Martedì la Polverini a Tarquinia per Alfio Meraviglia

Riceviamo e pubblichiamo

È con grande piacere che siamo lieti di annunciare ed invitare i cittadini ad un incontro con la Presidente della Regione Renata Polverini per martedì 24 aprile alle ore 18.

Sarà un importantissima occasione per rappresentare alla Presidente Polverini problematiche ed esigenze di Tarquinia e del suo territorio: sanità, turismo, agricoltura, il pomodorificio, il nostro lido e la problematica degli stabilimenti balneari, l’arsenico nelle acque, la nuova legge sull’apprendistato per l’occupazione, i fondi europei che sono erogati dalla Regione.

Avremo come cittadini e candidati  un’occasione privilegiata di incontro con la Presidente Polverini e sono sicuro sapremo coglierla appieno. Invitiamo tutti a partecipare numerosi a questo appuntamento perché la Regione con la sua vicinanza può offrire un contributo significativo allo sviluppo di Tarquinia.

Ringrazio la Presidente Polverini per il sostegno che ci ha voluto dare per la nostra campagna elettorale : una testimonianza importante  per una seria alternativa per Tarquinia.

Il luogo dell’incontro verrà comunicato tramite i media appena possibile.

Comitato Alfio Meraviglia Sindaco

Spazio Aperto: martedì 24 incontro con Luca Mercalli

Riceviamo e pubblichiamo

Martedì 24 aprile alle ore 18, nella cornice del sagrato di S. Maria in Castello, si svolgerà il più atteso degli incontri promossi dalla lista “Spazio Aperto”: quello con il meteorologo Luca Mercalli, noto al pubblico televisivo per i suoi interventi settimanali alla trasmissione “Che tempo che fa” di Fabio Fazio.

Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana ed esperto di cambiamenti climatici, viene a Tarquinia da scienziato ad elevare il tono di una campagna elettorale, nella quale i politici di professione, anche di livello nazionale, hanno parlato la lingua del politichese ma  non hanno apportato un contributo competente alla risoluzione dei problemi della nostra comunità.

Nel suo ultimo libro, “Prepariamoci” (ed. Chiarelettere), che verrà presentato nel corso dell’incontro, Luca Mercalli propone il cambiamento degli stili di vita dei singoli e delle comunità come unico strumento efficace per affrontare le tante crisi del nostro tempo  (quella economica, quella energetica, quella climatica, quella ambientale e così via). Descrive nel dettaglio ciò che ciascuno di noi può fare, concretamente, per favorire il cambiamento: abitare in forme più sobrie e consumare in modo più responsabile, cercare la ricchezza nei rapporti sociali più che in quelli economici, informarsi responsabilmente e partecipare con impegno civile autentico e disinteressato alla vita  politica della propria comunità.

L’opera, in cui Mercalli indica anche il Programma Politico che voterebbe, si apre con una “lettera al mio sindaco” da cui stralciamo questo passo: “Caro Sindaco, prova ad uscire dal conformismo ideologico, dall’ignoranza, dalla supponenza. Raccogli la sfida ecologica globale come punto di partenza per pensare il futuro con un progetto coraggioso. Adesso. Dopo sarà troppo tardi.”

Atletica ’90: weekend di successi tra pista e strada

Il 15 aprile si è aperto, con la prima delle tre prove, il campionato di società 2012 categorie cadetti/e e ragazzi/e. I ragazzi di Atletica ‘90 partivano in gruppi da Tarquinia, Montalto, Tuscania, Civitavecchia per ritrovarsi uniti sulla pista della Farnesina a Roma, sotto la cura dei tecnici Antonella Gambetti e Maurizio Rocchetti. La società rossublu si presentava con due piccole formazioni nella categoria Ragazzi maschile e la categoria Cadette femminile.
Partiamo dalla categoria più giovane, quella dei Ragazzi. Nella gara dei 60 mt il migliore è stato Marco Parrano capace del primo posto nella sua serie corsa in 8.85. Con lui in questa gara Simone Mattei quinto nella serie corsa in 9.66.
I due hanno poi corso la staffetta svedese (100+200+300+400) insieme ai compagni Simone Vittori e Nikolas Sacripanti dando vita ad un risultato inatteso: 2.49.13. Si sono classificati terzi nella loro serie, e con un buon decimo posto nella classifica completa che vedeva 26 staffette concorrenti. Un risultato molto apprezzato dai loro tecnici.

