Civitavecchia, al Teatro Nuovo Sala Gassman di scena “Senza rimpianti”

Riceviamo e pubblichiamo

12657988_809311535867409_3756591055827453559_oSabato 13 febbraio alle ore 21 ed in replica domenica 14 febbraio alle 19, al Teatro Nuovo Sala Gassman di Civitavecchia va in scena “Senza rimpianti”, spettacolo scritto e diretto da Fabrio Porchianello con la direzione artistica di Enrico Maria Falconi.

La follia dell’essere umano trova la sua massima espressione nella guerra, pratica dove ormai sembra essere diventato un artista. Pochi grandi a “giocare con il potere” e tante piccole insignificanti vite a pagare le conseguenze di aberranti menti conquistatrici. Una storia che guarda al passato e che scopre una ferita che non si può ricucire. Il dolore di quello che fu che non può essere cambiato, ma solo accettato. La voglia dell’essere umano di “ESSERE UMANO” comunque e a tutti i costi. Accettare l’idea che la vita c’era prima dell’uomo e continuerà anche dopo la sua scomparsa, è l’unico modo di capire che abbiamo solo una parte marginale nel teatro dell’esistenza. Non è importante quanto rimani sul palco a recitare la tua parte, ma il ricordo che tutti avranno di te quando sparirai dietro le quinte.

“Ho voluto nascondere dietro l’ironia, il sarcasmo e l’ilarità una triste realtà che già ci circonda – spiega l’autore – permeando in maniera subdola la vita di ognuno. Per certi errori non è importante il quando, ma il “come” si riesce a superarli”.

Ingresso 10,00 euro, ridotto (per soci Cral Comune, Auser e under 18) 8,00 euro. Info e prenotazioni al 328 1224154.

A Civitavecchia il 5 febbraio la presentazione della stagione 2016 della Civitavecchiese Fratelli Petito

Riceviamo e pubblichiamo

È attesa per venerdì 5 febbraio alle ore 16:45 presso il Porto di Civitavecchia (ingresso nord), all’interno della sala conferenze dell’Autorità Portuale, la presentazione della stagione 2016 targata Civitavecchiese Fratelli Petito.

Il team giovanile presieduto da Patrizio Carraffa, che si appresta a disputare la quarta stagione di fila, presenta alla città e a tutti gli appassionati di ciclismo il nuovo organico di atleti delle categorie giovanissimi, esordienti e juniores oltre al progetto scuola ciclismo. Un vernissage avvalorato dalla presenza di ospiti illustri tra ex professionisti, autorità politiche e sportive federali con un’appendice dedicata alla presentazione della Granfondo Città di Tolfa in programma domenica 20 marzo.

Gli studenti del Nautico di Civitavecchia si allenano per il Palio Marinaro di Santa Firmina

Riceviamo e pubblichiamo

equipaggio maschile Palio  marinaroSono iniziati gli allenamenti degli studenti dell’Istituto Nautico di Civitavecchia per il Palio Marinaro di Santa Fermina. Il progetto, presentato dall’A.S.D. Mare Nostrum 2000, intende utilizzare il canottaggio per privilegiare gli aspetti ludici dello sport rispetto a quelli agonistici e si prefigge lo scopo di far praticare ed educare le giovani generazioni allo sport e alle tradizioni.

L’Istituto Nautico del Calamatta ha aderito con entusiasmo all’iniziativa con 5 equipaggi: due equipaggi maschili, due equipaggi femminili e… un equipaggio di docenti che intendono sostenere i propri studenti e l’iniziativa.

Si sono già svolte due sessioni di allenamenti e gli studenti hanno risposto con entusiasmo. Le lezioni si tengono presso il Porto Storico di Civitavecchia su imbarcazioni a remi e sedile fisso messe a disposizione dall’Associazione Mare Nostrum 2000. La dirigente scolastica dott.ssa Emanuela Fanelli ringrazia l’Associazione Mare Nostrum 2000 che offre agli studenti l’opportunità di avvicinarsi in modo giocoso alle attività marinaresche, legando la scuola alle tradizioni della città.

“Un sentito ringraziamento– aggiunge la dirigente – va al nostro allenatore, il signor Davide Orlandi che, con perizia e squisita disponibilità, segue i nostri equipaggi, rendendo ogni sessione un divertente momento educativo. Un ringraziamento particolare va alle docenti che, scherzosamente, si affiancano ai nostri studenti per valorizzare l’iniziativa.”.

Un invito agli studenti delle terze medie e alle loro famiglie a partecipare all’open day dell’Istituto di sabato 30 gennaio dalle ore 15,00 alle ore 17,30.

