La replica di Meraviglia: “La giunta delle opere inutili ha paura”

Riceviamo e pubblichiamo

Rispondo esterrefatto alle accuse della Giunta comunale di Tarquinia talmente impaurita da essersi unita in un comunicato per assessorati.

Innanzitutto leggo con disgusto le parole che l’assessore Ranucci aveva già postato su facebook. Nel mio discorso chiaramente mi riferivo ai sassi o prime pietre delle opere iniziate e inaugurate ma mai completate ed in particolare alla “posa della prima pietra” della piscina di Tarquinia. Il monumento a Falcone e Borsellino non lo avrei mai chiamato sasso. Trovo inqualificabile speculare sulla memoria dei giudici Falcone e Borsellino a puri fini di propaganda elettorale. I “giudici della mafia” sono un esempio per tutti noi e non possono essere strumentalizzati come fa Ranucci. Disgustoso. Sono io a chiedere pubblicamente le sue scuse.

Secondo chi scrive frequento poco Tarquinia? Se il risultato è lo stato di degrado in cui si trova il lido grazie all’onnipresente Assessore Bacciardi, sono contento di essere andato a Bruxelles per formarmi. Sicuramente far peggio di così sarà molto difficile. Ci lascino lavorare  e vedranno. Prima però si scusi con gli operatori del Lido per aver realizzato un’unica opera che risulta inutile, decontestualizzata e probabilmente non agibile perché poco sicura: la pista ciclabile.

All’amico Celli rispondo: ma le hai lette le mie proposte? Ripeto, il video su L’extra era solo l’introduzione, io del programma ho parlato nella seconda parte e se vuole sono disponibile ad inviarglielo. In questo, propongo da sempre un confronto pubblico, insieme agli altri candidati a sindaco, con il nostro primo cittadino: su quel palco, se mai Mazzola si presenterà, ascolterà sicuramente i nostri modi nuovi di “pensare” alle nuove strategie di sviluppo del turismo.

Sull’Osservatorio ambientale è incredibile mistificare la realtà come si fa nell’articolo. So benissimo che le compensazioni appannano la vista a danno dei cittadini. Il sito lo conosco benissimo. Tutta la mia attività di critica anche in consiglio provinciale è basata sul fatto che i dati dell’OA spesso non sono disponibili. Ci spieghi Scalet se i dati che sono stati riportati sono correlati con i rispettivi orari di rilevamento, perché spesso molte torrette, specie quelle più vicine alla centrale non sono disponibili, ci spieghi se è vero che un rappresentante dell’ENEL può partecipare alle riunioni dell’OA come invitato permanente. I cittadini di Tarquinia si fidano talmente tanto del vostro OA che si sono pagati un rilevamento dati da soli. Non riuscirete a coprire le vostre vergogne con un comunicato, noi non ci fidiamo di questi dati e per questo proporremo fino in fondo un sistema di monitoraggio dell’aria cittadino indipendente.

Non ho mai visto tanta demagogia, populismo e pressappochismo come nell’articolo della giunta dalle “opere inutili” e dello sperpero di denari.

Veleni a parte, colgo invece l’occasione per Augurare una felice Pasqua ai cittadini.

Alfio Meraviglia

Polo dei Moderati: “Api e Fli a sostegno della nostra lista civica”

Riceviamo e pubblichiamo

Gli attestati di stima e di sostegno arrivati dai vertici provinciali di Api e Fli ci onorano e ci inorgogliscono. E’ evidente che l’interesse di questi due partiti verso la nostra lista riconosce i meriti dei nostri amministratori e del nostro gruppo a dispetto di quanto fatto nelle scorse settimane dalla segreteria provinciale Udc che ha invece scelto di affidarsi ad una lista senza amministratori e con appena due o tre tesserati.

A questo punto è ormai chiaro che l’appoggio del “Terzo Polo” al candidato Meraviglia sia venuto meno e non capiamo a che titolo sia presente una lista con tale nome nel suo schieramento. Va inoltre precisato che questa coalizione nemmeno a livello nazionale nasce per appoggiare necessariamente il centrodestra, come ora qualcuno vuol far credere, e già più di una realtà l’ha vista schierarsi con il centrosinistra e raggiungere ottimi risultati.

Mai come nel caso delle comunali l’alleanza deve essere basata sulle persone, sui programmi e sulla storia dei vari gruppi, per questo abbiamo scelto di appoggiare la coalizione del sindaco Mazzola, la sola in questo momento che possa garantire un futuro a Tarquinia.

Il nostro è un progetto basato sul dialogo e sul confronto, non su personalismi e ripicche, ed è per questo che Fli ed Api hanno deciso di appoggiare la nostra lista, convinti che il Terzo Polo debba essere portato avanti da persone serie e responsabili che mettono al primo posto il bene della città e dei cittadini.

Fare politica per spaccare partiti non ci appartiene, il nostro obbiettivo è quello di fare qualcosa di serio e concreto per i cittadini, se poi così non fosse saranno gli stessi cittadini a farcelo sapere con il proprio voto.

“POLO dei MODERATI”
Per Mazzola sindaco

Il Venerdì Santo tarquiniese: le foto

Le immagini della processione del Cristo Morto, tradizionale appuntamento del Venerdì Santo tarquiniese, in attesa del Cristo Risorto che, domani, correrà per le strade cittadine.