In precedenza Sacripanti e Vittori, quest’ultimo alla prima gara nella categoria ragazzi, avevano gareggiato nel vortex giungendo rispettivamente 12° e 26° con 42,81 e 33,58.
Lo spirito di squadra non è mancato tra Cadette, categoria nella quale molte di loro facevano ingresso per la prima volta in gara su pista, e talvolta in specialità non proprio a loro congeniali, per poter coprire gare utili ai fini del campionato di società.
Elisa Bonucci, che da subito ha dimostrato buone qualità aerobiche, ha preso parte alla gara dei 600mt corsa in 1.54.22. La ragazza si è classificata quarta nella sua serie, con un terzo posto perso davvero per un soffio. Continua a stupire Claudia Valentini, impegnata nella coraggiosa prova dei 1000siepi, corsi in 4.13.03, dopo aver corso i 150mt in 21.94 valso il terzo posto in decima serie.
Con lei nei 150 anche Gloria Vincenti che vince la quinta serie in 22.15 e Francesca Raucci si classifica quinta con 23.28. Ma la prova migliore Gloria riesce a darla nei 200 ostacoli corsi in 37.33.
Nei lanci impegnate Isabella Marini e Michela Rocchetti, che lanciano il peso rispettivamente a 4.74 e 4.25. Isabella successivamente ha gareggiato nel giavellotto con la misura di 10.80. Infine parliamo di salto in alto con la prova di Alice Scappini, che arriva a valicare l’asticella a 1.30.
Per la maggior parte di loro si trattava della prima esperienza di gara e il presidente della società si dice molto soddisfatto dei risultati degli atleti e dei loro miglioramenti raggiunti con i loro tecnici Maurizio Rocchetti, Antonella Gambetti e Marcella Tumminello.
Domenica impegnativa su più fronti per l’Atletica 90. Parliamo di gare su strada e anche questa volta torniamo a farlo con il tarquiniese Emanuele Brizi, capace di vincere ancora una volta un titolo di categoria e conquistare la settima piazza nella classifica complessiva della Vivicittà di Civitavecchia. Emanuele ha coperto i 12km con una media di 3.36 al km chiudendo con un tempo di 43.17. Il primo a tagliare in assoluto il traguardo in questa competizione podistica è stato Vittorio Casalini del CUS Tirreno Atletica.

PDL Tarquinia: “L’Amministrazione dei buchi e delle buche”

Riceviamo e pubblichiamo

Un buco nell’acqua. Così si potrebbero sintetizzare cinque anni di pessima amministrazione Mazzola, troppo spesso vincolato ai dictat dell’assessore alle opere inutili con la compartecipazione del suo fido scudiero. In una cosa però si sono dimostrati veramente democratici: hanno tempestato di buche tutta Tarquinia, senza tralasciare le area periferiche.

Hanno deciso di fare ulteriori nove buche nel campo di golf di Marina Velca, hanno iniziato la risistemazione del “Bucone” ma quello che è ancora più interessante hanno fatto una bella buca, per la verità neanche molto profonda, in Località Giglio, definendola piscina comunale.

E come se non bastasse hanno pomposamente inaugurato la nuova buca nella zona industriale a pian d’Organi, promettendo di riempirla con 5mila posti di lavoro. Ci ricorda tanto la favola raccontata nel 2007 per il conservificio e tal proposito ci viene da chiederci come mai nel programma elettorale scientemente non ne fanno menzione.

