Un annullo filatelico speciale dedicato alla Mostra Mercato Macchine Agricole

Domani, mercoledì 1 maggio, a Lido di Tarquinia, Poste Italiane attiverà un servizio postale a carattere temporaneo in occasione della 63^ Mostra Mercato Macchine Agricole.

Lo sportello postale, richiesto dall’Associazione Pro Tarquinia, sarà allestito in Piazza Nettuno n. 10 dalle ore 9.30 alle ore 14.00 e avrà a disposizione l’annullo filatelico speciale dedicato alla manifestazione che riporterà la dicitura: “01016 LIDO DI TARQUINIA (VT) – 1.5.2012 – 63^ MOSTRA MERCATO MACCHINE AGRICOLE – MOSTRA RAZZE BOVINE”.

Con l’annullo speciale saranno timbrate tutte le corrispondenze presentate allo sportello, dove potrà inoltre essere visionata una vasta collezione di prodotti filatelici.

Meraviglia: “L’attacco ad personam è l’ultima spiaggia di chi non ha più argomentazioni”

Riceviamo e pubblichiamo

Dal Pd e dai suoi candidati non arrivano altro che le solite accuse sulla mia persona che oramai hanno stufato pure i loro simpatizzanti. Mai un attacco sul nostro programma, evidentemente ne sono invidiosi.

L’assessore alle opere inutili, di solito maestro di ironia e sarcasmo,  ha perso definitivamente la pazienza e continua a lanciare fango sui suoi avversari. Minacce velate e messaggi criptici a chi non la pensa come lui, sono oramai il suo pane quotidiano. Ma questo la città lo sa e non serve un libro per spiegarglielo. Forse perché esasperato dalle mille opere non concluse e dai primi colpi di benna con tanto di pomposo taglio di nastro, inveisce a vanvera con argomentazioni che non hanno un filo logico e che nulla hanno a che vedere con i reali bisogni di Tarquinia. E’ veramente difficile rispondere a delle esternazioni prive di un reale significato.

La paura di solito fa 90 ma l’intrepido assessore non è riuscito neanche a contare fino a dieci prima di mettere mano alla tastiera e a comporre un monologo di bassa lega in cui riesce a contraddirsi in ogni sua frase. Evidentemente i suoi nuovi orizzonti non sono così chiari.

Per la novantatreesima volta ribadiamo la nostra ferma volontà di continuare a parlare di programmi, di cose che interessano i cittadini, di opere collettive e non proprie, gli vorremmo rivolgere poche domande molto concrete: ma non era lui nel 2007 a dichiarare pubblicamente il suo più totale diniego al carbone e soprattutto alle compensazioni per le servitù energetiche? Non aveva detto che se non portava a compimento le grandi opere che aveva promesso, nello specifico teatro, piscina e parcheggio in zona Valverde, non si sarebbe ricandidato? Come mai questo ripensamento? La mancanza di coerenza fa perdere la pazienza.

Attendiamo lumi, se ancora è rimasta qualche luce disponibile. Del resto con una penna mal usata, per Mazzola è fatta la frittata.

Candidato a Sindaco
Alfio Meraviglia

Movimento 5 Stelle: “Trasformismo elettorale, ambientalismo d’accatto e mantenimento dei privilegi: noi non ci distraiamo”

Riceviamo e pubblichiamo

Ci auguriamo che ai cittadini più attenti non sia sfuggito il trasformismo a cui le altre compagini in competizione per la sempre più vicina tornata elettorale si adeguano con una disinvoltura sfacciata e impressionante.

Scopriamo ogni giorno ambientalisti d’accatto, candidati attenti e veloci nel saccheggiare il nostro programma elettorale per attingervi concetti e idee concrete di cui, nei loro programmi depositati, non  si scorge nemmeno l’ombra.

Il travaso che ha miscelato tra gli schieramenti i campioni del cambio di casacca ha prodotto un’ambiguità dalla quale non potevano che uscire le solite baggianate, il solito desiderio di mantenere il potere indirizzato, solo ed esclusivamente, al mantenimento di posizioni di privilegio e alla cura di interessi privati e personali; indennità di carica e redditi vari inclusi.

Ciò che appare ancor più chiaro è l’atteggiamento ipocrita e fasullo di certi soggetti e il disinteresse, vero o di circostanza, mostrato per cinque lunghi anni nei confronti di tematiche di tutela territoriale. Quelle stesse tematiche che, oggi, a pochi giorni dal voto, vorrebbero spacciare come le loro preminenti preoccupazioni.

