Finanziamento regionale per i plessi scolastici di Montalto di Castro

Riceviamo e pubblichiamo

Il Comune di Montalto di CastroIl Comune di Montalto di Castro ha ottenuto un finanziamento regionale di 1.343.055 euro per interventi straordinari in materia di edilizia scolastica. In particolare la sovvenzione riguarda gli istituti scolastici di Montalto capoluogo: la scuola secondaria “Gaietta Gacci Gradoli” (1.044.052 euro) e la scuola dell’infanzia “Gianni Rodari” (299.003 euro). Gli interventi alle strutture scolastiche prevedono il miglioramento della messa in sicurezza, in particolare con l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico.

«Nell’ottica del miglioramento delle strutture pubbliche – spiega il sindaco Sergio Caci – oltre ai già tanti fondi che investiamo anno dopo anno stiamo partecipando a vari bandi, proprio come questo, che ci permetteranno di rendere le nostre scuole ancora più efficienti e all’avanguardia».

L’Anmi di Tarquinia assegna sabato le borse di studio alla memoria di Alessandro Bellucci

Alessandro_BellucciSabato 4 luglio alle ore 10,30 , presso l’aula magna del plesso Ettore Sacconi in via Umberto I, avrà luogo la cerimonia di conferimento delle borse di studio alla memoria del “Cav. Alessandro Bellucci” assegnate dall’associazione nazionale Marinai d’Italia gruppo “F.lli Nardi” di Tarquinia ai ragazzi delle classi terze dei plessi “Sacconi” e “Dasti”.

Interverranno il consigliere nazionale A.N.M.I. Ammiraglio Mario D’Arrico, il delegato regionale A.N.M.I.Ammiraglio Attilio Gambino con la consorte la scrittrice Prof. Luisa Gorlani, le autorità comunali, il dirigente scolastico Prof. Dilva Boem e la famiglia Bellucci. Nel corso dell’evento verranno premiati gli studenti risultati vincitori delle borse finanziate dall’A.N.M.I., verranno consegnate le borse di studio a coloro che avranno superato gli esami di Stato con una valutazione complessiva di 10 e lode.

Continua dunque l’impegno della locale sezione dei Marinai d’Italia verso i ragazzi più giovani, sostenendo l’impegno e la meritocrazia assoluta. L’evento è aperto a tutti coloro volessero partecipare. Dopo la cerimonia seguirà un sobrio rinfresco. 

Il 10 luglio a Tarquinia consiglio comunale sul futuro dell’ospedale

L'ospedale di Tarquinia«Si terrà venerdì 10 luglio, alle ore 16, un consiglio comunale sul futuro dell’ospedale di Tarquinia». Lo comunica il sindaco Mauro Mazzola, che ha incontrato questa mattina il direttore generale dell’Asl di Viterbo Luigi Macchitella.

«Il direttore generale Macchitella parteciperà all’assemblea per illustrare piani e obiettivi sul presidio. – prosegue il primo cittadino – Nella riunione ho fatto presente tutte le criticità che riguardano la struttura: dal rafforzamento del personale medico e infermieristico ai lavori di ristrutturazione, fino all’importantissima questione del reparto di ostetricia e ginecologia. Occorrono molta collaborazione e meno chiacchiere. Inoltre si devono condannare disfattismo e demotivazione, perché peggiorano la situazione, diminuendo esponenzialmente la speranza di mantenere o, dove possibile, rilanciare servizi di eccellenza già attivi all’interno dell’ospedale».

Tarquinia Lido: bambino si perde sulla spiaggia, un ragazzo lo soccorre e lo riporta dalla mamma

Tarquinia LidoTutto è bene quel che finisce bene: non c’è motto migliore per riassumere quanto accaduto ieri pomeriggio, attorno alle 17 e 30, al Lido di Tarquinia, quando un bambino di 6 anni – Francesco – si è allontanato dalla propria famiglia scomparendo per circa mezzora.

Momenti di ansia da parte dei familiari, una volta resisi conto dell’assenza del piccolo che, disorientato e spaventato ed alla ricerca della mamma, aveva continuato a camminare dal tratto di spiaggia libera tra Tibidabo e Tirreno sino all’altezza dello stabilimento Boa Sorte, alla foce del fiume Marta.

Lungo il tragitto, però, succede qualcosa che rende davvero romanzesca ed avventurosa la storia: un’altra mamma, al mare assieme al figlio, nota la confusione del bambino e capisce che, così solo, deve essersi smarrito. Invita, allora, il figlio adolescente a seguire il bambino per aiutarlo, ed è questa intuizione che evita guai peggiori al piccolo: nella confusione, infatti, era entrato in mare col rischio di mettersi seriamente in pericolo.

“Recuperato” dal ragazzo, il bambino si è tranquillizzato e assieme – con la collaborazione della Polizia Locale di Tarquinia – sono andati alla ricerca della famiglia del piccolo, riuscendo nel lieto fine da tutti sperato.

Corsi Aib per i volontari del gruppo comunale di Protezione Civile di Montalto

Riceviamo e pubblichiamo

Corso Aib_1È iniziato oggi e terminerà domani 28 giugno il corso Aib (Antincendio boschivo) dei volontari del gruppo comunale di Protezione Civile. Allo stage, che segue le ultime direttive e linee guida dell’agenzia regionale di Protezione Civile, interamente finanziato dal Comune di Montalto di Castro, partecipano 24 volontari già iscritti al gruppo e dotati di idoneità sanitaria e di dispositivi di protezione individuale. Il corso, ubicato presso l’incubatore di impresa in località Due Pini, prevede 16 ore (8 di teoria e 8 di pratica) svolto da personale specializzato del Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Viterbo. Oltre ad essere autorizzati ad intervenire agli incendi ad elevato rischio, i volontari con questa nuova specializzazione potranno operare insieme alle squadre dei Vigili del fuoco agli incendi boschivi. Un ulteriore apporto formativo, dunque, che si aggiunge in tal modo al bagaglio personale di ogni volontario del gruppo comunale di Protezione Civile.

