Juniores: Corneto 3 – Montecelio 0, per gli ospiti Tarquinia è un calvario

di Leo Abbate

Chi ci segue con costanza ricorderà che, nel girone di andata, avevamo stigmatizzato la sconfitta dei ragazzi di Mister Bonelli come figlia di una “carenza di organico” e, pertanto, non meritata.

I fatti di sabato hanno reso giustizia alla nostra tesi (criticata con qualche commento caustico che, per carità, ci può stare). Il Montecelio non entra mai in partita e fin dai primi minuti di gioco subisce la veemenza e la superiorità tecnica degli etruschi, i quali neutralizzano con un pressing asfissiante ed attento ogni velleità offensiva. Dopo dieci minuti di gara, un rigore per atterramento di Rosati. Il centravanti si presenta sul dischetto, batte Meloli ma il Direttore di gara vede Sabbatini in area e, come da regolamento, annulla il gol e fa ripetere. Stavolta Rosati sparacchia nella stratosfera e si rimane sullo 0 a 0.

Poco male, la resa dei conti è solo rimandata di qualche minuto. Cinque giri di lancette dopo, bellissima azione corale, lancio su Edo Meloni che vede Rosati correre verso la porta di Meloli, appoggio intelligente, tiro di prima intenzione: 1 a 0.

Nella ripresa i montanari tentano qualcosa in più e guadagnano anche un rigore inesistente su presunto fallo di Sistoni, ma Biagioni si invola maestosamente, come una folaga (incinta) e salva tutto. Nervosismo in campo, Priolo dice qualcosa che l’arbitro non digerisce e i ragazzi di Mister Ridolfi restano in inferiorità anche numerica.

Una cosa bisogna riconoscere: nonostante siano rimasti in dieci, gli ospiti continuano a lottare strenuamente e solo al 37’ minuto di gara arriva la svolta. Forieri vede Rosati correre all’indietro per liberarsi del marcatore e gli serve una palla con il metronomo: altezza e velocità giuste per tentare l’impossibile, una mezza rovesciata al volo. A volte la fortuna si allea all’incoscienza per compiere le sue malefatte e così i due “malfattori” portano a casa l’intera posta: gol spettacolare, applausi del pubblico e partita chiusa.

Da quel momento la gara diventa un calvario per il Montecelio; incursioni continue (Giamundo devastante sulla fascia e Lodi che recupera una quantità industriale di palloni), inserimenti veloci, specialmente di Codoni e Sabbatini il quale semina letteralmente il panico, tanto che a tempo ormai scaduto, inseguito da mezza squadra, si invola, raggiunge la linea del calcio d’angolo, si volta e serve su un piatto d’argento a Forieri un invito impossibile da rifiutare. 3 a 0.

Il Presidente Santori chiosa: “M’avete lasciato senza voce, ma almeno tre passaggi di seguito me li avete fatti vedere!” Ciro Granato zitto da una parte, ma si vede che gli brillano gli occhi di soddisfazione.

Sabato un appuntamento particolarmente importante, di quelli da non perdere. La Vigor Perconti prima in classifica, la squadra dei campioni, quella della società meglio attrezzata in assoluto per vincere campionati giovanili. Fino ad allora, sognare si può, crederci si deve, vincere si vuole (si vorrebbe…..). Il sostegno del pubblico diventa un fattore decisivo in queste partite. Accorrete, ovunque siate.

1.

VIGOR PERCONTI

49

19

16

1

2

56

13

12

0

2.

TOR DI QUINTO

49

19

15

4

0

52

11

12

0

3.

OSTIA MARE

35

19

10

5

4

33

22

-2

0

4.

ALMAS ROMA

32

19

10

2

7

32

22

-7

0

5.

VILLANOVA

32

19

9

5

5

29

19

-7

0

6.

CORNETO TARQUINIA

31

19

9

4

6

33

30

-6

0

7.

MONTECELIO

29

19

9

2

8

40

37

-8

0

8.

SPES MONTESACRO

26

19

8

2

9

26

32

-13

0

9.

LADISPOLI

25

19

6

7

6

28

31

-14

0

10.

GIA.DA. MACCARESE

23

19

7

2

10

20

30

-16

0

11.

FIUMICINO

20

19

4

8

7

26

34

-17

0

12.

RIETI

17

19

4

5

10

20

36

-20

0

13.

SETTEBAGNI CALCIO SALARIO

17

19

4

5

10

32

49

-22

0

14.

TANAS PORTA DI ROMA

16

19

3

7

9

20

39

-21

0

15.

CANALE MONTERANO

14

19

3

5

11

20

36

-25

0

16.

OLIMPIA

8

19

2

2

15

20

46

-31

0

Classifica dal sito fiatti.com

Ancora Indoor per la Zona Olimpica Atletica Viterbo

Si è svolta a Roma, presso l’impianto coperto delle FF.AA. a Casal del Marmo, sabato 28 e domenica 29 gennaio, una interessante manifestazione indoor di atletica aperta a tutte le categorie federali a partire dai Cadetti/e. In gara anche numerosissimi atleti delle categorie assolute, alla ricerca del minimo di partecipazione per i prossimi campionati italiani al coperto di Ancona ed anche ai prossimi Campionati Mondiali, in programma dal 9 all’11 marzo nella capitale Turca (Istanbul). Occasione più che ghiotta per i giovanissimi atleti laziali (tra i quali anche quelli della Zona Olimpica Atletica Viterbo) per vedere all’opera da vicino, i migliori specialisti italiani della velocità, degli ostacoli e dei salti, che a dire il vero non hanno deluso le aspettative ottenendo risultati agonistici di assoluto valore tecnico.
Tra i Viterbesi delle categorie Cadetti da sottolineare il risultato conseguito nel Salto in Lungo da Nikolas Ricci, (’98) che fino alla fine della gara ha conteso il successo ai portacolori dell’Esercito e dell’Atletica Nettuno, ottenendo con l’ultimo salto il 3° posto con il nuovo record personale di 5,49. Anche nella velocità il viterbese si difende bene ottenendo la qualificazione alla finale dove realizza il 6° posto con 7”68. Particolarmente eclettico Nikolas che la settimana scorsa a Rieti, aveva ottenuto un ottimo risultato nel salto in Alto con 1,67 ed il 5° posto nella finale regionale delle prove Multiple. In gara nei 60m. anche l’altro giovanissimo talento del ‘98 di Canepina Jacopo Poleggi, specialista nelle prove ad ostacoli, penalizzato quest’anno dalla partecipazione alle gare con i nati nel ’97, che sfiora la finale ottenendo in batteria un discreto 7”98.
Da segnalare anche i buoni risultati ottenuti dai portacolori dell’Alto Lazio Chiara Cassano, in finale nel Lungo assoluto 5^ con 4,98 e l’Allievo Umberto Battistin che ottiene il 2° posto nell’Alto sfiorando il personale e saltando la misura di 1,76.