“Suicidi” teatrali venerdì a Santa Maria in Castello

Venerdì 17 ore 11 a Santa Maria in Castello di scena i “Suicidi?” eccellenti di tangentopoli. Lo spettacolo teatrale, aperto al pubblico, oltre che agli studenti è stato organizzato dal comune, nella persona dell’assessore Sandro Celli nell’ambito del progetto educare alla legalità in sinergia con l’IIS e il dirigente scolastico Nicola Guzzone. La pièce è tratta dal romanzo di Mario Almerighi, oggi presidente del Tribunale di Civitavecchia, Tre suicidi eccellenti. Sulla scena Storti e Coniglio racconteranno quindi una delle pagine buie della scena nazionale: le  morti eccellenti di Mani Pulite, i suicidi? Come ancora oggi credere che il direttore generale degli affari economici del Ministero delle Partecipazioni Statali e consulente dell’Eni, Castellari, si sia sparato, che  Cagliari, presidente dell’Eni, si sia ucciso in cella con un sacco di plastica e che Gardini, a capo della Montedison, ugualmente si sia ucciso? Lo spettacolo era stato rimandato a causa delle avverse condizioni meteorologiche.

Gli investigatori del commissariato di Polizia di Tarquinia a Latina scoprono la “caverna di Alì Babà”!

Una notte di fine settembre, a Tarquinia, era stato perpetrato un ingente furto di “semi da orto selezionati” a danno di una nota Multinazionale olandese che ha la sede italiana proprio nella Città etrusca.

L’abbondante carico di preziosi semi era prelevato con un autotreno precedentemente rubato sempre in Città: nel complesso, il valore della merce sottratta superava il milione di euro, ed a causa di questo furto l’azienda, presente in 17 nazioni, stava seriamente valutando la possibilità di ridurre gli investimenti ed abbandonare il nostro paese. In questo caso molti locali lavoratori avrebbero visto il loro posto di lavoro messo a rischio.

L’indagine condotta dalla Polizia è però proseguita senza sosta e ieri mattina, a Sabaudia (LT), gli stessi investigatori di Tarquinia hanno effettuato una perquisizione in un deposito isolato dove, all’interno di numerosi container, hanno rinvenuto tutti i preziosi sementi rubati.

Non solo: tutta l’estesa area è stata oggetto di perquisizione e sequestro in quanto gli agenti hanno rinvenuto una immensa quantità di oggetti compendio di furto. Cancelli, porte basculanti, recinzioni metalliche, macchine raccogli olive, motozappe, trattori, motoseghe ecc, ma anche autocarri e vari veicoli.

Indagini naturalmente tuttora in corso. Il fermato per ora è il custode un 50 enne di origini siciliane.

Stella: “Orti: in assemblea si parla di futuro”

Riceviamo e pubblichiamo

Continuano le Assemblee periodiche, volute dall’assessore Gino Stella, con gli utenti concessionari, degli orti dell’Università Agraria.

“Uno strumento quello assembleare, – commenta il giovane assessore – utile e opportuno, per condividere dubbi e soluzioni che intendiamo utilizzare come sede di confronto costante. Continua l’opera di rimozione e bonifica, sugli orti. Grazie alla collaborazione dei nostri concessionari, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ci siamo messi a disposizione e ci abbiamo messo la faccia, solo residue sacche di trasgressori rumorosi, contestano le operazioni in atto, per il resto c’è soddisfazione. Importante però dare risposte certe sul futuro. Prosegue senza intoppi l’iter che porterà all’ampliamento del campo da Golf e alla contestuale realizzazione di nuovi 144 orti in località Piantata, ben 50 orti in più rispetto a quelli già esistenti, più vicini alla città, più facilmente raggiungibili e più numerosi. Quanto a quelli già esistenti si aprono nuovi orizzonti. Grazie alla collaborazione con l’Assessore all’Agricoltura del Comune di Tarquinia dott.ssa Loretta  Di Simone e ai reiterati incontri avuti presso la Regione Lazio con il Vice Presidente Ciochetti, abbiamo individuato un percorso amministrativo che porterà alla soluzione dell’annoso problema dei ricoveri per attrezzi. Obiettivo una risposta certa, rincorsa per oltre un ventennio dall’Ente sulla tipologie di strutture realizzabili sugli orti.

Importanti risposte anche in termini di sicurezza. Grazie alla disponibilità e alla collaborazione con l’A.E.O.P., ringraziamenti doverosi all’assessore Santucci, previsti controlli costanti per evitare sia comportamenti sbagliati da parte degli ortolani, sia per evitare i furti notturni più volte denunciati. Risposte, importanti e prospettive condivise in sede di assemblea”.

