfft (Civitavecchia Fruit & Forest Terminal) 120.000 tonnellate di banane e ananas.

“Con questo nuovo accordo commerciale – commenta il presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti – il porto di Civitavecchia diventa lo scalo di riferimento dell’Italia centro-meridionale per il settore agroalimentare, anche grazie agli impianti e insediamenti realizzati direttamente in banchina. Si tratta del consolidamento di un traffico già importante, che consentirà la creazione di nuovi posti di lavoro ed è un altro segnale concreto di una ripresa già in atto per l’economia portuale e del territorio”.

“Grazie all’azione del presidente Monti ed alla sinergia con l’Autorità Portuale – afferma l’amministratore delegato della Cfft, Steven Clerckx – abbiamo ottenuto una serie di garanzie circa l’affidabilità del porto di Civitavecchia che ci hanno consentito di vincere la concorrenza di operatori di altri scali, portando qui anche importanti marchi come Chiquita e Simba”.

“La soddisfazione è maggiore – continua – se si pensa che per noi si tratta della prima linea settimanale dell’armatore Cosiarma, che utilizzerà navi ro-ro per il trasporto containerizzato della frutta, che nello scarico della merce consentiranno di avere una resa 3 volte superiore rispetto a quella delle navi tradizionali lo-lo. Per ogni ciclo di operazioni nave-terminal utilizzeremo complessivamente oltre 50 persone”.

Nel 2015 il traffico delle banane nel porto di Civitavecchia farà registrare il record di 250.000 tonnellate, confermando il trend di crescita che nel 2013 ha fatto registrare 100.000 tonnellate, arrivando a 165.000 nel 2014.

Porti: con Grimaldi da Civitavecchia trasporto diretto auto Fca per Usa

(700394c5460EDNmaingrimaldi_fcaAdnKronos) Al via a febbraio il nuovo servizio diretto per il trasporto di veicoli Fca tra il porto di Roma e gli Stati Uniti. Sarà il Gruppo Grimaldi con le sue navi a collegare il porto di Civitavecchia con gli scali nordamericani di Baltimora e Halifax per il trasporto di automobili ed altra merce rotabile. Il nuovo collegamento è il primo servizio diretto e regolare tra il Mediterraneo e il Nord America per il settore ro/ro-car carrier. Saranno quattro navi ro/ro-car carrier con una capacità totale di carico di 25.000 automobili, a garantire la nuova linea regolare con un transit time di soli 13 giorni tra Italia e Stati Uniti. L’itinerario prevede, in sequenza, scali nei porti di Gemlik (Turchia), Bar (Montenegro), Civitavecchia, Baltimora (Usa), Halifax (Canada) ed Anversa (Belgio).

Il nuovo collegamento sarà di supporto anche per l’export di Fiat Chrysler Automobiles (Fca) per il trasporto dei nuovi modelli Fiat 500X e Jeep Renegade, la prima Jeep fabbricata fuori dai confini degli Stati Uniti, prodotti presso lo stabilimento di Melfi (Potenza).

“Con questo servizio il porto di Civitavecchia, grazie al connubio con Grimaldi e Fca, diventa l’hub commerciale da cui far ripartire l’Italia”, ha detto Pasqualino Monti, Presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia Fiumicino Gaeta durante la conferenza stampa tenutasi oggi a Civitavecchia. “Non è un caso – ha proseguito Monti – che l’export della produzione italiana di auto, mantenuta a Melfi, come da impegno dell’amministratore delegato di Fca Sergio Marchionne con il premier Matteo Renzi, riprenda da Civitavecchia, che dopo aver consolidato il primato nelle crociere ha lanciato la propria sfida per le merci, ripartendo da un traffico che negli anni scorsi aveva raggiunto risultati notevoli in import”.

“È stato raggiunto un accordo importante, anche per i risvolti occupazionali che avrà, – ha sottolineato Monti – fra uno dei principali marchi industriali del paese, uno dei primi armatori mondiali e il porto di Roma che ancora una volta ha saputo farsi trovare pronto realizzando a tempo di record le infrastrutture necessarie. Per Civitavecchia – ha aggiunto – il 2015 sarà un anno decisivo. Oltre ad un nuovo primato per le crociere, sono infatti attesi la ripresa delle autostrade del mare e l’inizio della vera sfida nei traffici commerciali, con avvio di nuovi determinanti interventi, a partire dalla darsena energetico grandi masse con il nuovo terminal container, per la costruzione della Piattaforma Lazio, che costituirà da sola il nuovo principale volano di sviluppo economico per il futuro del porto, della città e di tutto il territorio dell’alto Lazio”.

Soddisfazione è stata espressa anche da Costantino Baldissara, Commercial, Logistics and Operations director del Gruppo Grimaldi. “Un prodotto italiano che viene esportato in Usa – ha affermato – la soddisfazione di un Made in Italy che viene esportato attraverso la Grimaldi das un porto come quello di Civitavecchia possiamo dire di essere veramente orgogliosi. Le auto giungeranno in treno sino alla banchina già pienamente attrezzata e le auto saranno scaricate dai treni e imbarcate sulle navi che avranno una frequenza di viaggio settimanale”.

Con il nuovo collegamento, il Gruppo Grimaldi dota il porto di Civitavecchia di un innovativo servizio diretto per il Nord America e ne ribadisce l’importanza quale scalo principale per il trasporto marittimo di merci, non solo intra-europeo ma anche intercontinentale. Oltre agli Usa, il porto di Roma è collegato, direttamente o con trasbordo, con gli oltre 120 scali nel Mediterraneo, il Nord Europa, il Sud America e l’Africa Occidentale serviti dal Gruppo.

Il porto di Civitavecchia gioca un ruolo strategico nella fitta rete di collegamenti marittimi offerti dal Gruppo Grimaldi. Da oltre 10 anni, il servizio Euro-Aegean, dedicato al trasporto di auto nuove e merci rotabili, collega settimanalmente Civitavecchia con porti sia del Mediterraneo (Setubal, Valencia, Livorno, Salerno, Palermo, Pireo, Alessandria, Beirut, Tripoli, Lattakia, Mersin, Gemlik, Yenikoy) che del Nord Europa (Amburgo, Anversa, Portbury, Southampton e Flushing).

Inoltre, Civitavecchia è uno scalo di primaria importanza nella rete di autostrade del mare offerte dal Gruppo Grimaldi nel Mediterraneo Occidentale. Attualmente, il gruppo partenopeo collega regolarmente il porto di Civitavecchia con Barcellona, Porto Torres e Tunisi, per il trasporto di merci rotabili (automobili, van, camion e semirimorchi) e passeggeri.