Ma poteva rimanere fuori dal giro delle buche, Tarquinia Lido? Certo che no. Ed allora lì l’assessore alle opere inutili ha inteso bene creare un muretto con una duplice funzione: la prima rendere pericolosissima per bici e auto la circolazione, la seconda creare un laghetto artificiale nel quale andare in caso di pioggia a pesca di rane. Buche, buchette, bucone: ma non è che tante volte con tutte queste buche l’amministrazione Mazzola si sta scavando la fossa da sola?

PDL Tarquinia

Per il bene di Tarquinia: “Aderiamo al confronto pubblico organizzato da Italia Nostra”

Riceviamo e pubblichiamo

La lista Civica Per il Bene di Tarquinia parteciperà al confronto pubblico organizzato dalla Sezione Maremma Tuscia di Italia Nostra fra i candidati Sindaco di Tarquinia sul tema: Il paesaggio, l’ambiente e la cultura fra i temi più importanti da discutere.

Ringraziamo la Sezione Sezione Maremma Tuscia di Italia Nostra per la proposta, di un confronto pubblico fra i candidati alla carica di Sindaco del Comune di Tarquinia e Nicola Caracciolo, Vice -Presidente Nazionale di Italia Nostra, per il ruolo di moderatore all’incontro organizzato per Giovedì 26 Aprile alle 18.00 a Piazza Cavour, presso l’hotel San Marco.

Finalmente un confronto fra tutti i candidati “Sindaco” al Comune di Tarquinia, sui temi quali il paesaggio, l’ambiente e la promozione culturale e turistica, a cui aderiremo sicuramente, che non giunge inaspettata, vista l’attenzione che Italia Nostra Nazionale ha sempre avuto per Tarquinia, per il suo patrimonio archeologico e storico-artistico, tutelato dall’Unesco.

Il confronto pubblico sui programmi, sarà l’occasione che mancava a questa tornata elettorale, rappresentata da incontri con gli elettori ma senza confronti, con gli altri candidati, dunque proposte unilaterali, che invece andavano giustamente arricchiti con un interessante contraddittorio.

La lista Civica Per il bene di Tarquinia, ha da tempo aperto nella sua sede virtuale una preziosa discussione e confronto sui programmi, www.perilbeneditarquinia.it, si augura che saranno presenti tutti i candidati Sindaci, perché sarà per tutti un momento prezioso per dare il proprio contributo alla discussione sui temi importanti, e non solo per le proposte programmatiche elettorali ma anche per gli impegni concreti, che ne dovranno scaturire.

Il comune di Tarquinia, per la particolarità del territorio, per il pregio della sua economia locale, fondata su agricoltura e turismo, dovrebbe finalmente prendersi un impegno, fare un patto con il territorio per proteggerlo dalle invasioni barbariche dello sviluppiamo industriale, inquinante e decontestualizzato dal tessuto economico e dalla vocazione naturale del territorio.

La nostra idea di crescita è legata a quella di tutela della propria economia e non passa per il falso sviluppo della cementificazione, lotta all’inquinamento e stop al consumo di territorio, per salvare il paesaggio e il futuro di tutto il comparto agricolo e turistico, perché nessuna promozione dei prodotti agricoli di pregio, turistica e agrituristica è possibile in un contesto ambientale degradato.

Quanto di più sbagliata la demagogia elettorale che si inventa un marchio di tipicità, in campagna elettorale, senza preoccuparsi di difenderla davvero la qualità del prodotto di filiera, o peggio di utilizzarla ai fini di propaganda senza proteggerla mai dai pericoli, che gira con la bacchetta di mago Merlino per sparare 5000 posti di lavoro senza spiegare cosa c’è dietro lo sviluppismo industriale sbandierato come panacea di tutti i mali.

Riteniamo infine che il dibattito sarà altresì interessante se la stampa locale darà il suo contributo e la propria presenza all’incontro, come speriamo venga accolto il nostro invito ad arricchire la discussione inserendo alla formula dell’incontro un “QUESTION TIME” aperto a tutti i cittadini, alle associazioni e movimenti locali, di categorie lavorative, specialmente a quelle associazioni che si occupano di difesa dalle illegalità e dalle infiltrazioni di economie illegali.

