A Caffeina la presentazione di Spinoza.it, il nuovo libro del collettivo più irriverente del web

Riceviamo e pubblichiamo

Giovedì 12 giugno alle 21.00 presso il Cortile dell’Abate a Viterbo per Caffeina Cultura, lo staff del blog più irriverente della rete presenterà l’ultimo libro Spinoza. Qualcosa di completamente diverso, edito da Aliberti.

Eletto per tre anni consecutivi miglior blog italiano e vincitore del Premio Satira di Forte dei Marmi, Spinoza.it è un autentico caso editoriale che dal web approda per la terza volta alla pagina stampata. È ormai la fonte principale a cui milioni di lettori attingono ogni giorno in cerca di un contrappunto sarcastico a cronaca, politica e attualità.

Questa nuovissima e titanica raccolta frutto della fantasia di centinaia di navigatori, è composta da più di duemila battute, in gran parte inedite. Duemila sassolini che spogliano la realtà da convenzioni e censure per mostrarcela come non l’abbiamo mai vista: nuda, cruda e esilarante.
Questo libro è qualcosa di completamente diverso.

Goletta Verde: “Le acque alla foce del fiume Marta sono fortemente inquinate”

di Marco Vallesi

“In provincia di Viterbo , nel Comune di Montalto di Castro, in località Chiarone, il prelievo compiuto presso la foce del Fiume Chiarone è risultato inquinato. Sempre nel Viterbese, nel comune di Tarquinia, in località Lido, valori batteriologici oltre la norma indicano che le acque sono fortemente inquinate”. Sono queste le testuali parole con le quali ieri, 9 giugno 2012, Goletta Verde di Legambiente Roma, ha bollato le acque del litorale viterbese.

Le analisi effettuate lungo l’intera costa laziale durante il consueto viaggio estivo della Goletta Verde di Legambiente mettono in evidenza – secondo il comunicato stampa ufficiale dell’associazione ambientalista (pdf.scaricabile qui) –  che su 15 punti di prelievo per le analisi effettuate, solamente due presentano valori d’inquinamento entro la norma.

In precedenza, il sindaco di Tarquinia aveva emesso un’ordinanza (pdf.scaricabile qui) con la quale si vieta la balneazione in alcuni tratti della costa tarquiniese tra i quali il tratto compreso tra i 550 metri a sinistra e i 400 metri a destra della foce del fiume Marta.

Restano da osservare un paio di cose. Uno: che la definizione testuale del documento di Legambiente (riportata dal comunicato stampa con un copia-incolla) sembrerebbe indicare l’intera località del Lido mentre, nella tabella che riporta l’elenco e gli esiti delle 15 località (peraltro – sempre dal documento Legambiente, in testa alla citata tabella – individuate erroneamente vicine al mare della Toscana) in cui sono stati effettuati i prelievi e le analisi, viene indicata, precisamente, la “Foce Fiume Marta”. Viene da chiedersi, al fine di una corretta e puntuale informazione, quale sia l’utilità della diffusione di un documento che lascia spazio a più interpretazioni.

Due: nulla di tutto ciò, ossia le annuali “missioni” di Goletta Verde e le altrettanto annuali ordinanze sindacali, hanno prodotto un risultato che sia uno in termini di soluzione del problema. Anche qui una domanda sorge spontanea: non è che nelle aspettative di enti, associazioni e ministeri ci sia anche quella per la quale, una volta lette per trent’anni consecutivi le varie circolari, ordinanze e analisi, i bagnanti possano, grazie a tali letture estive, diventare immuni ai batteri che infestano i nostri mari?

Memorial Fabrizio Tienforti: il riassunto di due giorni di partite

Scusandoci per il ritardo negli aggiornamenti, ricapitoliamo quanto – e non è poco – accaduto nelle ultime due serate di Memorial. Dicendo subito che la due giorni di risultati rende accesissima la lotta qualificazione nel girone B: se con la vittoria 3 a 1 di domenica sera il Ditirambo – reti di Borzacchi, Cecchelin e Sannino, per Arte&Caffè segna Pietro Mosci – di fatto si lancia verso i quarti, il resto è bagarre totale, con quattro squadre a giocarsi un posto racchiuse in un solo punto. Merito di Azienda Borzacchi, che batte 5 a 3 Scaf Trasporti (per i vincitori, doppietta di Santori e reti di Bilancino, Lici e Mariani; per Scaf segnano Rosati, Lodi e Sistoni) e di Comet, che vince contro New Fisio per 5 a 2 (mattatore Guarisco, autore di una doppietta). Al giro di boa del girone è tutto ancora da decidere.

Infine, e per quanto riguarda il girone A, la vittoria per 3 a 1 di Autopiù su Manetta viene vanificata dalla successiva sconfitta a tavolino comminata a seguito del ricorso presentato dagli avversari.