Ma noi non siamo distratti dalle cortine fumogene che lor signori, adesso, intendono alzare con chiacchiere futili, sterili e menzognere,  per nascondersi e mimetizzare le loro specifiche responsabilità nell’aver autorizzato e inflitto – la maggioranza uscente –  e avallato con il silenzio – la minoranza –  le peggiori scelte per la nostra comunità.

Anche per questo ci chiediamo, ad esempio, dove fosse questa gente quando 830 cittadini tarquiniesi presentarono la proposta di deliberazione popolare per delegare il Sindaco a inoltrare un suo esposto alla Procura di Civitavecchia, al fine di ottenere chiarimenti sui dati delle emissioni di mercurio della centrale TVN di Civitavecchia.

O ancora, dove si trovavano i consiglieri comunali di opposizione durante la petizione popolare  per chiedere al sindaco un dearsenificatore?  Cos’hanno fatto per diffondere i dati relativi al problema sanitario dell’arsenico nella rete idrica di Tarquinia?

Ma gli interrogativi a cui non possono rispondere i soggetti che chiedono ancora, e insistentemente, il vostro voto sono tanti e tutti molto nebulosi. Per l’attualità: chissà perché tutti questi novelli paladini del territorio tacciono su ciò che succederà intorno a quelle buie 18 buche del campo da golf di Marina Velca? Perché non rendono chiaro ai cittadini quali altri interessi girano attorno ai green? Saranno solo buche, palle e mazze? Che nessuno di loro sappia della lottizzazione e della speculazione edilizia annessa?

Movimento 5 Stelle Tarquinia

L’on. Fioroni a sostegno del candidato a sindaco Mazzola

Riceviamo e pubblichiamo

«Tarquinia ha un ruolo strategico per la Tuscia e Mauro Mazzola è un eccellente sindaco». Lo ha affermato l’on. Giuseppe Fioroni in visita il 29 aprile per sostenere la candidatura del primo cittadino. Insieme all’ex ministro della Pubblica Istruzione, il consigliere regionale Giuseppe Parroncini, l’ex presidente della Provincia di Viterbo Alessandro Mazzoli e il dirigente del PD Enrico Panunzi. «Fino a quando ci sarà Beppe Grillo l’antipolitica sarà nana», ha detto Fioroni commentando la situazione politica italiana, per poi concentrarsi su Tarquinia: «La presenza del porto di Civitavecchia può fare della città il centro propulsore dell’economia provinciale, anche grazie all’azione amministrativa del sindaco Mazzola. Di contro Viterbo è ferma e bloccata da un centro destra incapace di prendere decisioni e dare risposte». L’on. Fioroni ha poi affermato che Tarquinia è un laboratorio politico molto interessante perché «unisce in una coalizione il Partito Democratico, i moderati, la sinistra di governo e le forze migliori della società civile». «Abbiamo fatto tanto, realizzando progetti importantissimi per lo sviluppo del nostro territorio: dalla zona industriale al campo da golf a 18 buche e alla riqualificazione di San Giorgio. – ha dichiarato il sindaco Mazzola – Dobbiamo continuare questo lavoro». Per il consigliere regionale Parroncini «l’Amministrazione Mazzola ha cambiato il volto della città e merita la riconferma da parte degli elettori». L’ex presidente Mazzoli, ricordando i trascorsi alla Provincia di Viterbo, ha sottolineato come Mazzola sia «l’uomo giusto per Tarquinia. Una persona e un sindaco vicino ai cittadini che ha lavorato tanto e bene». Il dirigente del PD Panunzi ha evidenziato come sia difficile essere sindaco, perché è l’unica autorità politica realmente vicina ai cittadini: «Mauro ha saputo ricoprire questo ruolo in modo egregio. Ha risposto alle istanze delle persone e si è posto a baluardo delle decisioni scellerate del centro destra, come quella della chiusura dell’ospedale».

La Corneto Dr. Jekyll (& Mr. Hyde)

di Attilio Rosati

Se Ciro Granato non vuole inaugurare un nuovo club “Amici dell’infarto”, sarà bene che dica ai suoi ragazzi PRIMA dell’inizio della partita, quello che gli dice DOPO i primi quarantacinque minuti. Infatti, per la seconda volta consecutiva, nella prima frazione di gioco entra in campo una compagine sbiadita, distratta, evanescente, che si becca due reti senza reazione e, nel secondo tempo, undici leoni affamati di gloria. Stavolta, un contributo al rischio cardiopalma lo elargisce anche il Maccarese, con una condotta di gara a due facce.