La giunta Mazzola: “Il candidato a sindaco Meraviglia manca da Tarquinia da troppo tempo”

Riceviamo e pubblichiamo

Non è nel nostro stile commentare le dichiarazioni di altri. Dopo però aver ascoltato quanto affermato dal candidato a sindaco Alfio Meraviglia s’impone di ristabilire la verità. Evidente che Meraviglia manca da Tarquinia da troppo tempo. Le sue proposte sono in ritardo di cinque anni. Inammissibile dileggiare il ricordo dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Imbarazzante proporre di trasformare il Lido in una frazione di Tarquinia. Sconcertante criticare le politiche turistiche, culturali e ambientali. In completo errore quando afferma che è stato inaugurato l’osservatorio Ambientale.

«Offendere la memoria di due eroi del nostro tempo, come i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, e la stele a loro dedicata, nel parco che porta il loro nome, è grave. – dichiara l’assessore Anselmo Ranucci – Anche le pietre hanno un valore se rappresentano idee di libertà e giustizia. Senza fare polemica ci aspettiamo delle scuse da parte del candidato a sindaco Meraviglia».

«Promettere la trasformazione il Lido in frazione di Tarquinia è assurdo, antigiuridico, antistorico e moltiplicherebbe i costi della politica. – sostiene il vice sindaco Renato Bacciardi – Il Lido ha bisogno di concretezza, non di voli di fantasia e di spreco di denaro pubblico».

«Il centro destra s’informi su quanto fatto per l’ospedale. – afferma l’assessore Enrico Leoni – Può chiedere lumi a qualche dottore presente nelle liste. Investimenti importanti, nuove tecnologie e battaglie contro la chiusura, mentre la governatrice Renata Polverini varava il piano di chiusura. La coerenza vuole un doveroso silenzio».

«Negli ultimi anni è stato molto impegnato fuori Tarquinia. – dice l’assessore Sandro Celli – Su turismo, sport, cultura e rifiuti siamo all’avanguardia. Le sue sono proposte già realizzate. Ci aspettiamo idee nuove e non la solita facile demagogia».

«Sulle Saline e sull’Osservatorio Ambientale siamo all’approssimazione. – sottolinea il consigliere delegato Daniele Scalet – Parlare di inaugurazione dell’Osservatorio Ambientale, quando è attivo dal 2009, ci dice molto sul grado di preparazione del candidato a sindaco Meraviglia. Pochi giorni abbiamo presentato i dati del monitoraggio relativo al 2010 e 2011. Con l’occasione lo informiamo che ci sono gli uffici competenti cui chiedere tutte le notizie».

Minniti: “Mazzola e Meraviglia: due facce della stessa medaglia”

Riceviamo e pubblichiamo

Il candidato sindaco della lista “Polo di Centrodestra” Cristiano Minniti sfida gli altri due candidati Mauro Mazzola del Pd e Alfio Meraviglia dell’Udc a un dibattito pubblico per un confronto sulle idee e non sulle chiacchiere.

“Mazzola e Meraviglia sono le due facce della stessa medaglia – dichiara Minniti – rappresentano entrambi il vecchio modo di fare politica.

Basta guardare i loro alleati di ieri e di oggi. Mazzola ha tenuto fuori dalle stanze del potere la sinistra e ha preferito amministrare per quattro anni con repubblicani e socialisti, fino a quando hanno litigato per motivi che conoscono solo loro. Oggi Mazzola ha ripreso a bordo la sinistra, solo perché gli è utile a contenere in parte l’emorragia di voti che andranno alle liste civiche.

Repubblicani e socialisti, estromessi dal potere, sono passati armi e bagagli con Meraviglia, che li ha accolti a braccia aperte convinto così di rafforzare la sua traballante coalizione.

Questi signori non hanno capito – conclude Minniti – che i tarquiniesi sono stufi di ribaltoni e giochi di potere e vogliono conoscere programmi e progetti per il loro futuro.

Per far tornare la campagna elettorale nel binario del sano confronto delle idee li sfido a partecipare a un dibattito pubblico, che verta su proposte reali per Tarquinia.”

Cristiano Minniti
Candidato sindaco della lista “Polo di centrodestra – Minniti Sindaco”

La segreteria provinciale del PRI ratifica l’appoggio a Meraviglia

Riceviamo e pubblichiamo

La segreteria provinciale del P.R.I.  comunica che i repubblicani di Tarquinia sono presenti e sostengono, con convinzione, la lista “ Terzo  Polo per Tarquinia”, che appoggia  la candidatura  a sindaco di Alfio Meraviglia.

Tale scelta, operata esclusivamente dalla sezione di Tarquinia e condivisa totalmente dalla segreteria provinciale, riafferma la serietà e la coerenza della tradizione repubblicana  che rispetta, sempre e comunque, l’autonomia delle forze territoriali,come le uniche  legittimate ad interpretare le più sentite necessità delle popolazioni locali.

Il Partito Repubblicano ha, comunque, avuto la sgradita impressione, che sullo scenario politico tarquiniese, poco abbiano contato i molti e delicati problemi della comunità e molto gli interessi politici che con Tarquinia hanno nulla a che vedere. Insomma i soliti burattini  e burattinai.

La segreteria provinciale repubblicana ribadisce,inoltre,che la lista “Terzo Polo per Tarquinia”, risponde alla visione politica dei repubblicani viterbesi che puntano alla creazione di un Nuovo Polo, composto da forze politiche liberali e democratiche che siano in grado di scardinare l’attuale, insensato bipolarismo, che come tutti possiamo vedere e sentire sulla nostra pelle, ha devastato il Paese.

Segreteria provinciale P.R.I.