Torna il DOA: venerdì 13 l’inaugurazione con Milòn Mèla

Riceviamo e pubblichiamo

Riapre per il secondo anno lo spazio autogestito Dante Opera Aperta alla Torre di Dante a Tarquinia. La Lizza è stata allestita con una nuova “Living Zone” con aperitivo serale a km Zero. Tutto l’arredamento è stato realizzato con laboratori creativi spontanei da amici, passanti e affezionati D.O.A. La novità principale è la sinergia di associazioni come Evolution Media, Zinghereria, Con Tatto Natura e Proloco che collaborano alla realizzazione degli eventi ed alla gestione dello spazio.

Il “DOA Anno II” sarà  inaugurato il 13 luglio con il “1° Festival della Cultura dello Spirito”, una rassegna internazionale di Arte, Musica, Meditazione, Danza e Natura, che vedrà il primo spettacolo, di buon auspicio, dei Milon Mela  con tredici artisti indiani, e che terminerà  con l’esclusivo concerto degli Indialucia in Italia solo per due date: Tarquinia e Cabella Ligure (AL).

VENERDI’ 13 LUGLIO ORE 21.30 (INGRESSO 10 €)
MILON MELA

Milòn Mèla è un progetto teatrale attivo da oltre venti anni in Europa e in India. Tredici artisti sul palco presentano al  pubblico europeo antiche discipline caratterizzate da tecniche performative altamente sviluppate e molto spettacolari. Gli artisti di Milòn Mèla hanno appreso la propria arte fin dalla più tenera età. Per loro la rappresentazione è il veicolo per creare una relazione mentale ed emozionale con gli altri.

2 Musicisti Baul del Bengala
2 Maestri dell’arte marziale Kalaripayattu (Kerala)
4 Danzatori Chhau della Purulia (Jarkhand/Bihar)
2 Danzatori Gotipua (Orissa)
1 Maestro di Hatha Yoga
1 Attore/musicista

Milòn Mèla non propone unicamente lo spettacolo delle tecniche, ma la rappresentazione delle emozioni
che si trovano alla sorgente della bellezza e di un’arte senza eguali.

Dante Opera Aperta – Lizza della Torre Dante adiacente a  Piazzale Europa –  Tarquinia (VT)

PER INFO E PRENOTAZIONI 392 16 08 357

Calcio sotto l’ombrellone: Corneto, il punto sul mercato

di Leo Abbate

In un precedente articolo, che chissà perche, è stato fatto oggetto di alcuni sciocchi apprezzamenti ironici, avevamo anticipato di settimane ciò che poi avete letto sulle testate telematiche e giornalistiche specializzate, non ultima la notizia di Ciro Granato confermato alla guida della prima squadra. Ora siamo in grado di anticipare alcune certezze che poi ritroverete su altre testate fra una decina di giorni. Pronti? Cominciamo: Prima di tutto è certo che la Corneto Tarquinia sarà ripescata e disputerà il campionato di Eccellenza, per il quale si sta attrezzando al meglio. Acquistato il portiere d’esperienza (Baroncini) al quale saranno affiancati alcuni giovani (Lagona, Cardarelli, Biagioni se si da una svegliata), si pensa a rinforzare la difesa ( in arrivo Morasca e ci saranno due riconferme quasi certe: Cruciani e Sistoni; quest’ultimo, avendo ben figurato negli juniores avrà la possibilità di fare il salto di qualità).

Altro giovane classe 92 sulla quale Ciro fa affidamento è Codoni, che nella passata stagione si è sacrificato sia in prima squadra che con gli juniores disputando un ottimo campionato. I classe 93 che avranno la possibilità di difendere i colori societari, sono Sabbatini, Arcorace, Rosati, Meloni, che si dovranno organizzare in base agli impegni universitari. Ritorna una “vecchia” conoscenza: Scatena, che tre anni fa, contribuì al passaggio dalla Promozione all’Eccellenza disputando una grande stagione. Grave defezione dell’ultima ora: Francesco Granato che per impegni di lavoro si trasferirà a Taranto. Un peccato. Il “guerriero silenzioso “ ha dimostrato si valere molto di più di quanto era stato finora utilizzato; quest’anno sarebbe stato il riscatto definitivo di un calciatore che secondo noi ha fatto troppa panchina immeritata. Non è detta l’ultima parola. Vedremo.

Intanto, si cerca un attaccante da 20 gol, ma se lo troverà, la Corneto ci rimetterà 5 gol perché in organico ha già un calciatore che ne può fare almeno 25: quel Dario Spirito, anch’egli riconfermato nonostante gli attacchi di società facoltose e prestigiose, che a nostro avviso, dovrebbe tornare al centro dell’attacco, là dove può esprimere al meglio il suo micidiale potenziale offensivo che non ha eguali in nessun campionato dilettantistico e mai ne avrà. Ai nomi fin qui elencati, si aggiungeranno altri giocatori, vi renderemo conto delle novità, e se questo stato d’animo “spietato” ci sorregge, lo faremo prima di tutti gli altri.