Colavene Alto Lazio: impegni e soddisfazioni di inizio 2012

La Colavene Alto Lazio risale due posizioni nelle classifiche di società 2011 e conquista il 5° posto finale.

Un errore della segreteria della Fidal regionale, che non aveva considerato ai fini della classifica le ottime performance della squadra Allievi nei CdS di Isernia, aveva retrocesso di due posizioni la società del presidente Tronti; ma corretto l’errore la Colavene torna ai vertici dell’atletica regionale con il settore assoluto maschile.

In settimana la società sarà impegnata nei recuperi delle gare rimandate a causa della neve ed esattamente la 2^ fase dei CdS di Cross che si svolgeranno ad Ostia presso il parco  della pineta e non parteciperà sicuramente alla 2^ prova dei Campionati di Lanci Lunghi Invernali, vista la concomitanza con i Campionati Italiani Indoor Allievi/Juniores di Ancona. All’importante evento saranno presenti per difendere i colori della Colavene, con buone possibilità di podio Davide Zocchi e Miriana Delle Piagge nel Peso, Eleonora Schertel nel Salto in Alto ed il viterbese della Ca.Ri.Rieti Michele Carosi.

Le Marcia della Colavene è impegnata invece a Valmontone dove si terrà la 2^ tappa del Trofeo Fulvio Villa Regionale ed anche la premiazione del Trofeo del 2011; in gara le Allieve Maria Vagnoni, Gina Pascal e Flavia Facchinetti insieme all’assoluto Giancarlo Bartocci.

Rese ufficiali in settimana le classifiche finali del Trofeo regionale Fulvio Villa di Marcia del 2011, nelle quali l’allieva Flavia Facchinetti si è brillantemente classificata al 2° posto e Giancarlo Bartocci ha conquistato il 3° posto nella categoria Assoluta maschile.

Tardioli: “Con Irpef e bilancio Carai fa campagna elettorale”

Riceviamo e pubblichiamo

Il candidato Sindaco Umberto Tardioli, espressione delle liste civiche Rinnovamento per Pescia, Cittadini Uniti e Alternativa Democratica, che unite fronteggeranno la candidata del PD Paola Peruzzi, ribatte punto su punto al comunicato stampa dell’attuale maggioranza nel quale viene enfatizzata l’approvazione del bilancio di previsione 2012.

“In primo luogo vorrei ricordare alla Giunta Carai-Brizi – esordisce il candidato Tardioli – che l’abbattimento dell’addizionale Irpef era stato più volte richiesto a questa amministrazione, che l’aveva introdotta probabilmente solo per fare cassa nonostante le ingenti entrate derivanti dalla centrale Enel. In realtà è solamente un passo indietro rispetto alla precedente decisione di aumentare l’Irpef stessa”.

“Sul fronte delle imposte e tasse locali – prosegue Tardioli – come già richiesto da Alternativa Democratica, chiediamo all’Amministrazione in carica di deliberare l’abbattimento dell’IMU anche sulla prima casa, come consentito dal “Decreto Salva Italia”, in quanto l’abitazione è un bene primario che dovrebbe essere tutelato ad ogni costo.

La nostra proposta quindi è che venga deliberata la diminuzione dell’IMU dello 0,2% previsto per legge sulla prima casa e aumentata la fascia di esenzione dall’applicazione dell’imposta stessa; non sappiamo se le casse comunali in questo momento possano compensare il minor gettito dovuto comunque all’erario: sicuramente una gestione oculata e qualche opera faraonica in meno l’avrebbe permesso.

Un’ulteriore riflessione, infine, appare doverosa: fa pensare che solo nell’anno 2012, in coincidenza con le elezioni comunali, l’Amministrazione abbia deciso di approvare anzitempo il bilancio previsionale, in netta contraddizione con quanto fatto fino ad ora; speriamo che questo non sia un artificio utilizzato per poter deliberare impegni di spesa per attività non necessarie o comunque non facenti parte del programma amministrativo, con il solo scopo di fare “campagna elettorale”.

“Sarebbe doveroso invece – conclude Umberto Tardioli –  rendere noto alla popolazione qual è l’importo delle bollette dell’acqua che l’amministrazione ha emesso ma non inviato ai cittadini. Non vorremmo, subito dopo le elezioni, insieme ai consiglieri che con me guideranno il Comune, essere costretti a spedire ai cittadini le bollette con che la Giunta Carai-Brizi sta nascondendo al paese”.