Marzia Marzoli

Il Direttore marittimo del Lazio in visita a Tarquinia

Riceviamo e pubblichiamo

Il Direttore Marittimo del Lazio, Capitano di Vascello (CP) Pietro Vella, accompagnato dal Comandante in II della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, Capitano di Fregata (CP) Giovanni Stella, ha fatto visita alle Amministrazioni comunali di Tarquinia e di Montalto di Castro sedi, entrambe, di Uffici dipendenti della Guardia Costiera di Civitavecchia.

A Tarquinia, ad attenderli c’era il Primo cittadino Mauro Mazzola, il quale, accompagnato dal vice sindaco nonché assessore al Demanio Renato Bacciardi, si è intrattenuto a colloquio con il Comandante Vella, per poi accompagnarlo sul litorale dove ha sede la Delegazione di Spiaggia diretta dal Luogotenente Lamberto Alessandro. Scopo principale della visite è stato quello di consolidare il rapporto sinergico tra Guardia Costiera e Civiche e le due Amministrazioni del Lazio, in ragione dell’imminente inizio della stagione estiva. Un rapporto che si è sempre più consolidato negli anni, seguendo quelle che sono le direttive emanate dal comando generale della Guardia Costiera e recepite dai vari comandi periferici. Tarquinia, così come negli anni passati, sarà interessata dall’attività “Mare Sicuro”, campagna di prevenzione della Guardia Costiera, che come di consueto partirà nel mese di giugno e accompagnerà i fruitori del mare sino al termine della stagione balneare, assicurando loro un’estate più sicura. Una campagna che nella cittadina tirrenica, grazie all’interessamento del comando locale che magistralmente guida tutte le associazioni di volontariato, ha dato nel tempo risultati eccellenti e che sicuramente saranno confermati e migliorati anche quest’anno. Di fondamentale importanza resta un numero semplice semplice, il 1530, ma assolutamente indispensabile per salvare vite umane.

Polo di Centrodestra, Olmi: “Sviluppo e litorale per rilanciare la Città”

Riceviamo e pubblichiamo

Il consigliere comunale Silvano Olmi, candidato della lista “Polo di centrodestra” che sostiene il candidato sindaco Cristiano Minniti, espone alcune sue proposte per il rilancio di Tarquinia.

“Ho collaborato alla stesura del programma di Cristiano – dice Olmi – e ci sono alcuni punti che ho proposto personalmente per dare lavoro ai tarquiniesi e combattere la disoccupazione. Tra questi spicca la riapertura del conservificio e la sua trasformazione in un polo agroalimentare in grado di produrre per almeno dieci mesi l’anno, impiegando lavoratori locali e utilizzando i prodotti degli agricoltori tarquiniesi.

Lo sviluppo – prosegue Olmi – passa anche dall’avvio delle lottizzazioni a San Giorgio che porteranno molto lavoro alle imprese edili locali e risaneranno una zona colpita in passato dall’abusivismo edilizio.

Per il litorale tarquiniese – dice Olmi – occorre effettuare l’ampliamento della rete di distribuzione del gas metano a Tarquinia Lido e nelle altre località del litorale, con benefici per i cittadini, aumento del flusso turistico fuori stagione e lavoro per gli artigiani locali.

Nel settore del turismo ho proposto la creazione di una cabina di regia dove coinvolgere tutti gli operatori turistici tarquiniesi.

Infine – conclude Olmi – è necessario avviare un progetto che punti a raccogliere fondi privati per la creazione di un grande museo cittadino, gestito dall’amministrazione comunale, dove esporre anche i tanti reperti etruschi che non trovano spazio nel museo nazionale etrusco.”

Silvano Olmi
Candidato della lista “Polo di centrodestra – Minniti sindaco”