Andiamo per ordine: subito forte la Corneto, al 5’ azione corale Spirito-Elisei-Panunzi e per una frazione di secondo quest’ultimo perde l’attimo fuggente e non realizza. Quattro minuti dopo un diagonale di Gravina fa la barba al palo di Notari. Poi, il nulla. Azioni appena accennate mai “cattive” sotto porta, mai concrete, il pubblico fibrilla, e ha ragione. Al 19’ minuto, il primo avvertimento: Pennazzi su punizione impegna severamente Casali che si produce in un tuffo plastico, quanto salvifico.

Tre minuti dopo, la catastrofe: un azione insistita del Maccarese è rifinita in rete da Chierico. Confusione totale. Se ne avvantaggia di nuovo la squadra ospite che su una momentanea stasi meditativa della difesa etrusca segna la rete della “sicurezza”. Sempre Chierico. Finita?

Manco per niente, nella seconda frazione di gioco arriva Mr Hyde: i ragazzi di Ciro Granato sfoderano la solita fierezza, quella che ci convince che “mai dire mai”.

Il solito Spirito guida da par suo la riscossa e al 22’ infila Notari con un calcio di punizione dei suoi.  Dopo pochi minuti l’episodio che spezza le gambe al Maccarese: Sabbatini è atterrato in piena area di rigore da Castelluccio il quale viene espulso, Spirito trasforma il penalty e gli ospiti perdono il controllo dei nervi, tanto che altri due compagni, in rapida successione, vanno a far compagnia al difensore negli spogliatoi.

Rimasti in otto, gli ospiti subiscono la definitiva rete della disfatta: punizione del solito Spirito, bella incornata di Francesco Granato e definitivo vantaggio. Mancano dieci minuti al termine della gara oramai costellata solo da intemperanze e nervosismi di giocatori e staff tecnico del Maccarese. La lunga marcia verso la salvezza prosegue trionfante.

1.

OSTIA MARE

66

31

19

9

3

68

32

3

0

2.

PISONIANO

58

31

17

8

6

55

34

-2

1

3.

RIETI

58

31

18

4

9

61

37

-3

0

4.

ALBALONGA

57

31

16

9

6

48

23

-4

0

5.

TOR SAPIENZA

44

31

12

8

11

37

32

-19

0

6.

REAL MONTEROSI

43

31

12

7

12

49

48

-18

0

7.

VILLANOVA

43

31

10

13

8

44

36

-20

0

8.

SP.REAL POMEZIA DIVINO AMORE

42

31

11

9

11

46

42

-19

0

9.

GUIDONIA MONTECELIO

42

31

12

6

13

37

50

-19

0

10.

CECCHINA AL.PA.

41

31

11

8

12

36

36

-22

0

11.

MONTEFIASCONE

39

31

10

9

12

33

37

-22

0

12.

FONTENUOVESE

39

31

10

9

12

37

41

-24

0

13.

DIANA NEMI

36

31

8

12

11

42

46

-27

0

14.

CORNETOTARQUINIA

36

31

9

9

13

45

60

-27

0

15.

FIUMICINO

35

31

9

8

14

37

46

-28

0

16.

LADISPOLI

34

31

9

7

15

31

45

-27

0

17.

GIA.DA. MACCARESE

30

31

7

9

15

33

48

-31

0

18.

LA SABINA

16

31

2

10

19

28

74

-47

Classifica dal sito fiatti.com

Mazzola su sport, turismo, agricoltura e zona industriale

Riceviamo e di seguito pubblichiamo due comunicati del Comitato Mauro Mazzola Sindaco

Il rilancio dell’economia passa attraverso l’agricoltura, la zona industriale e il turismo