Il Movimento No Coke e Il Forum Ambientalista parteciperanno alla Marcia della salute

Riceviamo e pubblichiamo
Torrevaldaliga NordQuello alla salute è un diritto costituzionalmente garantito e elemento essenziale di ogni società che ambisca a definirsi civile.
Che vi sia una correlazione strettissima tra i livelli di inquinamento di un territorio e lo stato della salute della popolazione è ormai cosa certa. Per questosaremo presenti alla Marcia della Salute, sebbene non coinvolti  dagli organizzatori come nelle edizioni precedenti e seppure con le difficoltà dovute allo svolgimento in orario lavorativo, nella consapevolezza che al di là di eventuali volontà strumentalizzatrici e della possibilità che i maggiori responsabili dell’inquinamento del territorio partecipino alla Marcia ammantati di novello ambientalismo, i nostri avversari sono sempre gli stessi ovvero gli inquinatori e quella politica che da questi ultimi prende ordini e legifera (anche se poi a volte alcuni esponenti di questa politica hanno l’ardire di parlare di ambiente) .
Lo faremo, pur non conoscendo la piattaforma rivendicativa elaborata dagli organizzatori, partendo da un assunto fondante della nostra azione ormai da anni: l’inquinamento del territorio dell’Alto Lazio è dovuto ad una sommatoria di fattori, ma certo è che la centrale ENEL di Torrevaldaliga Nord con i suoi 4.500.000 t/a di carbone, con i suoi 10 milioni t/a di anidride carbonica e i suoi 6.300.000 mc di emissioni ogni ora di funzionamento non può essere considerata semplicemente la punta dell’iceberg, ma la maggiore fonte inquinante presente sul territorio. Cosi come non si può pensare di combattere l’attuale situazione ambientale senza la consapevolezza che si debba ricorrere ad un modello energetico che si fondi sul risparmio, sull’uso diffuso e democratico delle fonti rinnovabili e su una diversa gestione del territorio e dell’economia.
E una tale impostazione, da noi da sempre sostenuta e recentemente esplicitata, unitamente ai comitati e alle associazioni ambientaliste di livello nazionale, in occasione dell’adesione alla piattaforma programmatica alternativa lanciata in occasione del COP 21, non può che partire, nella fattispecie di Civitavecchia, dalla predisposizione di un Piano Energetico Regionale che, prendendo atto delle criticità, sia in termini energetici che ambientali, dovrebbe proporre un nuovo assetto energetico della Regione nella direzione di un riequilibrio ambientale transitandola verso un economia a bassa emissione di carbonio. Scelta possibile solo prevedendo un percorso di uscita dal carbone di Torrevaldaliga Nord. Criteri che non solo non troviamo nel piano energetico in fase di approvazione alla Regione Lazio, ma che temiamo, dall’impostazione data, non sia nemmeno misura condivisa. Molti altri sono i provvedimenti che possono essere assunti nell’obiettivo di minimizzare il carico inquinante sul territorio quali:
        Imporre ad ENEL l’utilizzo di carbone con tenore di zolfo inferiore allo 0,3% come previsto dal piano di qualità dell’aria della Regione Lazio:
        Elettrificazione delle banchine
        Misure specifiche finalizzate al contenimento degli inquinanti derivanti dal traffico portuale
        Estensione delle aree pedonali e rilancio del servizio di trasporto pubblico e collettivo
        L’affidamento delle 11 centraline di proprietà del comune di Civitavecchia (ex Enel) all’ARPA Lazio per inserirle nella rete regionale e rendere finalmente i dati inutilizzabili ai fini di legge.
        Partecipazione attiva all’osservatorio ambientale Regionale .
Provvedimenti che certo chiamano in causa ogni livello istituzionale, locale, regionale e nazionale, ma che certo possono trovare, almeno sino a quando il governo continuerà a marciare in ottica opposta alla tutela dell’ambiente e viste le enormi competenze attribuite alla stessa per legge, nella Regione Lazio il suo primo attore.

