“Uniti per l’Emilia”: raccolta solidale di beni di prima necessità

Alcuni cittadini tarquiniesi e i volontari dell’associazione Con-Tatto Natura, in collaborazione con il Comune di Tarquinia, raccoglieranno dal 10 al 17 giugno, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 17 alle ore 19, generi di prima necessità per le popolazioni terremotate dell’Emilia. La raccolta dei beni si svolgerà nella sede della Pro Loco in via Giuseppe Garibaldi n. 19.

L’iniziativa è coordinata dalla Protezione Civile e dall’AEOP (Associazione Europea Operatori Polizia), che sta operando nella cittadina di Cavezzo, in provincia di Modena, la cui Amministrazione ha istituito un’area di stoccaggio. «Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare, per portare una testimonianza concreta di solidarietà alle popolazioni terremotate. – affermano Maria Letizia Benedetti, Eleonora Santori e Martina Tosoni, promotrici della raccolta – Il 9 giugno, nell’ambito della manifestazione “Tarquinia in ROSA”, saremo presenti con uno stand in piazza Giacomo Matteotti, dalle ore 18 alle ore 23, per dare informazioni sul progetto».

Sarà possibile donare acqua, alimenti non deperibili (pasta corta, riso, omogeneizzati, cibi in scatola, caffè e the solubili, succhi di frutta, cracker, fette biscottate, biscotti, latte a lunga conservazione o in polvere, sale e zucchero), tovaglioli di carta, stoviglie di plastica, prodotti per l’igiene personale (shampoo, doccia schiuma, carta igienica, pannolini per bambini, assorbenti, spazzolini, dentifricio, salviettine umidificate), coperte, vestiti e biancheria intima.

Convocato per domani alle 15 il consiglio comunale straordinario. Si decide anche sulle aliquote IMU

Sarà soprattutto la definizione delle aliquote IMU a catalizzare l’interesse nel corso del consiglio comunale straordinario convocato per venerdì 8 giugno, alle 15, presso la sala consigliare del Comune di Tarquinia. Tra i vari punti all’ordine del giorno, infatti, quello sull’imposta municipale propria rappresenta argomento scottante a livello nazionale, anche e soprattutto in vista della scadenza della rata prevista per il prossimo 18 giugno.

Prima di affrontare l’argomento – sul quale sono probabili discussioni ed interventi dell’opposizione – l’ordine del giorno porrà i presenti a confronto con la delibera per l’avvio dei mercati stagionali al Lido. Quindi si provvederà alla modifica dell’articolo 12 del regolamento dell’assemblea comunale – quello, per intenderci, che fissa il numero legale per la validità dell’assemblea, che verrà adeguato in seguito alla riduzione del numero di consiglieri in assise – ed all’istituzione delle otto commissioni consigliari: Turismo- Spettacolo- Sport- Pubblica Istruzione; Bilancio e Programmazione economica- Politiche fiscali- Patrimonio e Demanio; Servizi sociali- Politiche del Lavoro e giovanili- Problematiche relative alla Casa- Pari opportunità; Agricoltura- Attività produttive e Commerciali; Politiche ambientali- aree archeologiche- Cultura; Programmazione Opere Pubbliche; Urbanistica; Consulta- Volontariato.

L’ultimo punto all’ordine del giorno vedrà, infine, il consiglio esprimersi su una tematica di grande interesse, nell’intento di sventare il rischio di un possibile impoverimento dei servizi di assistenza sociale sul territorio provinciale e regionale. Si discuterà e porterà in approvazione, infatti, una mozione che esprima le perplessità e preoccupazioni del consiglio in merito alla “proposta di legge della Regione Lazio n. 226 del 2011 in materia di “sistema integrato degli interventi, dei servizi e delle prestazioni sociali per la persona e la famiglia nella Regione Lazio”.