«È una condizione essenziale e necessaria – afferma il vicesindaco e delegato alla sicurezza Luca Benni – per affrontare, oltre la stagione di alto rischio incendi, qualsiasi altra criticità in riguardo alle emergenze di Protezione Civile. Ringrazio l’agenzia regionale di Protezione Civile, nella persona del direttore Gennaro Tornatore, che ci ha messo in condizione di svolgere per la prima volta il corso Aib nel nostro Comune. Un particolare ringraziamento  – conclude Benni – va al comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Viterbo Gianfrancesco Monopoli e ai volontari del gruppo comunale di Protezione Civile sempre disponibili e operativi».

Il 4 luglio i Cavalli Alati tornano nella “loro” sala: presente il Ministro Franceschini

Riceviamo e pubblichiamo

Cavalli AlatiPer sabato 4 luglio alle ore 9.00 la Fondazione Etruria Mater invita all’Inaugurazione della Sala dei Cavalli Alati nel Museo Archeologico Nazionale alla presenza del Ministro dei beni e delle attività culturali e turismo on. Dario Franceschini. I Cavalli Alati sono un’opera universalmente riconosciuta come uno dei maggiori capolavori della scultura etrusca in terracotta. Si tratta di una lastra di 1,20 m x 1,16 m che rappresenta in altorilievo una coppia di cavalli alati. Fu rinvenuta nel 1938 da Pietro Romanelli sui resti del grande tempio definito “Ara della Regina” sull’altura della Civita di Tarquinia, sito dell’antica città etrusca e sono diventati il simbolo e il segno rappresentativo della città e della comunità di Tarquinia.

Alla fine degli anni ‘60 del  secolo scorso, nel nuovo allestimento del Museo Archeologico Nazionale Tarquiniense curato dall’architetto Franco Minissi, ai Cavalli Alati fu dedicata una sala che ne metteva in luce l’unicità ed il fascino. Nel 2001, in occasione della mostra temporane intitolata “Tarquinia etrusca. Una nuova storia”, lo straordinario altorilievo fu spostato nel Salone delle Armi dello stesso Museo. Si trattava di una collocazione temporanea che sarebbe docuta terminare alla fine dello stesso anno ma che poi, di proroga in proroga, è durata fino ad oggi. Nel 2014, per iniziativa della soprintendente Alfonsina Russo e della direttrice del Museo Maria Gabriella Scapaticci, sono stati avviati i lavori per la ricollocazione dei Cavalli Alati nella Sala ad essi originariamente destinata con l’intento di restituire a quest’opera,anche sul piano espositivo, la sua innegabile unicità.

La  riqualificazione della sala e il complesso lavoro di spostamento dell’opera sono stati realizzatti dalla Fondazione Etruria Mater con il contributo di Enel s.p.a.

A Montalto con #Start si parla di mobilità elettrica alternativa e piste ciclabili

Riceviamo e pubblichiamo

LOCANDINA-ITAWAY“Mobilità elettrica alternativa e piste ciclabili: azioni e ricadute sul territorio. Il progetto ITAWAY”. È questo il titolo dell’iniziativa che #Start! e Itaway hanno organizzato per domenica 28, a partire dalle 10.30, al centro commerciale di Via Tevere a Montalto Marina.

Obiettivo della mattinata sarà quello di mostrare le possibili applicazioni di una nuova forma di turismo, quello del ciclismo a pedalata assistita (ovvero basato su biciclette dotate di motori elettrici) e le ricadute che questa forma di fruizione ecosostenibile del territorio può avere, sia dal punto di vista economico che sociale. Il cicloturismo, oltre ad essere un’ottima declinazione del turismo sostenibile, rappresenta una grande opportunità per quel territorio che ne sposa le finalità e ne attua, in modo consapevole, le indicazioni e i principi, nel rispetto delle regole.

Itaway è un’associazione che ha messo in pratica un modello integrato e sinergico di cicloturismo sostenibile, oltre che in diverse regioni italiane, anche nella Tuscia, ponendo a fattor comune le molteplici capacità di Pubbliche Istituzioni ed operatori commerciali, realizzando itinerari dalla notevole valenza culturale e naturalistiche, sfruttando di fatto le potenzialità del territorio. #Start!, in qualità di incubatore di idee, collabora con Itaway nella diffusione di questo messaggio, oltre che nell’organizzazione dell’iniziativa, mettendo a disposizione i propri locali associativi come punto di presenza e showroom per le bici.

L’incontro, della durata di un paio d’ore circa, prenderà il via con una spiegazione del progetto e dei suoi punti salienti, approfondirà nello specifico il territorio della Tuscia e terminerà, per quanti vorranno, con una prova gratuita delle bici elettriche. Ovviamente, per quanti avranno piacere di condividere l’esperienza, sarà possibile associarsi al tour con la propria bici, anche non a pedalata assistita. Per velocizzare le operazioni di noleggio gratuito delle biciclette è gradita la prenotazione, telefonando al numero 331.79.97.678 (Claudio).