Clamoroso nel Pdl: Riccardo Bicchierini si autocandida a sindaco

di Fabrizio Ercolani

Riccardo Bicchierini si mette a disposizione del partito per una sua eventuale candidatura a Sindaco in vista delle prossime elezioni: è quanto emerso dalla consueta riunione del lunedì sera tra gli esponenti del Pdl. Bicchierini, noto e stimato commerciante ed imprenditore locale, è il primo esponente a rompere gli indugi, tentando di smuovere le acque che, a tre mesi dalle elezioni, fanno registrare ancora calma piatta. Durante la riunione Bicchierini ha letto anche una bozza del programma che di sicuro potrebbe essere una buona base sulla quale lavorare.

Un’autocandidatura, dunque, che rompe la monotonia di un partito senza condottiero che si stava avviando lentamente verso la tornata elettorale senza colpo ferire. Il nome di Bicchierini, che secondo molti sembra come una provocazione piuttosto che una reale e definitiva candidatura, ha lasciato di sasso tutti gli altri esponenti che non sono riusciti a proferire parola. Se qualcuno dunque si aspettava una riunione all’insegna del litigio e della rissa verbale è rimasto deluso, grazie a questo clamoroso colpo di scena.

Tutti si aspettavano che il primo ad uscire allo scoperto fosse il consigliere uscente Cristiano Minniti, che più volte, soprattutto sui social network, aveva fatto trapelare la sua intenzione, neppure troppo velata, di ambire al massimo scranno comunale.

Da segnalare, ancora una volta, l’assenza all’assemblea di tutta l’area ex Forza Italia capeggiata da Marco Fiaccadori: un’assenza scontata visto che proprio il coordinatore del partito di centro destra aveva fatto capire di non gradire queste riunione e che avrebbe deciso la linea da intraprendere in vista delle prossime tornate elettorali insieme a tutti gli eletti del Pdl.

Presenti, invece, gli altri due coordinatori Ferminia Arpini e Franco Trippanera, quest’ultimo rientrato nei ranghi dopo la dipartita durante l’ultima riunione. A loro due l’assemblea ha affidato il compito di incontrare le altre forze politiche nel tentativo di trovare alleanze programmatiche che ad oggi sembrano ben lungi dall’essere raggiunte.

Olmi e Maneschi: “L’alienazione del vecchio stadio è un atto privo di contenuti”

Riceviamo e pubblichiamo

“Quella relativa all’alienazione del vecchio stadio è una delibera propagandistica e priva di un progetto finanziario, che non è stata discussa preventivamente in commissione. Per questo ci siamo astenuti.”

Così si esprimono i consiglieri comunali del popolo della libertà Marcello Maneschi e Silvano Olmi, in merito alla delibera approvata dal consiglio comunale giovedì scorso nella quale, con un grande giro di parole si esprime in pratica la volontà dell’amministrazione comunale di vendere il terreno dove sorge il vecchio campo sportivo con annessa pista di atletica.

“La proposta di delibera – dicono Maneschi e Olmi – non è stata discussa preventivamente in commissione. Ma questo modo di agire è ormai una prassi di questa maggioranza di centro sinistra.”

Il contenuto della delibera è ancora più fumoso e contiene generiche “azioni di recupero” per la parte dell’impianto sportivo “che risulta non sia più adeguata all’originaria funzione e per la quale il relativo adeguamento non è strategicamente funzionale all’attuale realtà urbana e allo sviluppo della città.”

“Noi – proseguono i due consiglieri d’opposizione – abbiamo fatto presente che accanto al vecchio campo sportivo sorgono il palazzetto dello sport e il campo coperto per il gioco delle bocce, formando con questi due impianti un polo sportivo e urbanistico di tutto rispetto. Ma la maggioranza di centro sinistra non ha voluto sentire ragioni. La delibera secondo noi è priva di qualsiasi reale operatività. Infatti, manca un progetto finanziario e gran parte delle successive decisioni sono delegate completamente alla Giunta Mazzola. Leggiamo con grande stupore – concludono i due consiglieri – le dichiarazioni di anonimi giocatori di calcio tarquiniesi che si lamentano con il Pdl. Queste lamentele i maturi calciatori le devono rivolgere in particolar modo alla maggioranza di centro sinistra che ha ideato e portato in consiglio comunale la delibera.”

Marcello Maneschi
Silvano Olmi
Consiglieri comunali del popolo della libertà – Tarquinia

Premio Maurizio Donati: bandita l’edizione 2012

Torna il Premio Maurizio Donati; e lo fa, come sempre, con l’obiettivo – anzi, ancor meglio, il desiderio – di offrire ai ragazzi la possibilità di liberare creatività, emozioni, idee, pensieri. La stessa voglia che, nei tanti anni d’appassionato insegnamento, il Professor Maurizio Donati cercava di stimolare nei suoi allievi, costruendo con loro un rapporto umano, prima che professionale.