No Coke: “Civitavecchia apria una forte vertenza ambientale con l’Enel”

Riceviamo e pubblichiamo
torre-valdaliga-nordA Civitavecchia tutti sappiamo come è stata svenduta la nostra salute: prima con la giunta De Sio che ha  consentito nel 2003 la conversione a carbone della centrale di Torrevaldaliga Nord, poi con la giunta Tidei che nel 2013 ha consentito attraverso la nuova AIA di incrementare le ore di esercizio della centrale e la quantità di carbone bruciato.
Questi “carbonari” che attualmente intervengono pubblicamente con attacchi e critiche, quindi, hanno  perso da tempo il diritto di parlare sulle tematiche ambientali: tutti hanno capito che a costoro non importa assolutamente migliorare la qualità ambientale del territorio e la salute della popolazione, ma intervengono solo per strumentalizzazione politica. Le loro colpe sono gravissime e pesano sulla qualità della vita dei cittadini di Civitavecchia.
Ciò non toglie però che  l’accordo stipulato dall’attuale amministrazione 5 Stelle, che pur con coraggio ha scelto di uscire dal Consorzio dei Comuni per la gestione dell’Osservatorio ambientale, non vada bene e per vari motivi.
Innanzitutto  non condividiamo la scelta di relazionare questo accordo con quello del 14/4/2008 sottoscritto dalla giunta Moscherini, contro il quale abbiamo fatto “fuoco e fiamme” e che rifiutiamo decisamente; si sarebbe invece potuto fare riferimento alle richieste della Corte dei Conti di riequilibrio del bilancio per gravi irregolarità commesse dalle precedenti amministrazioni (giunte Moscherini e Tidei).
Inoltre sarebbe stato opportuno limitare la transazione a quanto giustamente dovuto dall’Enel per l’ICI/IMU, omettendo di barattare la mancata realizzazione del parco eolico con soldi e lavori, questi ultimi peraltro subordinati ai progetti da predisporre da parte dell’Enel e a condizioni di sostenibilità, cioè a dire che debbono consentire il recupero integrale dei costi da parte dell’Enel.
L’amministrazione deve aprire una forte vertenza ambientale con l’Enel per permettere a Civitavecchia di uscire da una situazione frutto di anni di cattiva amministrazione e dalla logica della dipendenza da Enel.
Pertanto è necessario:
         Attuare una serie di iniziative tendenti ad ottenere un piano di riduzione e dismissione del carbone, con  l’immediata utilizzazione di carbone a basso tenore di zolfo;
         Approvare una delibera consiliare che preveda al temine dell’esercizio della centrale  di TVN la dismissione della stessa con obbligo dell’Enel  di bonificare l’area;
         Valutare la possibilità di inoltrare la richiesta di riesame dell’AIA sulla base di eventuali nuovi dati sanitari;
         Invitare la Regione Lazio a reintegrare i fondi destinati all’attività dell’Osservatorio ambientale regionale, l’unico previsto per legge, affinché questo sia effettivamente e pienamente funzionante;
         Inviare al più presto osservazioni puntuali alla Regione per la modifica del nuovo Piano Energetico del Lazio, che nella stesura attuale trascura completamente la situazione ambientale e sanitaria di Civitavecchia;
         Attivare la procedura per inserire Civitavecchia tra i siti inquinati compresi nel programma nazionale di bonifica;
         Sollecitare ulteriormente l’Autorità portuale di Civitavecchia affinché trasformi e costruisca banchine elettrificate;
         Organizzare con cadenza periodica incontri con i movimenti ambientalisti e i cittadini e coinvolgerli sulle tematiche ambientali.
 
MOVIMENTO NO COKE ALTO LAZIO

La Mama Café Pallavolo contro il Montmarte cala il Settebello

Riceviamo e pubblichiamo

volley18In una partita giocata al Corsini La Rosa per l’indisponibilità del Palazzetto, il Mama Café aveva tutto da perdere contro una formazione, il Montmartre, che, seppur lontana in classifica dai tirrenici, ha comunque valori indiscutibili nei giocatori in rosa, la squadra di Coach Gabrielli dimostra ancora una volta però di saper vincere anche soffrendo, come dimostrano i parziali del secondo e terzo set.

Per l’ennesima volta in stagione, coach Gabrielli è costretto a schierare una formazione diversa  causa dell’infortunio del centrale Luciani, costretto al forfait da una tendinite e gettando nella mischia dall’inizio il veterano Siliani, autore di una ottima prova. Questi i convocati: Amoni Marco, Marino Alessandro, Di Iorio Francesco, Gambacorta Federico, Di Iorio Gabriele, Manna Federico, Amoni Michele, Bussu Michele, Maggiori Giordano, Olivastri Matteo, Di Stefano Leonardo,Siliani Simone, Allenatore Gabrielli Fabio.

Nel primo set la formazione di casa esprime un gioco preciso lineare ben orchestrato da capitan Marino che variando il gioco riesce spesso a far attaccare i martelli civitavecchiesi con muro a 1, ed imbeccando bene poi i centrali anche con ricezioni ed appoggi imprecisi, il parziale si chiude sul 25/10.