Valorizzare le produzioni agricole, completare la zona industriale e creare occupazione nel turismo. Questi gli obiettivi che si pone il programma del candidato a sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola, per rilanciare l’economia della città. Nel comparto primario è indispensabile intraprendere tutte le azioni necessarie per commisurare la pressione fiscale locale alla redditività dell’attività agricola intrapresa, soggetta a un’incontrollabile volatilità dei prezzi. È inoltre indispensabile chiudere la filiera agricola, cui si associ una concreta promozione attraverso adeguate campagne pubblicitarie e la creazione di un marchio di qualità. L’avvio zona industriale, inaugurata il 19 aprile, consentirà l’impiego lavorativo dando la spinta iniziale per uno sviluppo tangibile del territorio, collegandosi in modo diretto ai servizi e alle infrastrutture generate dalla grande rete economico-commerciale offerta dalla vicinanza del porto di Civitavecchia (previsti circa 5000 posti di lavoro). Anche il turismo rappresenta una fonte di sviluppo e occupazione. Tanto il nostro patrimonio storico – culturale quanto la nostra costa danno possibilità di creare nuove figure professionali nei vari settori che ruotano attorno all’accoglienza di visitatori e vacanzieri. Un ambito questo che può dare un contributo concreto alla lotta contro la disoccupazione giovanile.

Tra gli obiettivi da raggiungere il turismo destagionalizzato e il completo recupero del patrimonio edilizio sportivo

Tarquinia città del turismo e dello sport. Sono questi altri due punti fondamentali del programma del candidato a sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola. Per il turismo l’obiettivo è dotare il territorio degli strumenti urbanistici e dei servizi necessari a una città turistica, instaurando una fattiva e continua collaborazione con le associazioni degli operatori commerciali turistici. Particolare attenzione sarà data al Lido. La località costiera sarà al centro di un progetto di rilancio che prevede la revisione della viabilità, un nuovo piano per i parcheggi, un’area sosta camper attrezzata, la riqualificazione delle aree verdi e il restauro di Porto Clementino. Altro obietto la realizzazione del cosiddetto “albergo diffuso”, una forma ricettiva che di offrire un servizio alberghiero completo, unendo potenzialità già presenti, senza dover ricorrere alla creazione di nuove strutture. Sarà inoltre importante creare un calendario di manifestazioni che servano da attrattori turistici: eventi di qualità a tema sportivo, culturale, enogastronomico. Per lo sport, oltre a completare la piscina, è in programma di realizzare palestre polifunzionali nei campi in disuso posti accanto alla pista di atletica. Sarà importante continuare a sostenere le associazioni sportive perché svolgono un ruolo educativo e di aggregazione fondamentale nella nostra comunità. È nostra intenzione, inoltre, favorire, attraverso l’inserimento nelle varie attività sportive dei portatori di handicap e dei soggetti portatori di disagio sociale.

Camminintuscia a Vallerano

Riceviamo e pubblichiamo

Si è svolta domenica 29 aprile, con la splendida cornice dei castagneti di Vallerano, la prima prova del Camminintuscia 2012, circuito provinciale di Fitwalking, organizzato dalla Zona Olimpica Atletica Viterbo. Più che felici della ottima riuscita della manifestazione i due organizzatori, Rossella Lodesani e Antonino Morabito, che dopo aver promosso in passato singole iniziative analoghe nella Tuscia, hanno lanciato quest’anno il primo circuito di gare collegate, con la speranza di veder crescere in futuro l’interesse dei comuni, a valorizzare percorsi di interesse naturalistico e culturale. Nella prima prova è stato proprio il Comune di Vallerano ad accettare l’invito da parte degli organizzatori, realizzando una bellissima passeggiata di 4/8/12 Km. disegnata e guidata in maniera impeccabile da  Giuseppe Mechelli. Fondamentale alla buona riuscita della manifestazione, che ha consentito ai partecipanti di tuffarsi per l’intera mattinata su percorsi contornati da castagni secolari, la collaborazione della sezione dell’Avis locale (con un ricco ristoro finale), e dei tre sponsor Mastrogregori Aroldo, Cesare Antonini e “La Madia” che hanno fornito i premi finali della passeggiata. Impegnativi i due percorsi di 8 e 12 Km. che però hanno reso ancora più soddisfatti i quasi 100 partecipanti alla camminata, ristorati anche a metà percorso dall’instancabile Massimo Ercoli, organizzatore di una delle gare podistiche classiche della Tuscia, la Maratonina dei Castagni di Vallerano. Le foto della manifestazione, realizzate da Antonino Morabito, sono già su facebook  “Camminintuscia”  e a giorni visibili anche sul sito della FIDAL Viterbo, sul link “Archivio Fotografico” – www.fidalviterbo.com .

La seconda prova del Camminintuscia è prevista per il 20 maggio a Vitorchiano e rientrerà nei festeggiamenti di S.Michele, per informazioni telefonare al 3358214428.