Un esempio, Maurizio Donati, che non ha ispirato soltanto generazioni di colleghi e studenti, ma che – grazie all’opera del Premio – diventa un riferimento anche per le generazioni attuali. E sarà, come ogni anno, la signora Lidia – moglie del Professore – ad applaudire, a fine maggio, i vincitori, selezionati dalle giurie già pronte a valutare le opere.

È stato pubblicato in questi giorni il bando per l’edizione 2012, che prevede oltre alle due “classiche” sezioni di narrativa, anche quella destinata ai fotografi, che tanto successo ha riscosso negli ultimi anni. Prova ne è il sito internet ufficiale della manifestazione < www.mauriziodonati.it >, la cui grafica si basa proprio su alcuni degli scatti partecipanti degli scorsi anni e che, nel corso dei mesi, ospiterà man mano nuove gallerie d’immagini nonché alcuni estratti dei brani che, negli anni, hanno vinto il Premio.

Riservato ai ragazzi d’età compresa tra i 14 ed i 25 anni, il Premio nominerà tre vincitori – uno per la fotografia e due per la narrativa, sezione in cui i partecipanti sono suddivisi in due fasce d’età – che saranno protagonisti della cerimonia finale, prevista a Tarquinia per la fine di maggio. I partecipanti hanno tempo sino al 20 di aprile per inviare le proprie opere: da quel momento, spetterà alle giurie l’arduo compito di selezionare le migliori produzioni.

Nato nell’ambito del Liceo Scientifico “G. Galilei” di Tarquinia – l’istituto dove il Professor Donati ha insegnato per anni – il Premio ha man mano esteso i suoi confini, raggiungendo un ambito ormai nazionale ed un numero di partecipanti davvero lusinghiero. Solo lo scorso anno sono stati circa cento i ragazzi che hanno inviato le loro creazioni, e la qualità media delle opera è risultata altissima, con grosse difficoltà della giuria nell’opera di decisione.

Il Premio Maurizio Donati, ideato dall’omonima associazione, è organizzato da La Ripa Associazione Culturale, in collaborazione con l’I.S.I.S.S. di Tarquinia e con il patrocinio della Provincia di Viterbo, del Comune di Tarquinia e dell’Università Agraria di Tarquinia. Come da anni, inoltre, la manifestazione ha un partner speciale nell’amico Gabriele Piva, il cui Toto’s Cafè sostiene, con passione ed affetto, l’organizzazione dell’evento.

Lettere al Direttore: “Centro storico di nuovo al buio”

Riceviamo e pubblichiamo

Egregio direttore,
questa sera (lunedì 30 gennaio), per l’ennesima volta, un intero quartiere del centro storico (piazza Duomo, piazza S. Pancrazio, piazza Verdi, piazza S. Stefano e tutte le vie che collegano dette piazze)  è completamente al buio e per gli abitanti residenti è praticamente impossibile raggiungere le proprie abitazioni senza un concreto disagio. Qualche signora con bambini piccoli ha dovuto chiedere di essere accompagnata perché impressionata dal buio in cui versava il tratto stradale che doveva percorrere, mentre altri bambini colti dal buio, si affiancavano agli adulti per raggiungere le abitazioni. Così come rappresentato sembra esagerato e fuori dal tempo ma, mi creda, è la verità assoluta di quello che, nel solo mese di gennaio si è verificato almeno quattro volte.

E a nulla sono valse le telefonate fatte ai Vigili Urbani e alle altre istituzioni, compresa la società “Sole” (affidataria del servizio) per poter riattivare il flusso di energia elettrica. Eppure mi risulta che la convenzione con la società “Sole” prevede interventi immediati, specie quando la situazione costituisce un pericolo per la sicurezza della persone e comunque fare i dovuti interventi risolutivi del problema.

E sa il perché dell’inconveniente?  La cabina che ospita gli apparati, ha DA ANNI problemi (noti a tutti i soggetti interessati) che fanno “saltare il contatore” che può essere riavviato solo manualmente da personale qualificato.

Ora io mi chiedo se a fronte dei tanti quattrini spesi dall’Amministrazione per un’infinità di lavori sicuramente meno importanti se non addirittura futili, non si sia trovato l’importo necessario per bonificare la cabina e porre termine ad un problema  presente, come detto, da anni e che ha aspetti che coinvolgono la sicurezza delle persone.

Visti i tempi che corrono dovremo aspettare che succeda qualcosa di serio a qualcuno per poi gridare al mostro?

Sperando che qualche persona di buon senso prenderà a cuore la segnalazione, la ringrazio per l’ospitalità.

Un abitante del centro storico

Zona Olimpica ed Alto Lazio marciano a Latina

Molto bene le giovanissime marciatrici dell’Atletica Zona Olimpica di Viterbo che domenica 29 hanno esordito nella prima prova del Trofeo Regionale di Marcia Fulvio Villa, manifestazione che ha fatto da contorno alla importante gara nazionale (trofeo nazionale invernale di marcia), manifestazione già organizzata nel 2010 dall’atletica Alto Lazio e FIDAL Viterbo a Montalto di Castro col record nazionale sulla 35 Km. di Alex Schwazer.