Nel secondo parziale ecco che gli ospiti tiravano fuori tutta la loro esperienza e voglia di vincere, giovandosi anche degli errori in attacco di un Mama Café imprecisa anche in ricezione, riuscendo a giocarsi il set punto a punto, che però è comunque ad appannaggio dei padroni di casa che, grazie anche ai cambi effettuati da coach Gabrielli nel momento topico della gara, dove inseriva prima in battuta e ricezione Maggiori per Olivastri poi effettuava il doppio cambio (palleggiatore per l’opposto di seconda  ed opposto per palleggiatore in prima linea) per garantirsi così in ben 9 rotazione sempre attacco a tre da prima linea, (ottime prove di Amoni Marco in regia, di D’Iorio Francesco da opposto e Maggiori in battuta e ricezione), per 25/23.

Il terzo set scorre via sulla falsa riga del secondo, con gli ospiti che riescono a prendere un vantaggio di 4 punti a metà parziale, prontamente recuperato dai irenici che, con le battute in salto del centrale Olivastri ed una attenta difesa riescono a portarsi avanti fino al 24-22, recuperato però dal Montmartre fino al 25-25, dove con una correlazione muro difesa impeccabile la squadra con in regia Marco Amoni si aggiudica il parziale per 27/25 chiudendo 3-0 la gara.

A fine partita coach Gabrielli soddisfatto solo per il risultato, esordisce così: “Oggi sapevamo di affrontare una formazione dalle indiscutibili potenzialità che, negli anni passati, mi ha fatto sempre penare per avere la meglio, faccio i complimenti ed un in bocca al lupo a loro per il proseguo del campionato. Sulla prova dei miei posso dire di salvare primo set ed il risultato, non di certo l’atteggiamento del secondo e terzo set, dove abbiamo rischiato eccessivamente di complicarci la partita. Faccio un elogia particolare soprattutto a chi fino ad oggi, seppur giocando discontinuamente, si è fatto trovare pronto al momento giusto, come oggi accaduto a Marco Amoni, Francesco D’Iorio, Giordano Maggiori e Simone Siliani, e le volte scorse a Leonardo Di Stefano e Gambacorta Federico, tutti ragazzi eccezionali e disponibili sui quali poter sempre contare. Un elogio particolare anche al Martello Manna Federico che, seppur fresco di Laurea in settimana, non si è fatto distrarre dai tanti festeggiamenti mettendo in campo tutta la sua determinazione e voglia di vincere. Adesso ci prepariamo per la prossima sfida contro il Green Volley”.

Volley: Mama Café Civitavecchia, secco 3-0 all’Ostia Volley Club

Riceviamo e pubblichiamo

PallavoloIn serie D maschile ancora una vittoria per la formazione del Mama Café Civitavecchia. Questi i convocati di coach Gabrielli: Marino Alessandro, Amoni Marco, Amoni Michele, Manna Federico, D’Iorio Gabriele, Olivastri Matteo, Luciani Federico, Gambacorta Federico, Votrico Enrico, Maggiori Giordano e Bussu Michele . Questo il sestetto iniziale: Marino Alessandro in regia, Manna Federico e Amoni Michele martelli, D’Iorio Gabriele opposto, Olivastri Matteo e Luciani Federico al centro, con Bussu Michele Libero.

Il Mama Café di coach Gabrielli, tornato in panchina dopo aver superati i problemi familiari, è scesa in campo in formazione inedita a causa dell’assenza forzata dell’opposto Votrico, sostituito egregiamente dal giovane e promettente Gabriele D’Iorio, ha comunque fornito una prestazione di buon livello, condita da un ottima regia al palleggio di Marino prima e di Marco Amoni  poi, che hanno messo in mostra tutta la loro bravura nell’attuare gli schemi di attacco smarcando a dovere gli attaccanti, chiamando spesso in causa anche i centrali Luciani ed Olivastri nella fase di contrattacco.

Ottima anche la prestazione in attacco di Manna F. e Michele Amoni che, insieme a Bussu, hanno mantenuto percentuali alte anche in ricezione. Nel secondo set buona prestazione di Maggiori, subentrato in ricezione al posto del martello Amoni Michele, è lasciato anche in prima linea. Buona prova anche del giovane Gambacorta che, entrato a metà del del terzo set, ha messo in mostra una buona battuta ed un attacco niente male.

A fine partita coach Gabrielli visibilmente soddisfatto ha elogiato tutto il roster a sua disposizione, sottolinenando la prova del Libero Bussu, autore di difese e ricezioni da giocatore di categoria superiore. Adesso testa subito alla gara di sabato prossimo che vedrà il team impegnato sul campo dell’ASD Volleyball Santa Monica, formazione che segue a sette punti in classifica le 4 squadre di testa a 9 punti.