Tarquinia ispiratrice di talento

Alberto Jacopucci Tg3 LazioIl 26 maggio scorso, nel programma del TG3 Lazio “Il settimanale Lazio”, è andato in onda un interessante servizio sulla città di Tarquinia (dal minuto 18,50 in poi).

Il servizio, a cura di Fausto Pace, ha messo in evidenza la relazione tra il passato storico-culturale della città e l’influenza che questo ingente patrimonio esercita su chi, dell’arte e della cultura, ha fatto motivo di vita e di ricerca.

Il filo conduttore della trasmissione si è dipanato, perciò, percorrendo per immagini i maggiori momunenti e gli scorci tarquiniesi più rilevanti per giungere, quindi, ad una serie di interviste con artisti che, a Tarquinia, sono arrivati trovandovi l’ambiente più propizio per la loro attività creativa ed altri che vi sono nati e vi operano da sempre.

Il servizio – l’ultimo della serie prima della pausa estiva – è andato in onda con due settimane di ritardo a causa degli eventi calamitosi in Emilia Romagna. Aggiungiamo un link diretto alla pagina internet della rubrica del TG3 Lazio per chiunque voglia vederlo o rivederlo: basta cliccare qui.

Indennità dell’Agraria, la reazione di Antonelli: “Querelo Gambetti!”

Riceviamo e pubblichiamo

Falso che abbiamo aumentato le indennità, falso che il costo delle indennità è aumentato di 70 mila euro dal 2007, la verità è che gli amministratori percepiscono un terzo di quanto potrebbero. Abbiamo già sporto querela nei confronti del Consigliere Gambetti per le dichiarazioni rese ai giornali e contro certa stampa che dà risalto a notizie non notizie come una delibera del 2007 sbattuta sui giornali solo a fini strumentali.

Nelle parole di Gambetti solo scorrettezza. La notizia quale è? Che le indennità sono ferme dal 2007? Biancaneve si è svegliata e si è dimenticata il pallottoliere per fare due conti, chi sa leggere ha capito che Gambetti non ha capito. La cifra padellata da Gambetti non è l’aumento, ma è il totale, uguale al 2011 e al 2010 peccato che Gambetti già consigliere non se ne è accorto. Il 35% della suddetta cifra viene versato allo stato. Le indennità di carica degli amministratori delle Università Agrarie sono equiparate a quelle degli amministratori comunali evidente la differenza. Il primo Presidente che non percepisce quanto il sindaco è il Presidente Antonelli.

Il demagogo Gambetti prova a distrarre i cittadini dagli schiaffi interni al PDL e dai suoi deludenti risultati elettorali. Le loro mozioni e interrogazioni saranno accolte quando gli Enti esponenziali al nostro ridurranno le indennità ad un terzo di quella dovuta come stiamo operando già noi, lo chieda prima all’On. Birindelli già inquisita, alla Giunta Regionale che vuole chiudere gli ospedali e regalarci la discarica di Allumiere dopo la bocciatura del Governo, ai suoi esponenti in provincia di Viterbo che si sono dimenticati che Tarquinia esiste.

Il Presidente dell’Università Agraria di Tarquinia
Avv. Alessandro Antonelli

Agraria: Gambetti (PdL) lancia la polemica sulle indennità

Riceviamo e pubblichiamo

Le indennità di carica agli amministratori della gestione Antonelli non sono certamente ferme dal 2005 come invece affermato da Antonelli il 29 maggio scorso, perché delle due l’una: se le indennità sono ferme dal 2005, perché il 22 agosto 2007 con delibera di giunta n.153 si sono deliberate le “maggiorazioni” delle indennità del presidente, del vicepresidente, degli assessori e del presidente del C.d.A.?

Premesso che in questo contesto le cifre in euro delle “maggiorazioni” avrebbero certamente la precedenza, ci sono da evidenziare le motivazioni avanzate dall’amministrazione Antonelli per giustificare quindi tali “maggiorazioni”. Si legge infatti sulla delibera n.153 del 2007, “dato atto che dette indennità necessitano di adeguamento in relazione all’impegno programmatico e politico che nel corso di questi ultimi anni è aumentato per consentire all’Università Agraria di crescere e di essere in primo piano nel panorama locale”. Ci si domanda, quale lo “sforzo” programmatico e politico dell’amministrazione Antonelli dall’agosto 2007 ad oggi tale da giustificare queste “maggiorazioni”?

Le cifre in euro delle indennità di carica sono: per il presidente dell’Ente si passa da 800 a 1200 euro mensili, con 400 euro di “maggiorazione”; per il vicepresidente si passa da 362,00 a 800 euro mensili, con 438,00 euro di “maggiorazione”; per gli assessori ed il presidente del C.d.A. si passa da 259,00 a 700 euro mensili, con 441,00 euro di “maggiorazione”.

È chiaro che le indennità non sono state proprio così ferme dal 2005 come affermato da Antonelli, ma si sono mosse, gravando così sul bilancio dell’Ente per un importo annuo di circa 70.000 euro. A seguito dell’affermazione del presidente Antonelli depositeremo un’interrogazione su tale questione, certi che si sia palesato per Antonelli o un “lapsus calami”, in sostanza un “errore dovuto alla penna”, o meglio un “vuoto di memoria”.

Alessio Gambetti
Consigliere Popolo della Libertà all’Università Agraria di Tarquinia

“Palio dei Comuni”: Tarquinia protagonista al Golden Gala a Roma

Buona prova della rappresentativa tarquiniese al Palio dei Comuni disputato allo Stadio Olimpico di Roma in occasione del Compeed Golden Gala, lo scorso giovedì 31 maggio. La manifestazione promozionale – una mega staffetta composta da 12 ragazzi (6 maschi e 6 femmine, 4 nati nel 1998, 4 nel 1999 e 4 nel 2000) che corrono ciascuno 200mt e precede le gare del grande meeting internazionale – ha visto la presenza di 125 comuni provenienti da tutt’Italia  per un totale di 1500 ragazzi.

Un evento ormai consueto e di sempre maggior successo, che riempie l’Olimpico dalle prime ore del pomeriggio e consente a questi ragazzi di correre sulla pista dei campioni ed accomodarsi poi in tribuna a seguire le gesta dei propri idoli, primo tra tutti Usain Bolt.

È da alcuni anni che, grazie alla collaborazione tra l’Atletica 90 Tarquinia e le Scuole Medie con la prof.ssa Anna Fortuzzi, Tarquinia è protagonista al Palio dei Comuni: quest’anno, dato l’alto numero di cittadine partecipanti, la Città etrusca ha potuto presentare una sola staffetta,  con l’ovvio disappunto dei ragazzi che sono rimasti fuori ed hanno dovuto accontentarsi di fare da spettatori.

La staffetta tarquiniese – composta da Emma Filauro, Sofia D’Alessandro, Giulia Leggiero, Elisa Zacchini , Alice Scappini, Siria Cacciatore, Daniele Garau, Simone Vittori, Marco Parrano, Nicolas Sacripanti, Matteo Sileoni e Filippo Palumbo – si è classificata al quinto posto in una batteria di tredici squadre con il tempo di 6’23”5, ottenendo il trentaquattresimo posto nella classifica generale dei 125 comuni. Si tratta del miglior tempo e del miglior piazzamento di sempre di una rappresentativa tarquiniese al palio dei Comuni.