Le viterbesi, guidate nell’occasione dalla responsabile del settore marcia della Zona Olimpica e dell’Alto Lazio Rossella Lodesani e dal tecnico Linda Misuraca, hanno dato prova di un’ottima preparazione ed hanno potuto confrontarsi oltre che con le atlete laziali, anche con numerose atlete di altre società provenienti da tutt’Italia. Nella categoria Cadette da segnalare l’8° posto ottenuto da Delia Pala, (3^ del ’98) che si è cimentata nella nuova distanza dei 3Km. con un crono di 17’11”. Nella categoria Ragazze ben 30 partecipanti al via, che hanno dato importanza al 9° posto ottenuto da Martina Maccioni, all’11° dell’esordiente Claudia Capati e al 17° posto della Valeria Gionfra.

Da segnalare l’ottimo esordio nella gara nazionale Allieve dei 10Km. dell’Alto Lazio con l’8° posto di Maria Vagnoni, (3^ del ’96) in 1h.00’18” e di Flavia Facchinetti con 1h.06’11” (ritirata per problemi fisici al 3° Km. Gina Pascal). Buone prospettive in chiave Campionati di Società per l’Alto Lazio che potrà schierare ben tre atlete nella categoria Allieve nelle prossime 3 gare nazionali, con buone possibilità da podio.

Fare Verde denuncia una discarica di amianto

Riceviamo e pubblichiamo

L’associazione ambientalista Fare Verde denuncia la presenza di una discarica di materiale, tra il quale varie lastre di amianto, in località San Matteo-San Giorgio.

“Alcuni cittadini – dichiara Fare Verde – ci hanno segnalato una discarica di materiale vario abbandonato ai bordi di una strada sterrata che confluisce nella provinciale “Litoranea”. La strada passa limitrofa a un centro sportivo nella zona San Matteo – San Giorgio. Il materiale si trova abbandonato vicino a una cabina di derivazione dell’energia elettrica. Nel cumulo di immondizia spiccano una certa quantità di lastre di amianto. Inoltre, sono stati abbandonati un materasso, un frigorifero e un televisore. Infine, si notano nell’erba dei cumoli di plastica e di materiale sintetico. Occorre un intervento dell’amministrazione comunale – denuncia Fare Verde – per ripulire l’area e attuare un’opera di prevenzione del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.”

Associazione ambientalista Fare Verde
Circolo di Tarquinia (VT)

Juniores: Montalto da paura! Ne fa otto alla Virtus Cimini

Ancora una grande prova dei ragazzi di mister Salvi: all’Incotti arriva la Virtus Cimini, squadra ostica che nelle ultime sette partite di campionato aveva perso solo contro l’Acquapendente. Ma a Montalto non c’è storia: partita a senso unico, con gli ospiti che praticamente non tirano mai in porta.

Al 10′,  punizione di Alberti, colpo di testa di Quintiliani ed è 1 a 0. Cinque minuti dopo lo schema si ripete, ma stavolta la palla esce di un soffio. Quello degli Juniores montaltesi è, però, un monologo: alla mezzora uno scambio Quintiliani-Baldascini per poco non porta il raddoppio, poi lo stesso Baldascini coglie il palo di testa su punizione di Trabucco, infine, allo scadere della prima frazione, una magistrale punizione dal limite di Alberti porta tutti al riposo sul 2 a 0.

La ripresa è, di fatto, una passeggiata, con il Montalto che spinge sull’acceleratore e trova altri 6 gol con tre doppiette di Quintiliani, Salone e Baldascini.

Le vittorie di fila, ora, sono otto: una striscia impressionante, nel corso della quale i ragazzi del Montalto hanno messo 36 reti, subendone soltanto 6.

1.

VIRTUS PILASTRO

32

15

10

2

3

61

24

1

0

2.

VIGOR ACQUAPENDENTE

31

15

10

1

4

37

25

0

0

3.

2001 TUSCIA

30

15

9

3

3

41

22

1

0

4.

MONTALTO

29

15

9

2

4

47

26

-2

0

5.

CAPRANICA

28

15

9

1

5

40

23

-3

0

6.

NUOVA SORIANESE CALCIO

27

15

8

3

4

29

19

-2

0

7.

TUSCANIA CALCIO

25

15

7

4

4

23

17

-6

0

8.

BLERA

24

15

7

3

5

34

27

-5

0

9.

NUOVA BAGNAIA

21

14

6

3

5

40

27

-7

0

10.

VIRTUS CIMINI

21

15

5

6

4

26

28

-8

0

11.

CANINESE

19

15

5

4

6

31

38

-10

0

12.

VIRTUS CALCIO BOLSENA

15

15

4

3

8

21

22

-14

0

13.

BARCO MURIALDINA

14

15

4

2

9

27

35

-17

0

14.

ETRUSCA

13

14

4

1

9

25

32

-15

0

15.

VIGNANELLO

7

15

1

4

10

10

44

-22

0

16.

CANEPINA

-1

15

0

0

15

5

88

-31

1

Classifica dal sito fiatti.com.